Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Ethereum ai 3.000$: cosa c’è dopo il muro? L’analisi di Criptovaluta.it

Ethereum ai 3.000$: cosa c’è dopo il muro? L’analisi di Criptovaluta.it

Soltanto ieri avevamo indicato la possibilità che Ethereum tornasse in quota 3.000$. Tutto questo in un momento non sospetto, pur se positivo, con una previsione che ci ha attirato anche qualche critica.

Durante la notte Ethereum però ci ricorda che nulla è impossibile, in particolare dopo un passaggio storico ad un nuovo modo di gestire le commissioni (e che brucia una quantità elevatissima di ETH ogni giorno).

Ethereum 3.000 dollari - oltre il limite cosa c'è
Un ottimo moment per Ethereum: c’entra London ma non solo

Un momento molto interessante – sul quale poter investire anche con eToro (qui per ottenere un conto virtuale con tutte le funzionalità e sempre gratis), intermediario diventato popolare anche grazie a CopyTrading (per copiare i migliori o spiare i loro movimenti) e CopyPortofolios (panieri di cripto diversificati senza commissioni aggiuntive). Tutto con soli 50$ di investimento minimo, per accedere a strumenti altamente professionali.

Sì, dipende dal London Fork, ma non solo

Abbiamo parlato ampiamente del London Fork, aggiornamento che è ormai operativo da quasi 48 ore e che ha rivoluzionato il mondo di gestire le commissioni da parte del network. Dopo le prime 36 ore possiamo cominciare ad avere delle certezze, che basiamo anche sul fatto che, come è noto, Criptovaluta.it partecipa al mining di questa criptovaluta.

  • I rendimenti per i miner si sono abbassati

Si prevedeva il 30% circa, è stato qualcosa in meno, almeno per le prime 24 ore. Nel corso delle prossime settimane saremo in grado di ottenere dei dati più precisi. Per ora il calo di rendimento in ETH è stato compensato dal grande boom di prezzo. Se la cosa dovesse essere sostenuta, i miner ci avrebbero comunque guadagnato.

  • Le fee non si sono abbassate granché, anche se…

Come abbiamo già detto non dipende affatto dal nuovo protocollo, ma dalla grande quantità di transazioni che stanno tenendo impegnato il network di Ethereum, anche in virtù del grande boom del comparto NFT. Questo boom potrebbe essere anche in parte responsabile della crescita di prezzo di ETH nell’ultima settimana.

Supporti e resistenze: cosa c’è oltre i 3.000$?

Difficile parlare di supporti e resistenze su Ethereum in un momento così fluido per il mercato. 3.000$ sembrerebbe essere una resistenza difficile da superare, oltre la quale probabilmente ci si dovrà battere intorno ai 3.150$. Con l’apertura del weekend, la situazione si farà ancora più incerta, perché storicamente è una 48 ore di short più consistenti rispetto alla settimana lavorativa. È anche una fase con volumi mediamente più bassi, dato che le altre piazze sono chiuse.

Ci aspettiamo una correzione? In realtà un piccolo take profit sembrerebbe essere già avvenuto, e tanto Bitcoin quanto Ethereum hanno già ripreso a correre. Per Ethereum sarà importante comunque mantenere, in qualità di supporto, i 2.800$.

Il futuro di Ethereum si giocherà su altro

Il sentiment di mercato sembra essere cambiato, ma riteniamo che quanto portato dal London Upgrade sia da ridimensionarsi, in particolare sul medio e lungo periodo, dove il cambiamento maggiore per ETH sarà un altro. Ovvero quel passaggio a PoS che rivoluzionerà effettivamente il modo di funzionare di questo network. Un modo di funzionare che non si baserà più su costosi e complicati calcoli ma sullo staking.

Staking che sta andando a gonfie vele sulla testnet, con oltre il 5% totale degli ETH che sono stati già bloccati. Segno questo di una grandissima fiducia da parte anche dei grandi investitori sulla riuscita del passaggio, che dovrebbe avvenire a cavallo tra fine 2021 e inizio 2022.

Lungo periodo? Noi siamo rialzisti

Lo affermiamo a chiare lettere ogniqualvolta si parla di Ethereum. Nelle nostre previsioni Ethereum noi siamo rialzisti. E lo siamo a ragion veduta – dato che nonostante le ovvie difficoltà di cammino di un progetto così importante e ubiquo, la destinazione sembra essere chiara.

Un rialzo di prezzo importante verso il massimo storico e la soglia di 3.000$ che sarà soltanto un passaggio intermedio verso lidi ben più ambiziosi. Per le prossime ore una parte della responsabilità sarà anche nelle mani di Bitcoin, che dovrà continuare a sostenere l’entusiasmo del settore.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *