Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / NASDAQ approva PRIMO ETF su Bitcoin | Manca il timbro di SEC e si…

NASDAQ approva PRIMO ETF su Bitcoin | Manca il timbro di SEC e si…

Manca ancora la firma di SEC, ma NASDAQ ha già approvato il trading sul titolo ETF di Valkyrie che replicherà l’andamento dei Bitcoin, o almeno, dei suoi futures.

L’ETF Bitcoin di Valkyrie è stato ufficialmente approvato e sarà presto a listino nella borsa più importante del mondo per essere scambiato nell’apposita sezione. Un momento storico per Bitcoin, per il mondo delle criptovalute e più in generale per il mondo della finanza, con i primi ETF su $BTC (anche se basati sui futures) che saranno disponibili a breve, probabilmente dalla prossima settimana.

NASDAQ BULLISH BTC - di Criptovaluta.it
Primo ETF approvato al NASDAQ

Notizia bullish? Certo – e oggi ne abbiamo avuto un primo assaggio. Bitcoin ha riconquistato i 60.000$ e possiamo investirci con la piattaforma eToro – vai qui per il tuo conto virtuale e gratuito – con tutte le funzionalità TOP – intermediario che è tra i migliori per $BTC. Interfaccia semplice ma ricca di strumenti e possibilità di copia dei migliori con il CopyTrader – che ci permette anche semplicemente di spiare quanto stanno facendo i top player. Bastano 50$ per iniziare ad investire con un conto reale.

Momento Storico: NASDAQ approva il primo ETF su Bitcoin per il NASDAQ

Sebbene ci siano diversi di questi prodotti in altre borse del mondo, va riconosciuto che l’importanza di averne uno quotato al NASDAQ non può essere snobbata. Parliamo della prima borsa del mondo per volumi e per capitalizzazione dei titoli che vi sono rappresentati. Un passaggio storico anche per quanto è stato in realtà complicato sotto il piano politico, perché sugli ETF di replica di Bitcoin si è giocata una battaglia molto aspra tra Dem e Rep. Qualcosa che ancora una volta vi abbiamo raccontato in tempi non sospetti.

Anche sul Valkyrie ETF Bitcoin avevamo già discusso ampiamente sul nostro sito, in un testa a testa che questa mattina sembrava avrebbe fatto prevalere ProShares. Manca ancora il timbro di SEC, ma l’arrivo della lettera di NASDAQ mette l’authority con le spalle al muro – ed entro lunedì dovrà approvare – o decidere di andare contro la prima borsa del suo stesso paese.

Arriva l’onda lunga degli ETF su Bitcoin: cosa aspettarsi?

I prodotti saranno, in prima battuta, due. Ma ce ne sono ancora diversi in via di approvazione, che potrebbero essere approvati tutti durante ottobre, o meglio, come lo chiamiamo da qualche giorno sul nostro sito shocktober. Shock, perché Bitcoin ha recuperato quanto perso tra maggio e settembre e si avvia verso uno dei suoi trimestri più forti di sempre, con quota 100.000$ che sembra essere ogni giorno più probabile per la fine dell’anno.

Gli ETF porteranno maggiori capitali – sebbene siano a replica sintetica – così come porteranno maggiore attenzione sul mondo di BTC e anche delle altre criptovalute. Cosa che farà pressioni sul prezzo, con buona pace di Bloomberg, che aveva indicato l’apertura del mondo ETF di Bitcoin come possibile causa di contrazioni.

NASDAQ si è schierata chiaramente, ha confermato di essere pronta al listing del titolo e sta aspettando l’OK di SEC – che ormai non ha alternative se non piegarsi all’onda travolgente di Bitcoin. Un ottobre da urlo, che neanche il più grande appassionato al mondo di Bitcoin avrebbe mai potuto immaginare.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

2 commenti

  1. come ho letto da qualche parte, approvare prima gli etf sui futures degli etf a replica fisica è un po’ come veder nascere il figlio di tuo figlio prima di tuo figlio stesso, ma vabbè -_-
    cmq…. è #shocktober!!!!

    • Gianluca Grossi

      Buongiorno Jacopo, non so dove l’hai letto, ma purtroppo c’è molta ignoranza finanziaria sulle replice sintetiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *