Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / ETF Bitcoin a replica fisica in Germania | Lo lancia Invesco

ETF INVESCO BITCOIN

ETF Bitcoin a replica fisica in Germania | Lo lancia Invesco

Con gli ETF Bitcoin si inizia finalmente a fare sul serio anche in Europa, nonostante sia un continente tradizionalmente più aperto a questo tipo di prodotti. Invesco ha infatti ricevuto l’ok per un ETF Bitcoin Spot.

Parliamo di un titolo a replica fisica di Bitcoin, che sarà quotato presso Xetra – il più importante mercato per i titoli exchange traded. Un’ottima notizia per $BTC, che durante la mattina sta cercando di recuperare dal piccolo risk off dei mercati, innescato di nuovo da dinamiche legate alle varianti COVID.

ETF BItcoin Invesco - ecco come funziona
ETF a replica fisica in Germania – il lancio è di Invesco

Un ETF Spot è un’ottima notizia per Bitcoin, una notizia sulla quale possiamo investire con eToro – vai qui per ricevere un conto con esclusive funzionalità di crypto auto trading – intermediario che offre accesso diretto a $BTC, insieme a 40+ criptovalute scelte tra le migliori del settore.

Possiamo inoltre operare anche con i CopyPortfolios, che includono nello stesso paniere più criptovalute, sempre scelte tra le migliori del mercato. Per chi vuole invece seguire i migliori investitori è disponibile invece il CopyTrader, sistema che permette di investire copiando i migliori con un click. Passare al conto reale prevede un investimento minimo di soli 50$.

Invesco lancia BTIC: accesso a Bitcoin fisico nella borsa tedesca

Quanto fatto da Invesco è in proporzione molto più importante di quanto abbiamo visto sulle borse USA. Il gruppo ha infatti iniziato a quotare sulla Borsa di Francoforte un ETP e quindi un ETF a replica fisica su Bitcoin, che a fronte di commissioni dello 0,99% permette a tutti di avere esposizione su BTC non intermediato.

Certo, non sarà come aver acquistato direttamente Bitcoin, ma questo tipo di prodotti è comunque interessante per un vasto range di investitori, istituzionali e non. Senza dimenticarci che i fondi tedeschi hanno ricevuto pochi mesi fa autorizzazione ad operare proprio sulle criptovalute.

Un situazione molto interessante quella che sta maturando in Germania – con una scelta che almeno negli USA è per oggi impensabile. Ovvero di offrire un prodotto con replica fisica. Il perché è stato accuratamente spiegato però da Gary Buxton, che è leader della Strategia da Invesco.

La maggior parte delle discussioni che abbiamo con i clienti riguardano non Bitcoin in quanto tale, ma le modalità per avervi accesso e stare tranquilli con la custodia e la valutazione dello stesso. Uno dei punti rilevanti degli ETP è la loro configurazione come veicolo di accesso. Non abbiamo scelto di replicare i futures perché abbiamo dubbi sulla liquidità sintetica e su come questa possa modificare il valore dell’asset sul lungo periodo.

Cosa cambia per Bitcoin?

Nell’immediato non molto. Ma già sul breve periodo Invesco, se il suo fondo dovesse raccogliere la risposta positiva che ci aspettiamo, dovrà cominciare a dotarsi a mercato di Bitcoin – esercitando pertanto una pressione positiva sul prezzo.

La palla ora passa ad Invesco, che dovrebbe però avere già in cantiere accordi importanti con i suoi clienti, chiusi prima di decidere di offrire un prodotto del genere. Certo, abbiamo già alternative da privati per investire in BTC, ma per una parte rilevante della popolazione e delle società, un ETP rimane uno strumento preferibile. Ben vengano dunque queste iniziative.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *