Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Bitcoin si “sposa” con MMA | Kevin Lee si fa pagare in $BTC da Eagle FC

BITCOIN MMA

Bitcoin si “sposa” con MMA | Kevin Lee si fa pagare in $BTC da Eagle FC

Sport di combattimento e criptovalute? Non è esattamente un binomio nuovo, dato che già Tyson Fury ha lanciato la sua serie di NFT, sponsorizzando tra le altre cose anche token a bassa capitalizzazione.

Arriva però anche dell’altro – e a tema Bitcoin – perché Kevin Lee, che combatte con Eagle FC nella MMA, ha deciso di farsi pagare il contratto completamente in $BTC. Notizia importante sul piano dell’adozione, con Lee che si aggiunge ad una lunga schiera di sportivi che hanno preferito cripto al dollaro USA.

Kevin Lee - combattente MMA - vuole solo Bitcoin
Kevin Lee vuole solo Bitcoin – contratto di Eagle FC regolato in $BTC

Ottima notizia anche per Bitcoin – ormai parte integrante di economia e cultura – che possiamo trovare anche sulla crypto piattaforma più utilizzata eToro – vai qui per ottenere il conto demo gratuito con capitale virtuale di 100.000$, intermediario che offre il top degli strumenti per l’analisi del mercato, nonché per l’operatività.

Chi preferisce il Trading Automatico può trovarlo all’interno del CopyTrader di eToro. Con un singolo click potremo copiare gli ordini dei migliori, oppure spulciare nel loro book. In aggiunta abbiamo a disposizione anche i CopyPortfolios, che includono Bitcoin insieme ad altre criptovalute top, tra le 40+ che sono incluse nel listino della piattaforma. Con 50$ possiamo investire con un conto reale.

Kevin Lee ha le idee chiare: preferisce Bitcoin al dollaro USA

Le preoccupazioni in area Dem negli Stati Uniti sembrerebbero essere ben fondate. Bitcoin può affiancare o rimpiazzare il dollaro USA. Ultimo a salire sul treno è Kevin Lee, atleta che combatte in MMA – che recentemente ha stretto un accordo con Eagle FC.

Non ci occupiamo di sport e la cosa non sarebbe rilevante, se non fosse che l’atleta ha deciso di farsi pagare, al 100%, in Bitcoin. Per un contratto che è di quelli importanti anche sul piano quantitativo. Secondo Lee stesso, la presenza di una possibilità del genere è stata fondamentale nell’arrivare all’accordo, aggiungendo che Bitcoin gli permetterà di avere una maggiore stabilità economica. Per un atleta che, sempre a sua detta, è in Bitcoin già dal 2017. Un’esposizione verso questo cripto-asset che lo avrebbe aiutato anche quando, in bisogno di un’importante operazione al ginocchio, ha potuto pagarla grazie a questo genere di risparmi.

Ultima chicca: quando viene pagato in dollari USALee ha ammesso di convertirli immediatamente in Bitcoin. Con questo nuovo contratto, però, non ne avrà bisogno. Il mondo dello sport ha un nuovo massimalista Bitcoin – segno che si procede ormai a ritmo sostenuto per l’adozione generalizzata.

È una notizia importante per Bitcoin?

Sì, anche se indirettamente. I volumi coinvolti sono poca cosa rispetto a quanto possiamo scambiare ogni giorno sul network di Bitcoin. Tuttavia sarà un’altra importante vetrina pubblicitaria per la principale criptovaluta al mondo. Una pubblicità che potrà raggiungere anche un pubblico che forse è ancora lontano dal mondo delle criptovalute.

Un passaggio, l’ennesimo, molto importante – segno anche del fatto che siamo ancora in una fase embrionale per quanto riguarda l’adozione di $BTC su vasta scala. Ci sarà ancora da divertirsi, a prescindere dal fatto che si sia appassionati di MMA o meno.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *