Home / Binance compra 200 milioni in Forbes | Un “ponte” per le Crypto

Forbes Binance - 200 milioni di investimento

Binance compra 200 milioni in Forbes | Un “ponte” per le Crypto

Gli exchange si stanno comprando tutto. Sarebbe questo il titolo giusto per la stampa tradizionale, che non ha ancora capito di far parte di un sistema economico vecchio, stanco e che non ha neanche più liquidità.

Binance entra nel capitale di Forbes, una delle riviste economiche più importanti del mondo, cifra che gli permetterà di essere azionista di un certo peso, che potrà esprimere anche 2 direttori su 9.

Forbes - 200 milioni di dollari di quote comprate da Binance
Binance entra, di prepotenza, in Forbes

Una notizia di portata enorme, perché almeno a nostro avviso lascia intendere anche quale sarà il trend di questo e dei prossimi anni, quando gli exchange di criptovalute che hanno liquidità in cassa continueranno ad acquistare, pezzo dopo pezzo, i diamanti della old economy.

200 milioni di dollari: investimento importante per chiunque ma forse non per le casse di Binance, che hanno una liquidità che forse anche i grandi gestori di fondi, oggi, possono sognare.

Sport, giornali e banche: i prossimi target del mondo cripto

L’investimento di 20 milioni di dollari da parte di Binance non è sicuramente qualcosa che passerà inosservato. Si tratta infatti del primo investimento di questo tipo da grande di un grande player del mondo delle criptovalute. Qualcosa che avrà un’eco importante e del quale, con ogni probabilità, continueremo a parlare anche nei prossimi mesi. La notizia è stata commentata direttamente anche da CZ, CEO di Binance, con un tweet laconico e significativo.

Investi nel nuovo e nel vecchio e collegalo con il mondo crypto. Binance compra 200 milioni di dollari di azioni in Forbes.

Tutto questo durante una fase cruciale per il gruppo editoriale, che sta cercando di rivedere le sue politiche di monetizzazione e mentre si trova in una fase relativamente complessa, collegata alla sua quotazione in borsa.

La quota acquistata da Binance permetterà al gruppo di esprimere ben 2 direttori su 9, cosa che si riflette anche nel modo in cui la linea editoriale del giornale viene gestita.

Questo potrebbe anche portare al classico soft power che i proprietari possono esercitare, anche in un paese con una tradizione di maggiore indipendenza della stampa come gli Stati Uniti d’America. Sarebbe altrimenti difficile capire la mossa di Binance.

Rimane il grande impegno degli exchange nel comprarsi pezzi interi della old economy. Cosa che ha riguardato già scambi di titoli finanziari, passando poi anche per banche e per media ma di dimensioni più ridotte. Nel complesso mosse che possono essere interpretate all’interno della medesima traiettoria. Una traiettoria che lascia davvero poco spazio alla fantasia.

Liquidità praticamente infinita: sarà un anno di compere

In un momento difficile per l’economia, chi ha dollari in cassa li spende per comprare asset durevoli. Se questa dovesse essere la stessa chiave di lettura di Binance e degli altri exchange e intermediari, potremo aspettarci per tutto il 2022 una serie di acquisti rilevanti.

Forse non sul livello dell’acquisto di una quota così importante all’interno di Forbes, ma comunque in grado di scuotere le fondamenta del vecchio mondo della finanza. Per chi tifa cripto, il divertimento potrebbe essere soltanto agli inizi.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *