Home / Ted Cruz: il Texas a trazione Bitcoin! | E attacca i “socialisti” contro $BTC

Cruz Texas Oasi Bitcoin

Ted Cruz: il Texas a trazione Bitcoin! | E attacca i “socialisti” contro $BTC

Ted Cruz torna, con quel fare outspoken che ormai gli è proprio, a difendere Bitcoin. O meglio, a farne una questione politica che dovrebbe contrapporre, questo almeno nella sua chiave di lettura, Repubblicani e Democratici.

Una questione politica che almeno fino a qualche settimana fa era estremamente più netta e con i contorni che hanno iniziato ad affievolirsi. Contorni che però tanto in Florida, quando in Texas disegnano un mondo Bitcoin a trazione fortemente Rep. Non piacerà a molti ma… pazienza. Perché più che dividere l’elettorato, pare che $BTC possa diventare un tema al quale nessuna forza politica sarà in grado di rinunciate.

Una situazione che potrebbe incoronare non un partito politico, ma Bitcoin come Re della diatriba. E potremmo puntarci con la piattaforma sicura eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito che offre il TOP degli strumenti FINTECH – intermediario che ci propone accesso a tutti i migliori strumenti per fare trading su 63+ cripto.

Abbiamo al suo interno anche quanto serve per operare sul mercato facendo trading automatico. Con il CopyTrader possiamo infatti investire copiando i migliori della piattaforma, oppure spiando ogni loro movimento. E potremo anche investire con gli Smart Portfolios, che invece offrono panieri cripto ben assortiti e già diversificati. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale di trading.

Ted Cruz vuole trasformare il Texas in un’oasi per Bitcoin (e cripto)

Non è la prima volta che Ted Cruz si schiera a favore di Bitcoin, e non sarà probabilmente neanche l’ultima, dato che il politico repubblicano ha confermato di voler spingere il Texas a diventare una sorta di oasi per Bitcoin e per il mondo cripto, dicendosi al tempo tesso molto soddisfatto dell’arrivo, in quello che è il suo stato di riferimento, di diverse imprese che si occupano di mining.

Bitcoin tema politico USA
Bitcoin è ormai un importante tema politico negli USA

Questione che era già politica prima, dato che dal lato Dem le riserve su Bitcoin sono decisamente più accese, e che Cruz punta a far diventare ancora più divisivo come tema, cogliendo l’occasione per lanciare una frecciatina (anche se forse sarebbe il caso di parlare di attacco aperto) all’altro fronte.

Non gli piace qualcosa che non possono controllare. Questa è la ragione per cui la maggioranza dei Democratici non ama Bitcoin. Perché Bitcoin non fa Dormire Elizabeth Warren la notte? Perché vorrebbe controllare ogni centesimo in ogni vostro conto in banca con le sue piccole e appiccicose dita socialiste.

Riferendosi a quella Warren che ritiene Bitcoin il nemico pubblico numero uno e che spesso conduce campagne FUD, attaccandolo una volta per il suo impatto ambientale (supposto), altre volte perché moneta di criminali e delinquenti.

La buona notizia, aggiungiamo noi, è che sembra che le posizioni di Warren stiano diventando minoritarie anche all’interno del mondo democratico. Con Cruz che gioca una partita difficile e a nostro avviso potenzialmente perdente, ovvero di legare Bitcoin ad una precisa posizione politica. Cosa che i dem non permetteranno di fare, data anche la popolarità crescente di Bitcoin, in particolare tra le fasce più giovani della popolazione.

Bitcoin sarà uno dei temi caldi delle midterm

Ovvero le elezioni che negli USA rinnoveranno sia diversi governatori sia parte del Congresso. IL tema è e e rimarrà caldo e dunque attirerà diversi candidati verso un’esposizione pubblica. Il tema vincente, almeno sul lato repubblicano, sembrerebbe quello di un appoggio incondizionato a $BTC, mentre sul lato Dem le cose sembrerebbero essere più articolate e più difficili.

Vedremo come si svilupperanno le posizioni politiche oltre quelle di Ted Cruz, che sta ormai costruendo da tempo una posizione Pro-Bitcoin, secondo qualcuno per scopi principalmente elettorali. E in Europa? Bitcoin diventerà presto un tema rilevante anche in campo elettorale? O continuerà a prevalere la paura di esporsi e magari di mettersi contro BCE? Staremo a vedere, anche se qualcosa a livello politico siamo sicuri che si stia già muovendo.

Ne abbiamo parlato proprio domenica scorsa con gli On. Davide Zanichelli e Luca Carabetta, impegnati ormai da tempo in prima linea per la promozione non solo di Bitcoin, ma di tutto il comparto. Qualcosa che ci permette di avere un seppur moderato ottimismo anche per quanto riguarda il nostro paese. Paese demograficamente anziano ma non per questo condannato a perdere un ennesimo treno.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *