Home / Goldman Sachs vorrebbe Celsius | Accordo con altri fondi

GOLDMAN SACHS CELSIUS

Goldman Sachs vorrebbe Celsius | Accordo con altri fondi

Goldman Sachs è ormai un player conosciuto e riconosciuto all’interno del mondo cripto, ma forse mai ci saremmo immaginati di vederlo come prestatore di ultima istanza al fine di interrompere una delle crisi più incredibili per una società del comparto cripto.

Secondo quanto è stato infatti riportato da Coindesk, la società starebbe cercando di mettere in piede circa 2 miliardi per l’acquisto degli asset forse non immediatamente liquidi della società Celsius, una di quelle in maggiore difficoltà nelle ultime settimane, società che al tempo stesso sarebbe alla ricerca di esperti di diritto fallimentare.

L’eventuale acquisto di Goldman Sachs sarebbe una buona notizia per il comparto, che potrebbe così togliersi dai pensieri uno dei fallimenti annunciati in seguito al crollo del comparto. Possiamo investirci con eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il TOP degli STRUMENTI di TRADING – intermediario che ci offre un listino di 75+ asset legati al mondo cripto, sul quale poter investire con strumenti innovativi.

Abbiamo infatti il CopyTrader, sistema che ci permette di copiare gli investitori oppure ancora di spiare come si stanno muovendo. Possiamo anche scegliere gli Smart Portfolios, che ci permettono di investire in panieri cripto già strutturati. Con 50$ possiamo passare al conto reale.

Goldman Sachs vola su Celsius

O queste almeno sarebbero le intenzioni del gruppo, sempre secondo quanto riportato da Coindesk. Gruppo bancario di primo profilo che starebbe raccogliendo circa 2 miliardi di dollari, cercando di coinvolgere anche i fondi cripto che si occupano do Web3, per la prima volta coordinati con quelli che in genere intervengono sulle società in difficoltà.

Goldman Sachs 2 miliardi
2 miliardi per acquisire parte degli asset

La somma da raccogliere per cercare di salvare Celsius è sicuramente importante, anche se potrebbe essere comunque un affare per quelle società finanziarie magari ancora lontane dal mondo di Bitcoin e delle criptovalute che al momento stesso hanno liquidità a disposizione per intervenire su un mercato che offre comunque poche opportunità.

Si tratterebbe comunque dell’acquisto di quanto valeva un tempo 12 miliardi in termini di prodotti in gestione e circa 8 miliardi di fondi propri dei clienti. Tutto questo mentre, sempre secondo le solite fonti, il gruppo starebbe cercando specialisti per affrontare il fallimento. Fallimento che è stato consigliato anche da Citigroup che è stata coinvolta in una prima analisi della situazione che riguarda l’azienda.

Il mondo cripto è davvero cambiato per sempre

Vedere l’impegno di un gruppo come Goldmans Sachs, in grado di coinvolgere altri attori importanti del mondo finanziario internazionale, vuol dire vedere un primo ingresso coordinato nel mercato da parte di intermediari e soggetti che forse non ci saremmo mai immaginati di vedere da queste parti.

Qualcosa di decisamente particolare e che potrebbe portare ad evoluzioni non sempre lineari e non sempre prevedibili per un settore che ormai è una parte della finanza a tutti gli effetti.

Senza che questo sia necessariamente un male per il mondo cripto, che in realtà da una sua maggiore finanziarizzazione potrebbe anche trovare quella stabilità che, fino ad oggi, ha faticato a trovare.

Tutto ovviamente però a seconda di quali saranno le modalità con le quali questa ulteriore evoluzione dovrà avvenire.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

4 commenti

  1. Ragazzi!!
    Ma gli americani a furia di buttar giù tramadolo, codeina e vicodin si sono bruciati il cervello??
    Avete sicuramente sentito ieri la notizia sulla legge sull’aborto??
    Altro che teorie complottiste!!
    Qui vogliono cancellare i diritti conquistati nel secolo scorso…….ditemi che siete preoccupati anche voi……

    • Andrea traverso

      A me la cosa che non riesco a capire è come i più grandi investitori stiano investendo su dollaro sapendo che il potere di acquisto è scendo in anni del 80% cioè investono su un qualocsa che non ha senso io presumo che andando avanti così in pochi anni vedremo davvero un problema di economia a livello epocali nulla ha più senso.

      • Andrea traverso

        Perche scegliere un investimento come il dollaro quando stai investendo per farlo salire e far salire i tuoi investimenti quando poi li spendi e perdi di valore che senso ha? Perche non investire e dare spazio a un economiancome il btc che sarà speculazione ma ragzzi andando avanti così sul forex possono speculare ancora poco perché poi il dollaro arriva ad un punto dove non puoi manco più speculare e a quel punto sarà da vedere come crolla e in contrasto come btc si comporta e spero sia talvolta bianche nasca una economia che si può reggere su qukca di concreto e non di finto come quella di oggi

  2. Questo si che si chiama fiuto per gli affari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *