Home / Celsius cambia team legale | E intanto chi era legato a 3AC…

NUOVI AVVOCATI CELSIUS

Celsius cambia team legale | E intanto chi era legato a 3AC…

Ancora qualche passo in avanti per Celsius, il progetto che con enormi difficoltà starebbe cercando di risalire in sella ed evitare di portare i libri in tribunale.

Dopo il (per molti spettacolare) pagamento a copertura delle posizioni su Maker, il gruppo avrebbe anche sostituito il team legale che lo sta seguendo nelle complicate operazioni, anche sul fronte della legge e delle obbligazioni verso terzi, di questo preciso momento della vita dell’azienda.

Un passo comunque in avanti (e vedremo dopo perché), che offre un minimo di spiraglio di relax a tutto il mondo delle criptovalute, mondo sul quale possiamo investire anche con eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il MEGLIO del FINTECH – intermediario che ci offre la possibilità di investire su 75+ cripto con strumenti unici nel panorama dei broker.

Abbiamo gli Smart Portfolios per chi vuole investire in modo diversificato sulle cripto, anche in combinazione con altre categorie di asset. E abbiamo anche il CopyTrader che ci permette di investire copiando i più bravi oppure anche di spiare cosa stanno facendo sui mercati. Con 50$ possiamo poi passare al conto reale.

Celsius cambia team legale: parla il WSJ

La vicenda di Celsius è ormai uscita dal mondo degli appassionati di criptovalute e ha raggiunto anche le grandi testate del mondo economico e finanziario. Ed è infatti proprio il Wall Street Journal ad offrire dei dettagli, citando fonti informate dei fatti, sul tentativo di ristrutturazione del gruppo che, fino a qualche tempo fa, era ritenuto lo quasi lo standard del mondo del crypto-lending.

Situazione complessa per celsius
Il recupero rimane ancora molto difficile

Secondo quanto viene riportato dall’importante giornale statunitense c’è stato un avvicendamento tra i team che seguono la ristrutturazione del gruppo. Fatto fuori lo studio Gump Strauss Hauer & Feld LLP per fare spazio a quelli di Kirkland & Ellis. Il tutto con l’obiettivo di dare una sferzata, anche in termini di credibilità, all’intero processo di ristrutturazione. O meglio, di tentativo di ristrutturazione, perché le condizioni del gruppo, anche sotto il piano finanziario, sarebbero ancora lontane dal poter essere dichiarate come sicure, affidabili e foriere di una prossima rinascita.

Rinascita che comunque rimane ipotesi assai remota, dato che il gruppo si trova ancora in una posizione piuttosto precaria e che avrà bisogno, con ogni probabilità, dell’intervento esterno e di iniezione di capitali per stabilizzare la propria posizione, nonostante abbia in realtà coperto le posizioni più gravose almeno on chain.

Il tutto, e in questo ci ripetiamo, con un piano che è purtroppo ancora poco chiaro e che non è stato condiviso né con il pubblico, né tanto meno con chi si trova ancora ad avere i fondi bloccati.

Nel frattempo i leader di 3AC…

Sarebbero irreperibili, almeno secondo alcuni procedimenti processuali. Chi, anche con un pizzico di arroganza, si mostrava come invincibile e come ago della bilancia del mondo cripto ha dovuto darsi alla macchia di fronte ad uno dei più spettacolari crack della storia del settore (e che con ogni probabilità verrà ricordato anche dal mondo della finanza classica).

Se effettivamente così dovesse essere, non sarebbe affatto un bel segnale non per la salute del fondo, che ormai è fuori da ogni possibilità di recupero, ma per la dignità dei personaggi coinvolti. Che così come soltanto qualche tempo fa non mancavano di far pesare la loro rilevanza, oggi forse dovrebbero mettere la faccia su un fallimento di queste proporzioni, che ha avuto effetti così pervasivi sul mercato e sulla fiducia degli investitori.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

One comment

  1. EXCUSATIO NON PETITA ACCUSATIO MANIFESTA.
    Affannarsi per sembrare innocenti, affannarsi per cercare di rimediare a un errore colossale li fa sembrare tutti colpevoli e lo sono, tutti, nessuno escluso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *