Home / FileCoin, analisi prezzi | Margini teorici fino al +70%

FileCoin, analisi prezzi | Margini teorici fino al +70%

Le quotazioni di FileCoin (FIL) stanno attraversando da quattro giornate una fase di provvisoria stabilizzazione (=ripetuti cambi di tendenza) nello spazio fra 5.90 e 5.30. Tale movimento si sta sviluppando in seno al più ampio braccio rialzista che, partendo dai minimi relativi del 22 ottobre a 4.78, ha finora oltrepassato il 23% di estensione.

Cominciamo subito col dire che il recupero di questi ultimi giorni non era atteso, e questo ne corrobora ulteriormente la valenza in prospettiva di ulteriori incrementi nel mese di novembre. Rispetto alla nostra analisi della scorsa settimana, infatti, abbiamo solo potuto constatare la rottura dell’ex resistenza principale a 5.59, evento che ha consentito al mercato di generare nuovi supporti e soprattutto nuove proiezioni rialziste, che andremo a definire con maggiore accuratezza su grafico a scansione intraday.

Su grafico a candele settimanali, invece, ci concentriamo in particolare sulle dimensioni raggiunte dalla singola candela dell’8 agosto. In quella settimana i prezzi oscillarono nell’ampio range fra 9.42 e 4.07, determinando sia la formazione degli attuali minimi dell’anno, a quota 4.07 appunto, sia la resistenza principale di medio/lungo periodo, sui massimi a 9.42. E’ un dato da tenere annotato per le prossime settimane, in quanto legittimerebbe aspettative di un recupero pari a circa il 70/75% dai valori attuali, anche solo per tornare a rivedere l’area prossima alla resistenza principale.

FIL/USD, grafico a candele settimanali. Prezzi fino al 1/11/22, ore 18.14, last 5.38

A beneficio dei neofiti, ricordiamo brevemente che la crypto FileCoin è stata lanciata nel 2017 da Protocol Labs, con un’offerta iniziale di monete (ICO) che aveva raccolto oltre $ 200 milioni, una delle ICOs più di successo nella storia delle crypto. In Italia dal 2021 è possibile scambiarlo su alcune delle più avanzate piattaforme di trading.

Il progetto si propone di incentivare gli investimenti nello storage su una rete decentralizzata. Una delle sue caratteristiche principali è infatti la creazione di un sistema di prezzi basato sul mercato, in cui i fornitori di storage possono impostare i propri prezzi e gli utenti possono scegliere l’opzione più conveniente.

Gli utenti possono guadagnare FileCoins fornendo spazio di archiviazione sui propri dispositivi, e utilizzare le monete guadagnate per pagare i servizi di archiviazione. Ciò consente una forma di archiviazione dei dati più distribuita e sicura, non dipendente da server o database centralizzati.

Filecoin offre opzioni di sicurezza personalizzabili e, poiché opera su una rete senza autorizzazione, chiunque può unirsi al suo ecosistema e partecipare all’archiviazione e al recupero dei dati. Il prezzo di Filecoin è anche legato alla quantità di spazio di archiviazione utilizzato sulla rete, proprio per creare una sorta di incentivo all’investimento in risorse di archiviazione.

FIL/USD, grafico a barre da 30 minuti. Prezzi fino al 1/11/22, ore 18.12, last 5.43

Su grafico a barre da 30 minuti possiamo notare come i prezzi si trovino già adesso in zona di probabile reazione, vicini al primo supporto che fissiamo in area 5.30/5.37. Sia tale livello che quello di supporto principale, posto adesso a 4.73/78, costituiscono livelli di probabile ripartenza del rialzo, in quanto si tratta dei punti ove si stanno concentrando gli ordini dei compratori.

Il segnale tecnico è long su test dei supporti, in ogni caso da rilevazioni non superiori a 5.47. Le proiezioni indicano obiettivi a 6.06 e 6.67. Al raggiungimento del target principale dovremo appurare, previa nuovi aggiornamenti, se ci siano fin da subito le condizioni per ulteriori allunghi. Lo scenario verrebbe annullato solo dall’eventuale cedimento del secondo supporto, mediante semplice violazione di quota 4.73 senza attendere alcuna conferma. Quando sono le 18.30 CET di martedì 1 novembre, FIL viene scambiato sui migliori crypto exchanges mondiali a 5.42 dollari, in calo del -0.18% su base giornaliera.

Info su Federico Dalla Bona

Analista tecnico indipendente. Dal 2002 è autore di analisi per testate web, consulenti finanziari e traders privati. Opinionista TV su ClassCNBC, di formazione informatica, si occupa di personal tutoring e sviluppo di Trading Systems.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *