Home / Nuovo ciclo BULLISH per Bitcoin e crypto | Per l’ESPERTO saranno gli altcoin a…

NUOVO CICLO BITCOIN CRYPTO

Nuovo ciclo BULLISH per Bitcoin e crypto | Per l’ESPERTO saranno gli altcoin a…

Non sarà il tasso di interesse ad uccidere tech e crypto. E non sarà Bitcoin la star del prossimo ciclo. Queste le opinioni di Raoul Paul, analista un tempo ai piani alti di Goldman Sachs e che oggi non manca di tenere aggiornata la sua folta schiera di fan tramite una seguitissima newsletter.

Tante buone notizie per il comparto, che andremo ad analizzare una per una, anche per capire quale sia il punto effettivo di Raoul Paol e quali possono essere gli spunti interessanti per chi guarda al mercato delle criptovalute e di Bitcoin. Un mercato che ha disperatamente bisogno di buone notizie per ripartire.

Chi vuole posizionarsi anche in relazione alle opinioni di Raoul Paul, può farlo anche con Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il TOP degli STRUMENTI PREMIUM di TRADING – per un intermediario che offre nel complesso 476+ asset crypto – tutti scelti tra i migliori asset del comparto, anche in ottica futura.

Con Capital.com possiamo investire anche sfruttando le migliori piattaforme del settore, come MetaTrader 4 e TradingView, in aggiunta ad un WebTrader che include comunque ottimi strumenti di analisi, insieme a quanto viene offerto dall’intelligenza artificiale esclusiva. Con 20€ possiamo passare al conto reale di trading.

Raoul Paul: non sarà soltanto stagione di Bitcoin, ma delle cripto

Di teorie, in qualche migliaio di parole di testo pubblicato da *Raoul Paul** ce ne sono in realtà diverse, tutte forse meritevoli di venire discusse. Le analizzeremo una per una, come d’altronde merita un pensiero articolato di questo tipo, che può offrire un’analisi aggiuntiva sul mondo finanziario legato a Bitcoin e criptovalute.

  • Una situazione simile alla fine della Seconda Guerra Mondiale

La premessa è di quelle forti. I mercati finanziari in generale – e non solamente legati al mondo cripto e Bitcoin – starebbero vivendo una situazione molto simile a quella presente alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Quando la Seconda Guerra Mondiale è finita, il mondo si è trovato in una situazione simile a quella di oggi. Debito alto, tassi reali negativi, allocazione di capitali guidata a livello fiscale e avanzamenti tecnologici molto rapidi: tutti presenti allora e tutit presenti oggi. Per questo motivo il parallelo per il nostro prossimo decennio è secondo me quello tra il 1945 e il 1965. Giù, ma poi su (anche se meno..)

Un punto di vista singolare, che ad avviso di chi vi scrive però manca un punto fondamentale: finita la guerra il mondo fece i conti anche con una popolazione in età da lavoro praticamente decimata e in un più facile accesso al capitale. Ma andiamo avanti.

Guardiamo all’inflazione, entrambi i periodi hanno avuto problemi per domanda/offerta, mentre il mondo ha provato ad emergere dalla guerra e dalla pandemia e le fabbriche hanno iniziato a riaprire. Credo che vedremo una conseguenza comparabile: l’inflazione collasserà (probabilmente in territorio negativo) e ci sarà un rimbalzo più basso, prima di inserirsi in un range basso.

E poi sulle azioni, sempre comparando i due periodi:

Le azioni sono balzate in alto con l’annuncio della guerra (stesso della pandemia), l’economia è poi caduta in recessione subito dopo la fine della guerra, con una correzione del mercato di circa il 20%. Teniamo conto del fatto che questo è stato allora il bottom del ciclo, con una crescita di 5 volte nella decade successiva.

E sul rialzo dei tassi di interesse:

Sulla stron**ta dei tassi di intresse. I tassi di interesse alto sono un falso problema. Molti non saranno d’accordo, ma il fatto che i tassi siano alti non è un problema per il settore tech o per il mercato in senso più ampio. E questo è il motivo per il quale non mi interessa se i tassi rimarranno alti (diciamo il 3%, anche se credo che saranno più bassi).

La teoria di fondo qui è che il fatto che i tassi siano al rialzo sia più importante del valore assoluto dei tassi.

Mi avete sentito dirlo molte volte: è il ritmo del rialzo dei tassi che è importante, non il livello degli stessi. È una str***ata totale dire che se i tassi rimarranno al 4% allora le azioni growth e le cripto.. etc.. soffriranno senza fine. Il mondo non funziona così. Potete anche eliminare questa fesseria del costo del capitale. L’adozione della tecnologia è troppo rapida per preoccuparsi di ciò.

Nuovo ciclo Bitcoin altcoin
Il nuovo ciclo? Occhio agli altcoin

Una lettura originale, che porta poi ad una conclusione altrettanto curiosa su Bitcoin e cripto

La lettura è originale. E anche un po’ rincuorante, perché quanto detto per il settore tech poco sopra è valido anche per il mondo delle criptovalute. Sul quale Raoul Paul si è espresso con questi toni, decisamente più positivi di quelli che siamo abituati a leggere in questi ultimi tempi.

Paul Tudor disse una volta che quando i rubinetti vengono riaperti, vuoi sostenere il cavallo più veloce. Nel caso del 2020/21 era Bitcoin. Questa volta sarà il mondo cripto in generale.

Una conclusione che francamente non abbiamo capito. In termini di crescita assoluta ci sono stati diversi progetti che hanno fatto meglio, tra 2020 e 2021, di Bitcoin. Che non è stato il cavallo più veloce, ma quello più solido se vogliamo. In che senso, secondo Raoul Paul dice che questa volta interesserà il mercato cripto più in generale? Fateci sapere la vostra, e diteci anche se l’analisi di Paul la trovate sul pezzo, o comunque interessante, oppure no.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti
Notificami
guest

1 Comment
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Emanuele Barutti
Emanuele Barutti
1 mese fa

Secondo me in parte a ragione ,quando si avrà nettamente la sensazione di essere in bull market ,oltre i retail anche gli istituzionali si buttare a Capofitto su alt solide come Matic ,Bnb ecc ma anche su meno capitalizzate ma molto promottenti come Egld ,Sand ,Mana ,sapendo appunto che cn un marketcap ridotta con pochi milioncini le spingi sulle stalle,ma poi riscenderanno a capofitto come quest’anno li sempre ricordarselo