Home / Bitcoin fa il bis a LUGANO | Annunciato il secondo Plan B Forum

PLAN B FORUM 20 21 ottobre 2023

Bitcoin fa il bis a LUGANO | Annunciato il secondo Plan B Forum

Ci sarà una nuova edizione del Lugano Plan B. Questo è l’annuncio diffuso da Tether sul suo blog ufficiale. L’appuntamento è per il prossimo 20 ottobre 2023, quando nella città ticinese si riunirà di nuovo il gotha del mondo Bitcoin, nonché quello che ruota intorno anche a Bitfinex e Tether.

Una buona notizia, per un evento vicino a casa nostra e che in molti italiani hanno seguito anche durante la precedente edizione, la rima del suo genere, a celebrazione e suggello di quanto fatto dalla città nell’ultimo anno in termini di adozione di Bitcoin.

Una buona notizia per tutto l’ecosistema Bitcoin, che pur ha bisogno di queste buone notizie in un momento piuttosto duro sul mercato. Possiamo trovare Bitcoin anche sulla piattaforma Krakenvai qui per ottenere un conto gratuito accessibile in pochi minuti – intermediario che ci permette di acquistare direttamente $BTC per poi trasferirlo anche al di fuori della piattaforma se volessimo procedere con una più corretta autocustodia.

Sempre con Kraken abbiamo la possibilità di versare Euro da convertire poi in Bitcoin sia via carta sia invece tramite bonifico, anche istantaneo, per un exchange che offre il top dei servizi per chi vuole procedere all’acquisto e anche alla vendita.

Lugano Plan B: ci sarà un secondo Forum nel 2023

Dopo il discreto successo della prima edizione, ecco che Tether annuncia tramite il suo blog l’intenzione di ripetere l’esperienza, insieme alla città di Lugano, l’esperienza del Forum che ha avuto la sua prima edizione quest’anno.

Già possibile acquistare i biglietti

L’appuntamento per il forum su Bitcoin è stato fissato per il 20-21 ottobre 2023, in una due giorni che punterà, dice il blog, a ripetere un’esperienza che è stata di grande successo, con oltre 2.000 partecipanti.

I biglietti sono già in vendita e lo saranno a prezzo con sconto speciale fino al 31 gennaio 2023, o fino ad esaurimento scorte. I biglietti si possono acquistare tramite il sito ufficiale.

È stato un onore ospitare speaker così importanti e ospiti da tutto il mondo nella nostra città e siamo felici di ospitare il secondo Plan B Forum ad ottobre 2023. Le persone, qualunque sia la loro provenienza, sono sempre più interessate ad imparare come la democratizzazione della finanza può rendere le loro vite migliori, e sono felice che la nostra innovativa città di Lugano possa facilitare queste conversazioni e questo apprendimento.

Questo il commento del sindaco di Lugano Michele Foletti, al quale seguono le parole di Paolo Ardoino di Tether:

Il primo Plan B di sempre è stato un enorme successo che ha superato tutte le nostre aspettative e quindi siamo felici di rifarlo nel 2023. Abbiamo avuto così tanti incredibili speaker e partecipanti, che hanno stimolato discussioni importanti sull’adozione di Bitcoin, e non vedo l’ora di costruire il programma per un Plan B ancora migliore quest’anno.

In attesa di altri dettagli

Ci sarà ora tempo per l’arrivo di ulteriori dettagli, a partire dagli speaker e per finire sugli sponsor e sui partecipanti all’organizzazione. L’edizione dell’anno scorso aveva visto la partecipazione anche di Polygon e di tanti altri importanti partecipanti dello spazio cripto in generale e, chiaramente, più nello specifico su Bitcoin.

Staremo a vedere chi, come e quando sarà organizzato l’evento. Chi si fida intanto delle parole di Paolo Ardoino, sa dove acquistare il biglietto.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti
Notificami
guest

1 Comment
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Virgil
Virgil
1 mese fa

Il piano B a Lugano sembra più riferito al “lato B”, visto che i personaggi in questione meriterebbero una valutazione più approfondita sulla questione della fiducia. Senza contare che chi della città gestisce i patrimoni (Sindaco, Comune e i soliti vari lobbisti) non capiscono un tubo di cryptovalute (basta leggere le loro interviste sui giornali locali o vederli rispondere alle trasmissioni televisive della RSI (primo canale della televisione pubblica ticinese).
Sarà il solito buco nell’acqua della città, capace negli anni di far sparire tantissimi milioni dei contribuenti e di gestire allegramente le proprie ricchezze.