Home / Cronos: mercoledì arriva aggiornamento Galileo! | $CRO vola a +10% – tutti i dettagli

CRONOS CHAIN VOLA

Cronos: mercoledì arriva aggiornamento Galileo! | $CRO vola a +10% – tutti i dettagli

Dolci novità attendono gli appassionati di Cronos (e conseguentemente anche di $CRO). Mercoledì prossimo, 18 gennaio, avremo infatti l’upgrade a Cronos V1.0, nome in codice Galileo, che porterà diverse novità sul network, principalmente in termini di performance dei nodi e dunque dell’intero ecosistema.

Tra le novità già annunciate un nuovo sistema di priorità per la mempool, miglioramento dell’ottimizzazione dello storage e maggiore interoperabilità. Una serie di novità che potrebbe avere anche dei riflessi interessanti sul prezzo di $CRO, magari cavalcando la scia di una settimana molto interessante in termini di prezzi.

Cronos $CRO è disponibile sull’omonimo exchange. Crypto.comvai qui per aprire un conto gratis con 25$ di BONUS ESCLUSIVO ne permette sia la vendita che l’acquisto, insieme ad un nucleo di servizi che lo vedono protagonista anche per ottenere migliori condizioni e commissioni.

Cronos si aggiorna (ed esce dalla beta?)

Finalmente ci siamo. Tra meno di 2 giorni avremo la versione 1.0 di Cronos e della sua chain, per una serie di aggiornamenti che poteranno un po’ di sereno soprattutto sugli utilizzatori concreti di tale chain. Sono diversi i miglioramenti che sono stati già annunciati, che elenchiamo in breve con la promessa poi di tornarci quando saranno immediatamente operativi.

  • Priorità mempool

Ovvero del bacino dal quale i produttori di blocchi pescano le transazioni da inserire. Questa ottimizzazione dovrebbe portare, secondo le previsioni, ad un incremento delle TPS, ovvero delle transazioni al secondo che il network può sostenere.

L’aggiornamento spinge i mercati
  • Ottimizzazione storage dei nodi

Che dovrebbe portare, sempre secondo i test già effettuati, ad una riduzione del 30% dello storage necessario per i full node.

  • Miglioramento delle performance dei nodi

Che dovrebbero portare ad una riduzione dei tempi di start-up per i nodi del 50$.

  • Implementazione nuove funzioni Cosmos

Che saranno principalmente di preparazione ad una migliorata interoperabilità tra EVM e Cosmos.

Un nucleo di novità molto importanti per il funzionamento del network, che incontrerà in primo luogo l’entusiasmo di chi gestisce nodi, che si troverà a dover garantire risorse decisamente minori a parità di prestazioni.

  • Cosa dovranno fare gli operatori di nodi

Tutti i nodi, una volta che sarà annunciato l’aggiornamento, dovranno aggiornare a cronosd 1.0.2, aggiornamento necessario per rimanere in sync con la chain. L’aggiornamento, secondo la documentazione già diffusa, non deve essere effettuato prima del raggiungimento del target block per l’aggiornamento.

Tra le altre cose gli sviluppatori di Dapps su Cronos possono già testare quanto verrà implementato sull’apposita testnet fornita da Cronos.

Un passo in avanti per Cronos. Si rifletterà anche sul prezzo di $CRO?

Si tratta di un passo in avanti molto importante per Cronos, che potrebbe aprire ad una nuova stagione di recupero di livelli di prezzo più interessanti. Nel momento in cui scriviamo $CRO viene scambiato a +10% rispetto ai prezzi che si erano fatti registrare 24 ore fa.

Segno che l’aggiornamento ha sicuramente già iniziato a sortire, almeno in termini di aspettative, i suoi effetti. Occhio alle correzioni sempre – in genere innescate quando ci sono cambiamenti di prezzo così repentini. Per il resto si tratta genericamente di un’ottima notizia per il futuro di Cronos, che continua ad andare avanti nonostante un bear market che sta causando difficoltà di sviluppo a molti dei progetti analoghi.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments