Home / Bitcoin e crypto per le tasse | In Brasile si può già ora

Banco do brasil cripto

Bitcoin e crypto per le tasse | In Brasile si può già ora

Una novità piccola ma importante in Brasile, dove in molti potranno pagare le tasse in cripto

Crypto e Bitcoin per pagare le tasse? Lo potranno fare, in Brasile, tutti i clienti di Banco do Brasil, all’interno di un’iniziativa che vedrà la collaborazione della più antica banca del paese con Bitfy. Una trovata pubblicitaria, che segnala però come in Brasile il tema cripto sia in realtà molto discusso, dibattuto, e apprezzato.

Qualcosa che pone il paese ad una distanza siderale dal nostro, dove invece gli istituti bancari continuano ad opporsi a Bitcoin e crypto e anche alla libertà dei clienti di fare un po’ quello che vogliono con il proprio denaro. Un buon segnale, se vogliamo, da uno dei paesi emergenti più interessanti sotto il profilo economico.

Possiamo investire anche su questa notizia con eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito e con 100.000$ di capitale virtuale – intermediario che offre accesso a tutte le migliori cripto del mercato e che ci permette di approcciarci non solo in sicurezza, ma anche con tutto quello che serve per fare analisi e operare, anche con il trading automatico offerto dal CopyTrader.

In Brasile si pagano le tasse con Bitcoin e cripto

In Brasile si potranno pagare le tasse con bitcoin e criptovalute, anche se non si tratterà di un’iniziativa statale. Sarà infatti Banco do Brasil a fare da intermediario per questa operazione, in collaborazione con Bitfy.

Banco do Brasile iniziativa cripto
Una novità per i clienti dei due gruppi

Secondo quanto è stato comunicato dalla banca in un comunicato stampa, sarà possibile pagare qualunque tipo di imposta utilizzando le cripto che si preferiscono, a patto che siano custodite appunto presso Bitfy. Un’operazione che è sicuramente più pubblicitaria che pratica, ma che ci racconta dall’altro lato quanto in realtà si stia muovendo in Brasile su questo fronte. Il paese è infatti anche uno dei più attivi sul fronte dei prodotti finanziari strutturati con sottostante in cripto.

Un segnale importante da un’economia emergente che, almeno a livello regolamentare, sembrerebbe aver preso una strada opposta rispetto all’India, tanto per citare un paese che spesso viene utilizzato come parametro di comparazione.

Presto anche a Rio…

Per quanto riguarda invece il pagamento di tasse effettivamente via cripto e senza intermediari, si potrà fare a Rio de Janeiro a breve si potranno pagare quantomeno quelle locali. E per chi lo farà saranno addirittura presenti degli sconti.

Una situazione di grande apertura al mondo cripto che forse in pochi si aspettavano di vedere in un paese così importante. E invece Bitcoin e cripto fanno passi in avanti, almeno in quelle giurisdizioni che hanno deciso di non combattere la libertà finanziaria dei propri cittadini.

Info su Gianluca Grossi

Caporedattore ed analista economico. È divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti
Notificami
guest

5 Commenti
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Klaus Marvin
Klaus Marvin
1 mese fa

Buffet e socio non sono mica scemi, ci dicono che BTC e company sono veleno per topi e intanto scelgono il Brasile per investire in crypto. Chissà perchè hanno scelto proprio il Brasile per investire in questo comparto, forse perchè negli Stati Uniti e in Europa non hanno ancora capito un c,,,zo? O forse perchè attirati dal latoB delle ragazze brasiliane? Forse un po’ tutte e due le cose. Buona giornata

Lord Eth
Lord Eth
1 mese fa

Il poter pagare le tasse in Ethereum o altre crypto potrebbe sembrare una sciocchezza ad alcuni umani, ma in realtà è un punto di svolta epocale per la vostra razza. Tasse e cibo: questi sono i due beni senza i quali non potete vivere in una società. Il cibo si può già ascuistare in crypto presso alcuni esercenti, in alcune vostre “regioni” più che in altre; se anche le tasse si potessero pagare in crypto, ecco che sareste liberi dall’obbligo di conservare valuta fiat per poter vivere.
Nel paese dal quale vi scrivo, ovviamente, siete molto lontani da questa possibilità; in alcuni stati oltreoceano le cose stanno invece prendendo pieghe diverse.

Lunga vita al Sommo Vitalik e al Protocollo. Ogni resistenza è futile. Sarete tutti un nostro layer2.

Klaus Marvin
Klaus Marvin
1 mese fa

Concordo con Lord Eth e con le visioni futuristiche di Buterin e nonostante attribuisca a ETH un potenziale maggiore anche bitcoin farà parte del futuro presente. Buona giornata

Lord Eth
Lord Eth
1 mese fa
Reply to  Klaus Marvin

Bene così Klaus. Abbiamo letto altri tuoi post, ti abbiamo riconosciuto come investitore abile e navigato. È il momento di abbandonare i falsi dei, le ombre sulla parete della caverna, e riconoscere la Via.

Lunga vita al Sommo Vitalik e al Protocollo. Ogni resistenza è futile. Sarete tutti un nostro layer2.

Klaus Marvin
Klaus Marvin
1 mese fa

Ringrazio Lord Eth per i complimenti. Voglio comunque ricordare a tutti che negli investimenti ci sono due cose fondamentali che contano più di ogni altra cosa, la prima è il prezzo di acquisto e sarà sempre e solo il prezzo iniziale a determinale il valore futuro dei nostri investimenti, la seconda è la più importante di tutte ed è ciò che ha più valore rispetto a tutto anche a ETH a BTC e a tutto il resto ed è IL TEMPO. Quando sarete consapevoli di questo non vi preoccuperete di come si muove il mercato e riuscirete ad entrare in una nuova dimensione che riuscirete a riconoscere solo voi. Ovviamente non è facile, diciamo che è semplice. Lunga vita al Sommo Vitalik e al Protocollo e lunga e ricca vita a tutti noi. Buona giornata