Home / Bitcoin: chiuso Febbraio a +43,71% e sesto mese in verde | Analisi

BITCOIN
bitcoin

Bitcoin: chiuso Febbraio a +43,71% e sesto mese in verde | Analisi

Bitcoin chiude Febbraio a 43,71% registrando il miglior mese dal Dicembre 2020. Al prezzo attuale dista poco meno dell'11% dal suo massimo storico. Questo movimento sta anticipando la bull run dell'halving

Il rialzo in corso di Bitcoin (BTC) sembra non avere più freni. Nella settimana che si avvia alla conclusione, ha ripreso la scena che era passata momentaneamente ad Ethereum.

Bitcoin al momento di questa stesura, quota 61.800$ e su base annua ha un incremento del 46,60%, mentre su base weekly sta registrando una crescita del 19,80%. Per trovare un andamento settimanale migliore, bisogna risalire a metà Marzo dell’anno scorso, quando Bitcoin registrò un aumento del 26%, con il prezzo ancora al 28.000$.

Bitcoin porta il rialzo annuo a +46%

La crescita è spinta dall’immensa forza data dalla raccolta degli ETF Spot BTC negoziati negli Stati Uniti. I dati relativi all’AUM, cioè il valore totale gestito da questi ETF è arrivato a sfondare i 26 Miliardi di dollari e le previsioni di afflussi continuano a restare alte.

Registra il suo miglior Febbraio

Bitcoin monthly returns
Bitcoin monthly returns

A livello statistico, Bitcoin ha chiuso il miglior mese di Febbraio della sua storia con +43,71% nel pair BTCUSD, come si osserva dalla tabella allegata. Inoltre chiude il suo sesto mese consecutivo in positivo, un evento che si è verificato solo in tre occasioni precedenti. L’ultima è stata tra Ottobre 2022 e Marzo 2021, mentre le altre due volte sono state nel 2012 e nel 2013.

Con la performance di Febbraio, Bitcoin ha ulteriormente confermato la tendenza storica positiva di questo mese, registrando undici chiusure in positivo su quattordici. Tuttavia, nel confronto con Ethereum, Bitcoin non ha tenuto il passo, dato che ETH ha chiuso Febbraio con un incremento del +46,50%.

Lo scenario sul grafico mensile

Analizzando il grafico monthly di Bitcoin, la crescita registrata a Febbraio è chiaramente visibile. Per trovare un aumento mensile superiore, dobbiamo risalire a Dicembre 2020 e, prima ancora, a Maggio 2019.

Bitcoin (BTCUSD) – Monthly Marzo 2024

Dal punto di vista tecnico, Bitcoin ha superato tutti i livelli di resistenza che avevamo evidenziato nella nostra analisi di sabato scorso, quando quotava ancora 51.000$ e veniva da una settimana abbastanza anonima a livello di movimenti.

Dal grafico possiamo vedere il prezzo ha superato il livello in area 57 – 58.000$ che avevamo indicato:

..target rialzista verso l’estensioni di Fibonacci del 2.618 in area 57.000$, area che coincide anche con un livello di resistenza statica..

Alessandro Lavarello – Trader professionista e analista di Criptovaluta.it

Due giorni fa, Bitcoin ha registrato un massimo 64.000$ avvicinandosi anche al livello statico dei 65.400$. In questo scenario rialzista, appare plausibile che si possa raggiungere un nuovo massimo storico (ATH) prima dell’halving previsto per metà Aprile.

Se ciò dovesse verificarsi, si assisterebbe a una deviazione dallo schema frattale osservato nei precedenti halving. Sebbene al momento resti un’ipotesi, la forza attuale del prezzo suggerisce che tale eventualità debba essere presa in considerazione.

Lo scenario sul settimanale

Passando ad analizzare la situazione sul grafico weekly, si ha una miglior evidenza del trend rialzista in atto, partito dai minimi di Novembre 2022. Nel corso della prima parte del 2023, il rialzo di BTC si è costruito in swing con pause e ripartenze, fino al breakout della resistenza in area 32.000$ a fine Ottobre.

Bitcoin (BTC) -
Bitcoin (BTC) – Weekly 02 Marzo 2024

Dal prezzo attuale, per raggiungere il massimo storico è necessaria solo una crescita dell’11%, che corrisponde a poco più della metà del rialzo registrato nell’attuale settimana. Di conseguenza, è possibile che si possa andare a dormire una sera e svegliarsi il giorno dopo con il prezzo di Bitcoin che ha raggiunto o superato il massimo storico.

Aggiornamento supporti di lungo periodo

La valutazione del lato supportivo di Bitcoin, la eseguiamo sul lungo medio – termine.  Ovviamente, i due principali livelli di supporto si sono alzati e li ricaviamo dai ritracciamenti di Fibonacci, applicati al vettore che va dal minimo di Novembre 2022 a 15.479$ fino al recente massimo.

Il primo livello di supporto per Bitcoin, corrispondente al 38.2% di Fibonacci, si trova a 45.500 dollari. Il supporto principale invece è situato al 50% di Fibonacci  e passa a 40.000 dollari. Solo un eventuale breakdown di quest’ultimo livello potrebbe indicare l’inizio di una fase di inversione del trend in atto.

Rilfessioni sugli indicatori e l’ipercomprato

La situazione dei principali indicatori di forza, quali l’RSI, lo Stocastico, il Commodity Channel Index e ii Williams %R, per citarne alcuni, indica ovviamente situazioni di ipercomprato sui time frame che vanno dal daily in su.

La riflessione che possiamo fare, che spesso abbiamo riportato nei nostri articoli di analisi tecnica per spiegare il funzionamento e l’uso di questi indicatori, è che le situazioni di ipercomprato e ipervenduto non sono segnali automatici di inversione di trend, perché non si sa mai per quanto tempo queste condizioni possono prolungarsi. L’attuale situazione del Bitcoin ne è un esempio.

In allegato riportiamo il grafico daily del Bitcoin, con la strategia di trading ‘RSI Crypto veloce’ presentata nella nostra guida alle strategie di trading. Questa strategia lavora sulla forza del mercato ed è entrata in trade, come si può osservare dal relativo indicatore RSI  nella parte inferiore del grafico.

Per eventuali inversioni del trend, sarà uitile intervenire, se vi saranno evidenze date da possibli pattern grafici dati da figure o candlesticks.

Iscriviti
Notificami
guest

2 Commenti
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Klaus Marvin
Klaus Marvin
1 mese fa

Per quanto riguarda la DEFI ha detto bene Gianluca Grossi che le banche cercheranno di cavalcare il fenomeno e faranno bene ad adeguarsi e a collaborare perchè questo sistema finanziario dovrà subire notevoli cambiamenti se vorrà sopravvivere, in primis si dovrà smettere di considerare l’Italia e altri numerosi Stati come società per azioni in cui le maggiori speculazioni avvengono ai danni dei loro cittadini e anche per questo motivo che ci sarà sempre maggior controllo, sempre più telecamere e sono sicuro che si stanno attrezzando anche per capire cosa stiamo pensando per impadronirsi delle nostre menti. Per facilitarli in questo momento io sto pensando alla F…

la mamma di Antonio
la mamma di Antonio
1 mese fa
Reply to  Klaus Marvin

Grande Klaus, oggi a pranzo abbiamo brindato eh? 🙂
Comunque anche io penso spesso alla Filantropia!