Home / Bitcoin: halving, ETF e fuga dagli exchange. La ricetta per lo shock nell’offerta, secondo 21Shares!

Bitcoin: halving, ETF e fuga dagli exchange. La ricetta per lo shock nell’offerta, secondo 21Shares!

Nel report di 21Shares una lettura molto ottimista sul futuro di Bitcoin dopo l'halving.

Manca ormai un mese, ed è già febbre da halving. Sul tema è recentemente intervenuta anche 21Shares, società di gestione di capitali che opera con diversi ETP/ETN in Europa sul mondo crypto e Bitcoin e che insieme a ARK ha anche un ETF Bitcoin Spot quotato negli USA.

Un report che vale la pena di analizzare, almeno nella parte dedicata al possibile ciclo che l’halving farà partire e che – almeno secondo questo gestore – potrebbe avere un impatto parabolico – e addirittura aumentato rispetto ai precedenti. Dietro questo ciclo anomalo ci sarebbe la presenza degli ETF, che hanno dimostrato di poter attirare capitali importanti e che, nonostante un certo rallentamento in questa settimana, continuano a offrire spunti per un sentiment positivo.

Puoi venire a discutere di halving, dell’eventuale ciclo che potrà innescare e anche di altre notizie Bitcoin e crypto che potrai riceverai in anteprima sul nostro Canale Telegram.

21Shares: sarà un halving Bitcoin diverso

Ormai tutti dovremmo sapere cos’è l’halving. Ogni 210.000 blocchi e dunque ogni 4 anni, la ricompensa fissa per i miner Bitcoin viene dimezzata. Senza scendere nei dettagli del funzionamento, basterà dire che l’emissione di nuovi Bitcoin si riduce del 50%. È pur sempre presente – e dunque la base monetaria di Bitcoin aumenta – ma in modo decisamente più lento.

A questo evento, che si ripete appunto ogni 4 anni, sono storicamente associati dei cicli rialzisti, che in diversi tra gli investitori e gli analisti si aspettano anche questa volta.

21Shares, una delle società più attive nei prodotti finanziari con Bitcoin e crypto come sottostante, crede addirittura che sarà un halving ancora più importante degli altri.

Sulla pressione lato acquisto:

Stiamo sperimentando in Bitcoin una crescita sostenuta nel corso delle settimane più recenti, con gli ETF che hanno catalizzato un interesse crescente su questo asset, attirando più di 10 miliardi di dollar in questo frangente.

21shares

Il tema è noto: i miliardi ora sono ben più di 10 anche al netto di Grayscale e nonostante performance non al top in questa settimana, il caso bullish sul medio e lungo periodo dovuto agli ETF rimane.

Con un contesto del genere, le proiezioni di 21Shares rimangono su una pressione lato acquisto che finirà per aumentare, per quanto i ritmi siano incerti. L’arrivo di nuove banche e broker che offriranno il prodotto contribuiranno però all’arrivo di nuovi capitali e nuovo interesse nell’asset.

C’è poi la questione lato offerta. Questa diventerà meno liquida, perché per l’appunto da un lato abbiamo la riduzione della produzione di Bitcoin, dall’altro sia la diminuzione dei Bitcoin presenti sugli exchange, sia invece una maggiore attitudine all’holding da parte di chi ne ha già.

Investi con ByBit

💰BONUS di 30.000$ per i nostri lettori - Ref code: CRIPTOVALUTA

✅Verifica il conto per USDT Gratis

🥇Miglior Exchange con CopyTrading

🎯Trading con Leva, Launchpad, Launchpool

Lo scenario coincide con un una quantità di Bitcoin sugli exchange ai minimi da 5 anni, cosa che rinforza il caso per un supply shock imminente.

21shares
Bitcoin su exchange
In arancione i Bitcoin sugli exchange

E poi aggiungono:

Se questo trend persisterà, Bitcoin dal lato dell’offerta sarà sempre meno liquido, ponendo le basi per un supply squeeze e una potenziale crescita durante una bull run parabolica.

21shares

Una lettura non nuova

È una lettura certamente non nuova, che però data l’istituzionalità dei personaggi coinvolti è certamente da considerare e da discutere.

Facci sapere la tua, sia qui nei commenti, sia sui nostri canali social. È davvero in arrivo lo shock dell’offerta?

Iscriviti
Notificami
guest

2 Commenti
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Lorenzo Marocchi
Lorenzo Marocchi
24 giorni fa

tanti fattori ci girano attorno.. halving da non sottovalutare, domanda offerta tra istituzioni e privati, holtdare con visioni a lungo termine, banche in difficoltà nel mondo fiat. Mercati che stanno andando in crisi, guerre e scontri fra stati, economia che a breve, a mio avviso inizia a stornare per non sapere dove finirà. E per finire un inflazione sempre più alta che ci sta impoverendo sempre di più. Solo chi diversifica ed è visionario riuscirà a difendersi. Taglio del contante per digitalizzare tutto ma a che pro e contro.

Angelo Renzi
Angelo Renzi
21 giorni fa

Senza addentrarci in commenti macroeconomici, geopolitici ed evangelici, facciamo un rapido, un po’ grossolano, ma semplice calcolo a supporto della teoria di 21Shares.
10 mld di usd (in curca 80 giorni) equivalgono ad una domanda giornaliera di circa 2.216 bitcoin => 2,5 volte la produzione attuale. Dopo l’halving, anche se dovesse rimanere stabile la domanda (in realtà è prevista una crescita), questa diventerà 5 volte la produzione disponibile! …vedete un po’ voi…