Home / Bitcoin e crypto aspettano IL DATO dei dati. La GUIDA per capire come l’inflazione impatterà sul mercato!

DATO DATi

Bitcoin e crypto aspettano IL DATO dei dati. La GUIDA per capire come l’inflazione impatterà sul mercato!

Tra poche ore il dato dei dati. Ecco come cambierà il mercato Bitcoin e crypto.

Dati sull’inflazione attesi oggi alle 14:30: Mercati in fermento

Oggi, alle 14:30 italiane, saranno rilasciati i dati tanto attesi sull’inflazione negli Stati Uniti d’America. Le previsioni del mercato per il CPI classico (Consumer Price Index, indice dei prezzi al consumo) sono del 3,4% su base annua (YoY) e dello 0,4% su base mensile (MoM), in leggero calo rispetto ai dati del mese precedente.

L’attenzione di molti sarà però rivolta al CPI core, considerato un indicatore più stabile dell’andamento inflazionistico, con previsioni di un aumento del 3,6% su base annua (YoY). Questo dato sarà particolarmente importante per Jerome Powell, presidente della Federal Reserve. Il dato rimane più interessante perché elimina i volatili settori del food e anche energetico ed è dunque, almeno secondo Fed, uno specchio più fedele di come stiano andando i prezzi a livello fondamentale. Un dato che, tra le altre cose, avrà potenzialmente un impatto decisivo sull’andamento di Bitcoin e delle cripto.

Segui tutte le ultime notizie sul nostro Canale Telegram per rimanere sempre aggiornato sulle notizie più importanti, comprese quelle sull’andamento dell’inflazione, in tempo reale.

Dati sull’inflazione: cosa aspettarsi

Oggi alle 14:30 italiane, saranno pubblicati i dati sull’inflazione che potrebbero avere un impatto significativo sui mercati crypto. Le previsioni indicano un aumento del CPI classico del 3,4% su base annua e dello 0,4% su base mensile. L’attenzione principale sarà rivolta al CPI core, previsto in aumento del 3,6% su base annua e ritenuto un dato più importante da *Federal Reserve e dagli analisti.

Schema inflazione
Inflazione USA – lo schema per sapere tutto ciò che serve

Il dato del CPI core è spesso considerato un indicatore più affidabile dell’inflazione sottostante, dato esclude i prezzi volatili di alimenti ed energia. E sono dati di enorme importanza anche per chi investe sul mercato Bitcoin e crypto.

  • Influenza sulle decisioni della Fed: Un aumento superiore alle aspettative del CPI core potrebbe spingere la Federal Reserve a mantenere una politica monetaria restrittiva per controllare l’inflazione. Dato da guardare: CPI CORE +3,6% (secondo aspettative)
  • Reazioni dei mercati finanziari: I mercati crypto e Bitcoin reagirebbero negativamente a un’inflazione superiore alle aspettative, in quanto potrebbe portare a un periodo di tassi elevati ancora più lungo.

È vero poi anche il contrario, ovvero che dei dati inferiori alle aspettative finirebbero per dare respiro a mercati che sono piuttosto fiacchi ormai da qualche giorno – anche guardando al gemello del rischio di quelli crypto, ovvero il mercato azionario.

Come prepararsi all’evento

Poco prima del dato e poco subito il dato i mercati saranno caratterizzati con ogni probabilità da una forte volatilità, della quale si dovrà tenere conto se vorremo muoverci correttamente. Il tutto sta avvenendo inoltre in un periodo di grande sconquasso sui mercati valutari, con l’Europa che potrebbe muoversi prima di Washington, che è la grande ritardataria dell’avvio del ciclo di allentamento delle condizioni di politica monetaria.

Seguite con noi sul canale Telegram e anche sul nostro account X, sempre ricco di spunti per gli investitori e dove potrete chiederci direttamente delucidazioni su quello che sarà.

Iscriviti
Notificami
guest

1 Comment
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Klaus Marvin
Klaus Marvin
5 giorni fa

L’inflazione è l’ultimo dei problemi, sono i comportamenti della FED che potrebbero portare ad un vero e proprio collasso economico con a mio avviso un crollo iniziale di Bitcoin per poi vederlo recuperare terreno verso nuovi massimi. C’è poi da considerare cosa bolle in pentola nel BRICS che potrebbe dar vita a una criptovaluta basata sull’oro per contrastare il potere del dollaro e creare ancora più instabilità.