Home / Bitcoin ancora giù – ma l’analisi tecnica fa sperare

Bitcoin ancora giù – ma l’analisi tecnica fa sperare

Il prezzo di Bitcoin è sceso sotto i 30.000$ durante le ore notturne – le famigerate ore delle contrattazioni asiatiche, per poi tornare sopra questa soglia psicologica, in una 48 ore delle peggiori degli ultimi 2 anni. 

In molti continuano a parlare, soprattutto tra i detrattori storici di Bitcoin, dell’arrivo della tanto attesa esplosione della bolla, dopo un rally incredibile che ha portato BTC sopra quota 40.000$. Come sempre però ci sono gli strumenti dell’analisi tecnica ad aiutarci a comprendere cosa succederà nei prossimi giorni e nelle prossime settimane. 

Analisi tecnica su Bitcoin 22 Gennaio
L’analisi tecnica su Bitcoin lascia speranze per periodi a 1 settimana e ad 1 mese

Le previsioni su Bitcoin cosa dicono? Lasciano spiragli per una ripresa di breve periodo? Oppure bisognerà aspettare per rientrare long sul mercato? Analizziamo insieme il grafico, con l’aiuto di oscillatori e indicatori per capire se BTC – che si porterà al traino anche Bitcoin Cash e molte delle altre criptovalute ad altissima capitalizzazione, sarà in grado di riprendersi. 

Orizzonte ad un mese molto positivo

Partiamo dal breve periodo più ragionevole per chi non vuole fare trading in Bitcoin sui piccoli movimenti delle prossime ore. In questo caso tutti gli indicatori tecnici sono unanimi nel disegnare un futuro di prezzo al di sopra di quello odierno. 

Media Esponenziale 5COMPRA 🟩
Media Semplice 5COMPRA 🟩
Media Esponenziale 10COMPRA 🟩
Media Semplice 10COMPRA 🟩
Media Esp + Simple 20COMPRA 🟩
Media Esp + Simple 30COMPRA 🟩
Media Esp + Simple 50COMPRA 🟩
Media Esp + Simple 100COMPRA 🟩
ICHIMOKUTIENI
OSCILLATORICOMPRA 🟩
La situazione dell’analisi tecnica ad 1 mese su Bitcoin. 

La situazione è la medesima anche sull’analisi tecnica ad 1 settimana, il che indica che almeno secondo gli strumenti, non tutto è perduto per Bitcoin. Si può entrare anche long, ovvero con una posizione che punti al rialzo sul breve, medio o lungo periodo. 

Per farlo oggi le alternative sono diverse – partendo da eToro (che offre BTC anche in accesso diretto), con la possibilità di sfruttare un conto di prova con 100.000$ di capitale virtuale, per test della piattaforma e della strategia di investimento. 

Chi preferisce comprare Bitcoin direttamente ha invece come migliore opzione un buon exchange. Ad oggi quello che offre le migliori condizioni è sicuramente CoinBase (qui per il conto), con commissioni molto basse e un’interfaccia semplice per acquistare le criptovalute che ci interessano. 

Un retracing è normale, secondo Minerd

Scott Minerd, CIO (ovvero Chief Investment Officer) presso Guggenheim Partners, è salito alla ribalta grazie a dichiarazioni incendiare, soltanto un mese fa, che individuavano per Bitcoin un valore futuro di 400.000$. Lo stesso Minerd è intervenuto sul recente crollo di Bitcoin, indicando come possibile un retracing in quota 20.000$. 

Badate bene, possibile e non certo. Cosa che però non dovrebbe preoccupare, sempre secondo Minerd, chi ha investito sul medio e lungo periodo, che per Bitcoin starebbe a significare un orizzonte di almeno 5 anni. 

Gli indicatori tecnici, che ci aiutano a individuare supporti e resistenze, indicano come prima resistenza adesso disponibile su Bitcoin quota 21.000$, il che non concorderebbe con le previsioni di Minerd. 20.000$, ad oggi, sembra comunque un prezzo troppo basso, anche se dovessero verificarsi altre vendite a catena. 

Le notizie esterne al mondo BTC potrebbero dare una mano

I mercati hanno recepito in modo tiepido le due migliori notizie che riguardano il mondo esterno a BTC. Le scelte di Joe Biden per la nomina a presidente della SEC sono molto incoraggianti per tutto il settore criptovalute, soprattutto per quei token che sono al di sopra di ogni sospetto di essere equity. 

La seconda ottima notizia è l’interessamento della più grande società di investimenti: Blackrock inserirà BTC tra i suoi asset di investimento, il che contribuirà all’ulteriore normalizzazione per l’intero settore. 

Notizie che potrebbero dare i suoi frutti sul valore di BTC anche nei prossimi giorni o nelle prossime settimane. Se il pessimismo, dopo 2 giorni di cali, è da considerarsi normale, è vero anche che ci sono buone ragioni per essere ottimisti.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *