Home / Holo fa +23% in 1 giorno: tutto sul token senza blockchain

Holo fa +23% in 1 giorno: tutto sul token senza blockchain

Criptovalute non su blockchain? C’è Holo, che è un progetto che fa parte già dei primi 50 token per capitalizzazione e che oggi è tra quelli che hanno fatto registrare tra i maggiori guadagni, nonostante una giornata tutto sommato positiva per il settore.

Holo fa il botto: +23% in sole 24 ore
Holo è la migliore della giornata: ma cosa c’è dietro questo progetto?

Il token ha fatto registrare un ricco +23%, che gli ha permesso di superare token come Maker e anche come Enjin Coin (del quale abbiamo già parlato proprio in relazione alla sua enorme crescita) in termini di capitalizzazione. Ma cosa c’è da sapere su Holo? Può essere conveniente investire adesso? Quali sono le caratteristiche più importanti del progetto? Vediamolo insieme in un piccolo approfondimento su un token di cui si parla troppo poco, anche in relazione agli ottimi guadagni che ha garantito agli investitori.

Lo possiamo scambiare su Binance (qui per aprire un conto gratis), oppure anche sull’exchange automatico gestito da Uniswap. Per il momento, purtroppo, non è ancora listato da nessuno dei migliori broker che operano anche sul mercato delle criptovalute.

Cosa offre Holo?

Un sistema altamente decentralizzato, che però non è basato su una blockchain classica. L’intera infrastruttura è nata per offrire un supporto solido al mondo delle App Decentralizzate, con un sistema peer to peer e quindi senza agenti centrali. In aggiunta il progetto, come d’altronde abbiamo visto con Avalanche, permette una gestione dei dati e delle regole del proprio sotto-sistema completamente sotto il controllo dell’utente.

Un sistema sicuramente versatile, che può dire la sua anche grazie a prestazioni incredibili e a bassi consumi in termini di energia. Holo, con il suo network, offre anche un layer aggiuntivo per connettere il web classico alle App decentralizzate, offrendo API e SDK molto versatili. Un’altra – se così possiamo dire – infrastruttura duttile per qualunque tipo di progetto 4.0, che punta su diversi punti forti, anche rispetto a blockchain particolarmente performanti:

  • Proprietà dei dati sempre in capo a chi li condivide
  • Gestione delle identità, anche per App complesse
  • Interconnessione anche tra diverse App
  • Nessuna centralizzazione, per App davvero decentralizzate
  • Velocità e performance, anche per applicazioni critiche – a bassissimo costo

Un nucleo di funzionalità e di obiettivi che difficilmente riusciamo a trovare altrove. Nato per gli sviluppatori, ma semplice a sufficienza anche per chi non è esperto e vuole muoversi all’interno di sistemi completamente decentralizzati.

Il tutto senza quello che in programmazione e in distribuzione si chiama il central Point of failure: la rete che viene messa a disposizione da Holo supera così tutti i problemi che potremmo avere con cloud a supporto di App classiche.

Conviene investire adesso su Holo?

Holo è un progetto che sta crescendo in modo rapido, sia in termini di adozione che di capitalizzazione, anche se come tutti i progetti emergenti, può essere soggetto ad altissima volatilità. Possiamo anche pensare di comprare qualche token, senza però eccedere nell’esposizione verso questo progetto.

Noi crediamo che possa conquistarsi facilmente uno spazio almeno all’interno della nicchia delle App Decentralizzate. Anche per il suo approccio innovativo e senza una vera blockchain alle spalle. Sempre per garantire il massimo della leggerezza di un sistema comunque sicuro e resiliente come una blockchain classica.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *