Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Lisk Boom! News e trend di breve sulla criptovaluta del momento

Lisk Boom! News e trend di breve sulla criptovaluta del momento

Lisk (ticker LSK) è una delle novità delle ultime ore, con il token che torna a fare capolino tra le prime 100 criptovalute per capitalizzazione. Un progetto che nonostante esista dal 2017, in pochissimi conoscono, complice anche un livello di prezzo molto lontano dai massimi storici, raggiunti durante il boom del 2018.

Cercheremo di capire insieme quali sono le motivazioni che hanno portato a questo boom di LISK, con il ritorno su massimi che non sono storici, ma comunque i più alti dal 2019 a questa parte. E cercheremo di investigare anche la migliore modalità per avvicinarci a questo progetto, se al rialzo o al ribasso in attesa di una correzione.

Boom lisk maggio - guida e analisi

LSK è tra le criptovalute disponibili presso Capital.com (qui con un conto demo gratis e illimitato) – piattaforma che propone anche MetaTrader e TradingView – con la possibilità di fare Trading su +235 cross di criptovalute. E in aggiunta con Trading Central integrabile nella piattaforma per ricevere segnali.

Cos’è Lisk, perché cresce e quali sono le prospettive future

Lisk, come abbiamo già anticipato, è un progetto che nasce nel 2017, proponendosi come blockchain per le App decentralizzate alla portata di tutti, con un pacchetto di SDK proprio, che avrebbe dovuto favorire, almeno nelle intenzioni dei fondatori, accesso a questo tipo di tecnologie da parte degli sviluppatori classici.

Il tutto con la possibilità di creare sidechain da integrare nella blockchain principale per validazione e accesso alle risorse. Il progetto ha inoltre annunciato da tempo l’integrazione di un sistema di interoperabilità – in modo relativamente simile a Polkadot, che è tornato in auge negli ultimi tempi anche grazie ad un possibile focus sui NFT.

Il sistema funziona tramite un sistema di validazione in delegated Proof of Stake, che permette anche di guadagnare ricompense tramite il blocco dei token sul network. Ma non sono queste caratteristiche ad aver spinto il progetto in alto nelle ultime ore.

Il prossimo arrivo di Lisk.js e Lisk Core 3.0 ha riacceso l’entusiasmo intorno a questa blockchain. Nel primo caso siamo davanti all’annuale appuntamento per gli sviluppatori, che dovrebbe finalmente rivelare gli aggiornamenti in tema di interoperabilità, che dovrebbero essere integrati proprio con l’upgrade 3.0 della piattaforma.

Hype che ha fatto ripartire gli acquisti – e che potrebbe far sembrare, almeno sulla carta, questo progetto uno di quelli sui quali puntare. Il tutto mixato con una solidità importante in termini finanziari – la fondazione che gestisce lo sviluppo procederà nei prossimi giorni con la liquidazione di una parte della cassa in Bitcoin, cosa che permetterà al progetto di avere denaro per lo sviluppo per i prossimi 3 anni.

Conviene investire adesso in Lisk?

Anche se il prezzo del token potrà sembrare molto alto in questo momento, sarebbe comunque il caso di valutarlo da una prospettiva più ampia. Per una parte della sua vita, LSK è stato scambiato anche sopra i 33$, a circa 4 volte il prezzo di oggi. Così come abbiamo avuto crescite simili in termini di prezzo nel passato recente (parliamo di febbraio) per il token, che poi ha prontamente corretto.

Potrebbero dunque verificarsi le condizioni ideali affinché si possano incamerare guadagni operando con vendita allo scoperto. Cosa che possiamo fare con Capital.com, l’intermediario che abbiamo consigliato per operare su questo mercato. Intermediario che offre tutti gli strumenti utili anche per capitalizzare un’eventuale trend negativo o una violenta correzione.

Anche se i numeri odierni di LSK sembrano essere molto buoni, bisognerà avvicinarsi sempre con la massima prudenza ad un progetto che ha fatto delle montagne russe il suo stile di vita.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *