Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / 2,18 Bitcoin per i campioni mondiali degli scacchi!

2,18 Bitcoin per i campioni mondiali degli scacchi!

Bitcoin entra anche nel mondo degli scacchi. Il popolare intermediario di derivati e di futures basati sulle criptovalute, FTX, sarà sponsor di un torneo con tutti i migliori giocatori di scacchi a livello mondiale, che prevederà un premio di 2,18 BTC, che ai prezzi attuali si traduce in oltre 80.000$ di premio

Una buona notizia sia per i maestri di scacchi che prenderanno parte a questa kermesse, sia per Bitcoin – con la narrativa che finalmente potrebbe riprendere ad essere positiva, dopo una settimana da incubo tra governi e giornali. 

Ricco premio in BTC per il torneo sponsorizzato da FTX

Anche se non siamo dei giocatori di scacchi provetti, possiamo comunque mettere a bilancio qualche BTC. Troviamo la criptovaluta su eToro (qui per un conto dimostrativo gratuito), piattaforma cripto che permette di investire anche piccole somme (a partire da 25$) e che offre il CopyTrading – per copiare i migliori oppure spiarne i portafogli. E con la possibilità aggiuntiva di investire sui CopyPortfolios basati su Bitcoin, che includono anche azioni di aziende che hanno BTC a bilancio. 

Tutto sul torneo che metterà in palio 80.000$ in BTC

Il torneo, che parte oggi, durerà nove giorni e vedrà partecipare i migliori 15 giocatori di scacchi del mondo. Avremo infatti Magnux Carlsen, Ian Nepomniachtchi e tanti altri, all’interno di una FTX CUP che fa parte del circuito Meltwater Champions Chess Tour 2021, che è partito lo scorso novembre e che terminerà durante questa estate. 

Il tutto per un totale di premi di 220.000$, di cui poco più di un terzo sarà pagato appunto in Bitcoin. Il primo round partirà tra qualche ora, quando in Italia saranno le 17:00.

  • Il “crollo di Bitcoin” ha ridotto i premi del 20%

Il premio previsto inizialmente era di 100.000$ in Bitcoin, montepremi che purtroppo per i partecipanti è sceso a causa della recente correzione violenta del comparto criptovalute. Poco male però per chi si porterà a casa il ricchissimo montepremi, dato che le previsioni di medio e lungo periodo continuano a rimanere molto ottimiste. E se avranno la pazienza di hodlare, quanto offerto oggi da FTX potrebbe essere uno dei premi più ricchi della loro carriera. 

La demografia degli appassionati di criptovalute coincide, in larga parte, con quella dei giocatori di scacchi. Tecnologicamente sofisticati, giovani e analitici. Credo che nonostante Bitcoin stia diventando mainstream, sia questo il gruppo sociale di riferimento. 

Così ha commentato l’evento il CEO di FTX Sam Bankman-Fried nell’intervista esclusiva di Reuters. Opinione che in parte condividiamo, sottolineando però come Bitcoin oggi sia una forza che fa parte del portafoglio di persone anche molto lontane da questo identikit. 

  • Le fluttuazioni in diretta

Interessante anche il fatto che sul sito ufficiale del torneo il prezzo di Bitcoin sarà aggiornato costantemente, per riflettere le variazioni di prezzo. Cosa che introdurrà moltissimi spettatori alla forte volatilità che questo asset può avere. 

Qualcosa che secondo molti potrebbe preoccupare l’uomo medio che si interessa di scacchi e che ne sa ancora poco di Bitcoin e di criptovalute. Preoccupazione che però non ci sentiamo di condividere: è bene che l’intrinseca volatilità di BTC diventi un fatto assodato – e che inizi ad essere percepita non come un problema, ma come l’altra faccia della medaglia di un asset che performa, ormai da anni, meglio di tutti gli indici di borsa. 

Cosa significherà questo per il prezzo di Bitcoin?

Non molto, anche se sarà un altro tassello per la popolarità di Bitcoin, che nonostante il FUD delle ultime giornate continua ad essere in fortissima crescita. Una crescita che, almeno a nostro avviso, non potrà essere arrestata neanche dalle campagne di paura orchestrate ad arte. 

Continuiamo ad essere long su Bitcoin. Una rivoluzione che non potrà essere arrestata neanche da governi potenti come quello della Repubblica Popolare Cinese.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *