Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Citigroup assume 100 specialisti crypto | Ecco cosa prepara la banca

CITIGROUP CRIPTO

Citigroup assume 100 specialisti crypto | Ecco cosa prepara la banca

Citigroup, una delle più grandi banche del mondo, va all in nel mondo delle criptovalute. Il gruppo è infatti alla ricerca, dopo aver assunto un manager di alto spessore per la sezione cripto, di altre 100 professionalità nello stesso settore.

Una notizia anche questa molto importante per il mondo delle criptovalute – dato che si schiera ora apertamente anche uno dei gruppi più rilevanti del settore bancario internazionale. Segnale, anche questo, che l’effetto cascata è ormai innescato e che nessuno potrà permettersi di rimanerne fuori, anche i gruppi che storicamente avrebbero, sulla carta, più da perdere da operazioni di questo tipo.

Citigroup - 100 esperti cripto
Anche Citigroup va all in sulle cripto

Un buon segnale per il futuro del comparto – sul quale poter investire con eToro – vai qui per ottenere l’account virtuale con tutte le funzionalità attive e capitale per investire – intermediario primo della classe grazie a quanto viene offerto in termini di servizi fintech.

Possiamo trovare qui in via esclusiva il CopyTrader – sistema di copia in 1 click che può essere utilizzato anche per il trading automatico, nonché quanto è proposto dai CopyPortfolios – panieri cripto con tutte le migliori al loro interno. Un solo titolo per investire sul top del mercato.

Citigroup vuole entrare nel mondo delle cripto da leader

Di banche che si stanno muovendo nel mondo delle criptovalute ce ne sono diverse. JP Morgan offre uno scambio e anche la gestione di investimenti, così come fanno a diverso titolo anche Morgan Stanley e BoA. Tuttavia l’ingresso di Citigroup nel mondo di Bitcoin sarebbe di quelli davvero importanti, anche al confronto di quanto è avvenuto presso altri intermediari e istituti.

Secondo quanto è stato diffuso infatti dal gruppo, la banca è alla ricerca di 100 profili di talento nel settore dei digital asset e in particolare delle criptovalute. La mente non può che correre a Bitcoin e anche al comparto della finanza decentralizzata, con la seconda che sarà, a stretto giro di posta, lo snodo per tutto il settore bancario internazionale.

Ricordiamo inoltre ai nostri lettori che in realtà il gruppo si era già detto pronto ad offrire futures su BTC in modalità OTC, ovvero con la banca a fare da clearing house.

La dichiarazione di Emily Turner

Emily Turner, che per Citigroup è leader della divisione sviluppo di prodotti digitali, ha confermato che la banca sta esplorando le opzioni per l’offerta di servizi legati alle criptovalute ai propri clienti. L’azienda, sempre secondo quanto affermato da Turner, starebbe analizzando i mercati per decidere che tipo di servizi offrire. Per il momento pertanto si tratterebbe principalmente di acquisto, nonché di custodia e vendita di titoli legati al mondo delle criptovalute e di Bitcoin.

L’assunzione però programmata di tanti esperti lascia pensare, almeno ai nostri analisti, che presto la banca guarderà anche alle opzioni decentralizzate per lo scambio dei titoli e degli asset. Quello che, almeno a nostro avviso, dovrebbe essere il settore più interessante per le grandi banche retail e d’affari.

Nel frattempo gli specialisti, sul piano finanziario e tecnologico, di criptovalute sono tra le professionalità più cercate da banche e aziende. Altro segnale inequivocabile della grande corsa alla quale si prepara il settore. Corsa che si rifletterà, almeno a nostro avviso, anche sul prezzo dei principali asset.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

One comment

  1. Alessio Brandoli

    I gruppi bancari più rilevanti si stanno accorgendo che stanno perdendo il passo con le piattaforme CEFI e DEFI, meglio tardi che mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *