Home / Polkadot prossimo sponsor Barcellona | Arrivano conferme dalla Spagna

Polkadot barcellona

Polkadot prossimo sponsor Barcellona | Arrivano conferme dalla Spagna

Polkadot potrebbe ruscire a guadagnarsi un palcoscenico d’eccezione. Secondo quanto è stato riportato infatti da Mundo Deportivo, giornale spagnolo che è specializzato in news sportive e in particolare sul Barcellona, $DOT potrebbe essere uno dei prossimi sponsor dei blaugrana.

Una notizia importante per il protocollo, in una fase di sofferenza massima dovuta ad un sell off che ha coinvolto tutto il comparto e che vedrà, con ogni probabilità, $DOT accompagnata ad altri sponsor di prima fascia, anche se all’esterno del mondo delle criptovalute.

Barcellona POlkadot - accordo in vista
Polkadot sponsor del Barcellona? Ecco cosa sappiamo!

Un’ottima notizia per quanto riguarda $DOT, criptovaluta che possiamo trovare all’interno della piattaforma sicura eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con FINTECH AVANZATO – all’interno di un broker che ci offre 43+ criptovalute sulle quali investire all’interno del mondo cripto e non.

Sempre qui troviamo degli strumenti unici fintech come ad esempio il CopyTrader, che con un click ci permette di copiare in un solo click il top dei trader che operano tramite questa piattaforma. Abbiamo anche gli Smart Portfolios, che ci permettono di investire su più crypto-asset all’interno di un unico paniere, senza che ci siano costi aggiuntivi. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

Polkadot sulle maniche del Barcellona? Più di un’ipotesi

Il Barcellona sarebbe alla ricerca di nuovi sponsor, dopo che Rakuten avrebbe confermato il disinteresse per un rinnovo il prossimo luglio. Una delle principali squadre calcistiche del mondo starebbe dunque sondando diverse opzioni, che non riguardano tutte il mondo delle criptovalute. Per la maglia principale ci sarebbero infatti in lizza tanto Spotify quanto Tencent, mentre Polkadot andrebbe ad occupare lo spazio sulla manica e sulle divise da allenamento.

L’indiscrezione che è stata fatta circolare da Mundo Deportivo, che citerebbe fonti ufficiali all’interno del club e che ha un ottimo score per quanto riguarda questo tipo di vicende. Possiamo pertanto prendere per buona questa notizia, sottolineando però che manca ancora un accordo ufficiale, cosa che dovrebbe però arrivare a settimane.

Visibilità per Polkadot tramite uno dei club più seguiti del mondo

Quando parliamo di Barcellona stiamo riferendoci ad uno dei club più tifati e seguiti al mondo, con un’incredibile storia e soprattutto con tifosi che non si trovano soltanto in Spagna, ma anche in Medio Oriente, Cina e in Sud America. Per Polkadot si tratterebbe di un incredibile strumento di visibilità, a fronte di un investimento i cui canoni economici non sono stati però ancora diffusi.

Il marchio della chain delle chain diventerebbe così immediatamente riconoscibile, spingendo molti all’investimento e esercitando quella pressione rialzista sul prezzo della quale il progetto ha sicuramente bisogno, dopo aver perso il livello fondamentale dei 20$, anche a causa dell’incredibile sell off che ha impegnato il mercato negli scorsi giorni.

Il progetto, che continuerà inoltre con le aste per le proprie parachain si avvia pertanto ad un 2022/23 spettacolare, tanto sul piano del reach quanto su quello della popolarizzazione del brand. Una buona notizia per chi ha già investito e per chi sta valutando quello che sembrerebbe essere un prezzo di forte sconto.

Con una piccola nota: il mondo del calcio continua a sembrare uno sbocco fondamentale per tutto il comparto cripto. Visibilità a prezzo che il settore può permettersi – e che probabilmente vedrà altre collaborazioni anche a stretto giro di posta.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

4 commenti

  1. Non te lo dice nessuno, quindi te lo dico io senza mezzi termini..
    Hai rotto le palle. Abbiamo capito il tuo punto di vista.
    Continui a pubblicare gli stessi commenti, senza aggiungere nulla di nuovo al dibattito (che per l’amore del cielo, è sacrosanto). Oltre al fatto che, se si prova a dialogare, tendi ad offendere e rispondere male.
    Almeno hai smesso di scrivere in maiuscolo, ma forse solo perché stai copiando e incollando da una pagina sul web.

    Scusa e poi non ho ancora capito di cosa ti preoccupi..se bitcoin va a zero, meglio per te che non ci hai investito (forse). C’è chi ci ha fatto soldi, chi ne ha persi, chi ci crede e chi crede che sia una moda passeggera. Ognuno fa quel che vuole con i soldi che vuole spendere.
    Io personalmente sono contento di quello che ho tra i miei vari asset, senza perdere di vista risparmi con valuta tradizionale (investire solo quello che si è disposti a perdere!!).
    Posso essere d’accordo con te nel dire che bitcoin non è poi così decentralizzato al momento (non picchiatemi :D), ma siamo ancora indietro nell’adozione della tecnologia (che ancora una volta…avverrà? fatti di chi ci sta investendo). Ad ogni modo, a mio modesto parere, non credo che bitcoin sarà l’unica criptovaluta esistente.
    Non nascondendoci dietro il dito del “ci investo per la tecnologia” visto che la grana piace a tutti, la blockchain da sola rappresenta una grande innovazione tecnologica su cui vale la pena scommettere.

    E poi scusa…mi citi W. Buffet che ha 90 anni? È stato una grande investitore, ma come tutti ha fatto i soldi sulle perdite degli altri. Se mi permetti non ho intenzione lasciare ai miei figli un mondo che funziona con i consigli di una persona più di qua che di là (lunga vita a lui finchè ne ha..).

    IMHO, per quanto riguarda metalli preziosi, non sono quella rete di salvataggio che tutti decantano..Senza citare concorrenti del presente sito, altri illustri hanno messo in dubbio la loro sicurezza.

    Chi viene qui è per leggere notizie sulle cripto e conosce i rischi intrinsechi. Se non hanno fatto ricerca e decidono di imparare qualcosa, trovano questo sito che fornisce informazioni proprio su questo argomento. Se non sono interessati alle criptovalute, non fanno ricerca, non trovano questo sito e beati loro non si devono leggere i tuoi commenti.

    Torno a lavorare, che le scuole non si progettano da sole…

    E alla fine non abbiamo capito se ti sei fatto sto cavolo di campo di ulivi…Il tuo olio avrà acidità pari alle variazioni percentuali di bitcoin 😀
    Dai, fatti una passeggiata e non arrabbiarti troppo.
    Ciao a tutti

    • Lo abbiamo denunciato. Ha le ore contate.

      Siamo un sito democratico , ma qui si è persa tutta l ‘essenza di esserlo. Mali estremi estremi rimedi.

  2. Una domanda, ma perché non lo assumete voi della redazione per fare news?…io capisco che ce l’hai a morte con le crypto e in assoluto con Bitcoin, ma il lavoro che stai facendo non è tuo, almeno scrivi qualcosa con il tuo pensiero senza fare copia e incolla dalle persone che lo fanno di mestiere, queste notizie non serve che le esponi in modo arragonte in qualsiasi punto del web, perché le posso trovare a mio piacimento, quello che non piace è il modo di come esponi le cose, non tue…..

  3. Mi aspettavo un po’ di impropri gratuiti :)…
    Forza DOT!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *