Home / Cardano: segnali di ripresa? | Sembra una Stablecoin… – Analisi

Cardano ripresa stable

Cardano: segnali di ripresa? | Sembra una Stablecoin… – Analisi

Nonostante una sorta di calma piatta sul fronte dello sviluppo e anche del prezzo, la community di Cardano continua ad espandersi a ritmo piuttosto sostenuto. Sono diventati, pochi giorni fa, 3 milioni i wallet attivi sul protocollo, cifra simbolo importante e in controtendenza rispetto alla riduzione dell’hype sui social.

Lo stallo si vede però a livello di prezzo, con movimenti laterali di quelli che possono annoiare i trader meno esperti, ma che al tempo stesso potrebbero segnalare un bottom forte e difficile da superare anche in caso di bear market.

Cardano - analisi di Criptovaluta.it
La nostra analisi del particolare momento di Cardano

$ADA, anche in termini di capitalizzazione, rimane pertanto un protocollo piuttosto appetibile per diversi tipi di investitori, che possono trovarlo anche sulla piattaforma eToroche su $ADA offre anche lo staking automatico per ogni posizione – intermediario che ci permette di accedere ad un nucleo di strumenti unico anche in termini di fintech.

È qui infatti che troviamo il top del mercato con il CopyTrader, che offre la copia sistematica di tutte le posizioni dei migliori investitori oppure anche semplicemente di spiare nei loro portafogli. Per chi preferisce gli investimenti diversificati abbiamo a disposizione anche gli Smart Portfolios, che includono diverse cripto in un paniere che assomiglia al funzionamento dei NFT. Con 50$ possiamo passare poi ad un conto reale.

Calma piatta in termini di prezzo, mentre i wallet diventano 3 milioni

Una settimana di relativa calma piatta per Cardano, che fatta eccezione per le ultime 24 ore ha fatto registrare un po’ di lag rispetto alle migliori del settore. Un trend che in realtà dura da qualche settimana, in un arco di tempo che ha visto $ADA passare dal terzo al settimo posto prima e al sesto poi della speciale classifica dedicata alla capitalizzazione di mercato.

Tutto questo mentre qualcosa in realtà si muove, sia in termini di utilizzo che di servizi. I wallet sono diventati 3 milioni qualche giorno fa. Segno di buona salute del network in particolare in termini di funzionamento, con i wallet che vengono aperti per forza di cose per un utilizzo effettivo dei servizi che girano su questa chain.

Nella giornata di oggi poi Cardano ha leggermente abbandonato la sua staticità, recuperando intorno a quota 1,18$ nel momento in cui scriviamo, diventando la migliore della giornata tra quelle ad alta capitalizzazione. Un andamento dunque ancora altamente correlato, seppure con qualche ritardo – e che dipenderà per forza di cose anche da come si muoverà Bitcoin, sul quale sono puntati gli occhi degli investitori anche istituzionali.

Per l’11 febbraio si attende il Mid Month Development Update

Un appuntamento ormai classico dal quale potrebbe venir fuori qualche novità per il network, tra quelle in grado di sostenere anche il mercato e di portare a qualche acquisto. A guidare le danze ci sarà Tim Harrison, che è direttore del Marketing e della Comunicazione di Cardano.

Uno degli uomini più rappresentativi della fondazione, dal quale ci si aspetta qualche novità succulenta anche per riaccendere l’hype intorno a $ADA, una caratteristica che servirà per riportare la criptovaluta verso i massimi storici, che rimangono ancora piuttosto lontani. Il tutto, lo riportiamo di nuovo anche in chiusura, guardando anche a quanto sta accadendo su BTC ed ETH, che in momenti di inversione del trend fanno sempre, o quasi, da guida.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *