Home / Ripple prepara nuovi documenti | SEC finalmente nell’angolo?

RIPPLE SEC

Ripple prepara nuovi documenti | SEC finalmente nell’angolo?

Ottima settimana per Ripple, che nonostante la flessione quotidiana comune a tutto il settore, viaggia ad un 36% sulla settimana. Una delle migliori, con notizie ottime che arrivano dal tribunale che sta gestendo la causa che la vede contrapposta a SEC.

Un buon momento per la criptovaluta, che dalla fine della causa non avrebbe che da guadagnarci. Nel complesso siamo davanti ad un momento topico per il processo, che sarà l’oggetto del nostro approfondimento di oggi.

Ripple SEC attacco con documenti
Ripple ancora all’attacco di SEC

Chi vuole investire su Ripple può trovare la criptovaluta sulla piattaforma sicura eTorovai qui per ottenere un conto demo che offre tutte le funzionalità TOP del broker – intermediario che ci offre il top in termini di strumentazione e anche di listino, dato che offre nel complesso 49+ criptovalute.

Possiamo anche utilizzare questo intermediario allo scopo di sfruttare le sue funzionalità di Trading Automatico. Con il CopyTrader possiamo infatti investire all’interno del mondo delle criptovalute copiando i migliori intermediari. Allo stesso modo troveremo gli Smart Portfolios, che ci offrono la possibilità di investire in panieri cripto già diversificati. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

Ripple: arriva la svolta per il processo?

Una causa che SEC puntava a chiudere in fretta la causa che avrebbe simboleggiato il suo dominio assoluto e totale nel mondo cripto. Le cose, e chi segue Criptovaluta.it dovrebbe ormai saperlo, sono andate diversamente.

Gli avvocati di Ripple hanno messo in piedi una battaglia decisa, puntando a quanto SEC ha provato a nascondere della sua gestione non esattamente lineare per quanto riguarda l’intero mondo delle criptovalute.

Ultima notizia che arriva dalla causa riguarda dei documenti del 2012 che il gruppo porterà sul banco degli imputati. Si tratta di un’analisi che indicava la differente natura di Ripple rispetto ai titoli finanziari, cosa che se dovesse passare toglierebbe a SEC l’autorità di regolamentarla.

Il punto della difesa degli avvocati, puntando su questo tipo di argomenti, è in realtà più articolato, perché verrà chiesto a SEC come mai ci siano voluti 8 anni per vedere questo giudizio invertito. SEC per il momento non ha risposto, pur lasciando intendere che l’interpretazione di quei documenti è di segno inverso: avrebbero infatti reso chiaro il fatto che secondo le leggi federali $XRP sarebbe stato considerato senza dubbio come titolo finanziario.

Quanto manca alla fine del processo?

Diversi commentatori negli USA vedono relativamente vicina la fine del procedimento giudiziario, anche se l’arrivo di nuovi documenti potrebbe dare l’ennesimo metaforico calcio alla lattina e allungare ulteriormente i tempi.

Il punto è che adesso Ripple e i suoi avvocati potrebbero non accontentarsi di vedere la causa decadere. Potrebbero voler chiedere, ragionevolmente, un rimborso maxi a SEC, dato che l’intervento dell’authority che negli USA si occupa di mercati finanziari ha innegabilmente causato danni economici e finanziari al gruppo.

Ci saranno dunque altri capitoli di questa avvincente saga, con il prezzo di $XRP che comunque sembrerebbe essersi consolidato molto al di sopra del livello toccato dopo l’avvio della causa. Che si possa tornare a breve intorno a 1$?

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *