Home / HydraDX: vinta nona asta su Polkadot | Presentazione del progetto

HYDRADX Polkadot

HydraDX: vinta nona asta su Polkadot | Presentazione del progetto

Si chiude la nona asta delle parachain di Polkadot: questa volta ad aggiudicarsi un prezioso slot è uno dei progetti a nostro avviso più interessanti tra quelli che sono già entrati a fa parte di questo ecosistema.

Si tratta infatti di HydraDX, sistema di finanza decentralizzata scritto in substrate, che punta a diventare scambio interchain tra gli ecosistemi più importanti che abbiamo oggi sul mercato, ovvero includendo anche Ethereum.

Polkadot fa spazio ad un nuovo progetto - HydraDX
Eccoci con HydraDX, che si aggiudica la nona asta di parachain su Polkadot

Un buon segno per il token relativo ma anche per $DOT, la criptovaluta di riferimento di Polkadot, che possiamo trovare anche su eToro – vai qui per ottenere il conto virtuale gratuito con 100.000$ di capitale virtuale – intermediario tramite il quale potremo investire al top su 50+ criptovalute, anche grazie agli straordinari strumenti che ci mette a disposizione.

Abbiamo un WebTrader ricco di strumenti di analisi tecnica facili da applicare direttamente sul grafico, così come il CopyTrader che ci permette di fare trading automatico copiando i migliori sulla piattaforma. E per chi invece guarda alla diversificazione ci sono gli Smart Portfolios che includono diversi asset cripto in un solo paniere e dunque in un solo titolo. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

HydraDX si aggiudica l’asta per la nona parachain: ecco cosa vuol dire e perché è un passaggio importante

HydraDX ha vinto la nona asta per parachain su Polkadot, grande risultato date anche le dimensioni del progetto, che non sono almeno fino ad oggi ancora di proporzioni importanti. Una vittoria che però non arriva a sorpresa, dato il grande hype che si stava creando da tempo intorno a questo progetto.

Un progetto del quale, anche in relazione a questa importante aggiudicazione, dovremo parlare a livello introduttivo su Criptovaluta.it. Parliamo di un protocollo neutro e ad autonomo, nonché aperto, che ha come obiettivo quello di favorire la raccolta di liquidità per tutti gli asset cripto, ponendosi come soluzione di uno dei problemi più importanti che riguarda la DeFi sin dai suoi albori.

Una liquidità multi-asset che da design permette a diversi network di comunicare, con un’interoperabilità piuttosto elevata e che potrà essere espansa anche in futuro, con il token del network $XHDX che sarà utilizzato sia come incentivo per la corretta partecipazione degli utenti alle operazioni, sia come strumento di governance completamente decentralizzata.

Nonostante qualche ritardo sulla tabella di marcia, il progetto si sta confermando come uno dei più interessanti per le future evoluzioni della finanza decentralizzata e che che si rilancerà pienamente anche in virtù di questa importante vittoria.

Nel frattempo Polkadot soffre, ma…

$DOT di Polkadot è stata colpita, come tutte le principali criptovalute, da una correzione importante che ne ha portato il prezzo abbondantemente sotto i 20$. Prezzo particolarmente goloso per tutti coloro i quali guardano al futuro di questo interessante ecosistema.

Che almeno a nostro avviso tornerà su livelli di prezzo molto più interessanti, in particolare se l’orizzonte temporale dovesse essere quello di medio e lungo periodo. Il successo e l’attenzione che queste aste continuano a raccogliere è conferma del fatto che siamo davanti ad un protocollo forte – e che non appena il mercato tornerà a correre non potrà che guidare la prossima bull run.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *