Home / Nasce ApeCoin $APE | Il token ufficiale di Bored Ape Yacht Club

BAYC APECOIN

Nasce ApeCoin $APE | Il token ufficiale di Bored Ape Yacht Club

Il Bored Ape Yacht Club si decentralizza. E lancia contestualmente il suo token Apecoin $APE, con il quale si potrà partecipare alla governance del progetto NFT di gran lunga più riuscito di sempre, forse dietro soltanto agli altrettanto desiderati CryptoPunks.

Una mossa a sorpresa, se vogliamo, che ha visto già la pronta reazione di tutti i principali exchange e anche dei principali broker, segno della grande attenzione che questo protocollo ha già riscosso.

Potremo per l’appunto investirci tramite la piattaforma sicura eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con 100.000$ di CAPITALE VIRTUALE – intermediario che ha raccolto già la sfida e che porta così a 58+ i coin e token che sono disponibili a listino.

Potremo inoltre investire con il CopyTrader, sistema che ci permette di investire in modo automatico, dato che con un click accederemo alla copia integrale delle posizioni dei migliori trader. Abbiamo a disposizione anche gli SmartPortfolios, che invece offrono panieri cripto diversificati, per chi ha bisogno di prodotti più strutturati. Con 50$ potremo poi passare ad un conto reale.

Arriva ApeCoin, e il Bored Ape Yacht Club si moltiplica

No, non potremo comunque accedere al club dei NFT più esclusivi della storia, ma potremo partecipare alla governance del progetto e del protocollo. Il tutto tramite una DAO e dunque un’organizzazione decentralizzata. Il token $APE Apecoin, farà, come in tanti altri progetti, da gettone di voto.

E permetterà a molti di sentirsi parte di un movimento ormai diventato affare tra milionari e miliardari e che vede partecipare personaggi del calibro di Eminem, Neymar, Justin Bieber, Paris Hilton, Snoop Dogg e tanti altri. E chi comprerà i token che sono già presenti presso i più famosi exchange (o lo saranno a breve) potrà forse sentirsi in prossimità di personaggi così inarrivabili.

Ma c’è sostanza dietro al token? O dobbiamo aspettarci una sorta di protocollo che a mercato sarà governato dall’hype? Difficile dirlo per ora. Quel che possiamo fare per ora è dare uno sguardo al lato tecnico, nell’attesa che la frenesia da prima giornata di scambi si attenui, permettendo così analisi più lucide.

Qualche dato tecnico sul token

Si tratta di un token ERC20 e dunque su protocollo Ethereum(. Sarà utilizzato primariamente come strumento di governance per il protocollo stesso, allo stesso modo di altri protocolli simili. Servirà pertanto per inviare proposal e per votarli, nonché per cambiare le stesse regole di governance della DAO. Anche qui qualcosa di già visto, anche se mai per un progetto con questo livello di hype e di interesse diffuso.

Il 24,2% dei token sarà distribuito a chi è possessore o di un BAYC o di un MAYC. Verranno distribuiti per singolo NFT 10.094 token per i detentori di BAYC e 2.042 a chi detiene invece una Mutant Ape. I futuri Airdrop saranno successivamente regolati invece dalla DAO stessa, della quale i token saranno appunto gettone di voto. Il contratto è disponibile qui e offre gli altri dati che interessano, ovvero la max supply da 1 miliardo di token e il numero degli holder. Una partenza sicuramente con il botto, ma per esprimerci in modo più dettagliato dovremo sicuramente aspettare che la situazione si normalizzi.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

4 commenti

  1. my 2 cents: mai cosa più inutile si fu vista. Una governance su una singola collezione di NFT e “sviluppi futuri”? Questo si che ha prospettive! Ma per piacere -_-‘

    • Ciao Jacopo, certo ma intanto il loro intento sul breve ( di apprezzamento da FOMO )è stato raggiunto. Quando si fanno numeri è sempre bene , comunque , dare atto agli autori.

      Parlare poi di progetto lungirante, ovviamente, sono d ‘ accordo con te.

      • concordo… ho l’impressione che di recente ci stiano provando tutti, e in molti ci riescano pure. Però temo che una buona parte di questi progetti tempo 1 anno e sarà praticamente scesa a zero, con rischi enormi per chi era entrato…
        fate sempre le vostre ricerche e attenti a cosa comprate!

        • Certamente ! Su criptovaluta.it non troverete mai uno e uno solamente un articolo scritto semplicemente come ” tappabuco ” per fare una marchetta. Te lo dimostra il fatto che QUI, su CRIPTOVALUTA.IT , non trovate traccia di SPONSORED POST, di scam e shitcoin, truffa gente , che con ” la targhetta ” si ripuliscono le coscenze. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *