Home / Il figlio di Christine Lagarde investe in crypto | A casa preferiscono Bitcoin!

Bitcoin in casa Lagarde

Il figlio di Christine Lagarde investe in crypto | A casa preferiscono Bitcoin!

Pensate essere a capo di una delle istituzioni monetarie più importanti del mondo, la Banca Centrale Europea. Immaginate di aver intrapreso, insieme ai vostri sodali, una lotta senza quartiere contro Bitcoin. Immaginate che vostro figlio, nonostante sia stato istruito nel migliore dei modi, abbia frequentato le migliori scuole e abbia con ogni probabilità rispetto della vostra posizione… faccia il contrario di quanto dite.

Questo è quanto è successo a Christine Lagarde, a capo della ECB o BCE che dir si voglia, che mentre insieme al nostro Panetta non perde occasione per attaccare Bitcoin, si trova con un figlio che in realtà, lo dice lei stessa, avrebbe investito in crypto asset.

Segno del fatto che neanche tra le mura domestiche di Mrs. Lagarde c’è qualcuno disposto a darle credito nella sua crociata. E segno che Bitcoin, nonostante un momento molto complicato sul mercato, sia più forte che mai. E che possiamo anche decidere di seguire quanto fatto dal figlio di Lagarde con la piattaforma sicura eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il TOP degli STRUMENTI di INVESTIMENTO – intermediario che offre i migliori strumenti finanziari per approcciare $BTC.

Abbiamo a disposizione un WebTrader molto completo che ci permette di investire con tutta l’analisi tecnica di cui abbiamo bisogno, così come ci permette di operare con il trading automatico grazie al CopyTrader, sistema che ci permette di operare copiando i migliori trader presenti sulla piattaforma. Ci bastano solo 50$ per passare ad un conto reale.

Il figlio di Lagarde ha investito in cripto asset

Non è chiaro se in Bitcoin o in altro, ma è questo quanto ha raccontato Christine Lagarde in una lunga intervista della quale ci siamo già occupati, parte di una sua ampia ossessione per il mondo di $BTC e delle criptovalute. Secondo quanto riportato dalla donna più potente d’Europa lei sentirebbe il bisogno di seguire molto da vicino il mondo cripto perché uno dei due figli ci avrebbe investito.

Christine Lagarde figlio Bitcoin
Certo che è un uomo libero, ma sarà vera vera la storia raccontata da C. Lagarde?

Tutto questo nonostante Mrs. Lagarde sia una delle più feroci oppositrici di Bitcoin e del mondo cripto e tutto questo nonostante immaginiamo che una madre così potente possa esercitare un ascendente sui propri figli.

O forse c’è un’altra parte della storia. Conosciamo infatti Lagarde anche come potente donna politica, capace di imporre le sue narrative. E qualche volta anche di dire qualche verità alternativa per ottenere il placet del pubblico, cosa che ha fatto ripetutamente quando, negli ultimi tempi, ha insistito sull’utilizzo di Bitcoin da parte degli oligarchi russi per aggirare le sanzioni.

Quando non ti credono neanche a casa

Non siamo così naive da non capire che l’agenda di una Banca Centrale di queste proporzioni debba in qualche modo ostacolare l’ascesa di Bitcoin. E capiamo, anche se non condividiamo, le posizioni di Mrs. Lagarde, che tra le altre cose condivide con i suoi predecessori e con i membri attuali del consiglio direttivo della banca centrale.

Tuttavia siamo portati, come il figliolo, a non crederle. In particolare quando, e passiamo al virgolettato, ricorda che ci sarà presto un euro digitale che, con la garanzia della Banca Centrale, eliminerà la necessità per i cripto asset. Necessità che, non ce ne voglia la donna più potente d’Europa, saranno i liberi cittadini del continente a valutare. Senza doversi per forza far guidare da chi ha perso, in circa 3 anni, circa l’8% della valuta che amministra nei confronti del Dollaro e oltre il 20% dal picco di pochi mesi fa.

E sui suoi programmi di regolamentazione globale, basti ricordare che la dava per imminente quando, nel 2018, era ancora a capo di IMF. Sono passati 4 anni e di tale regolamentazione… non ve n’é ancora traccia.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

One comment

  1. Buongiorno a tutto il gruppo e al mitico Gianluca Grossi. In un mio precedente comento ho azzeccato gli obiettivi cui mirano i detrattori di Bitcoin, far crollare il prezzo e delegare ad altri di acquistare il token per specularci. In questo caso si tratta proprio di un componente familiare della Lagarde. A questo punto bisognerebbe capire a che prezzo questi personaggi acquistano in modo da avvicinarsi di più al bottom.
    Tutto questo fa intendere che almeno Bitcoin come nuovo asset di investimento è qua per durare nel tempo e raggiungere nuovi massimi.

    Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *