Home / Bitcoin e crypto in forte rialzo | È ripartita la Bullrun? [ANALISI]

Analisi bull market cripto bitcoin

Bitcoin e crypto in forte rialzo | È ripartita la Bullrun? [ANALISI]

Mercato delle criptovalute e di Bitcoin molto frizzante nella serata di ieri, con $BTC che è tornato ampiamente sopra quota 31.000$ ed Ethereum che invece è tornato vicino quota 2.000$.

È finalmente cambiato il vento? Niente più panico? I mercati sono pronti a ripartire? È ancora presto per dirlo – e l’unica possibilità che abbiamo è quella di analizzare cosa sta accadendo e cosa potrebbe accadere a stretto giro di posta.

Un buon momento per il settore? Chi crede che questa sia la strada può investirci con eTorovai qui per ottenere un conto di prova con i MIGLIORI STRUMENTI per fare trading online sulle cripto – dato che offre il top in termini di accesso a tutti i migliori cripto asset, che al momento sono 69+ sui suoi listini.

Tra i diversi strumenti abbiamo anche il CopyTrader, sistema di trading automatico che ci permette di investire copiando i migliori trader della piattaforma. E chi vuole può investire anche con gli Smart Portfolios, che ci permettono di operare su panieri cripto con i migliori asset del comparto in un solo titolo. Bastano 50$ per passare poi ad un conto reale.

Bitcoin torna abbondantemente sopra i 30.000$: è cambiato il trend?

Troppo presto per dirlo, per quanto vorremmo essere i primi a farlo. Riteniamo infatti che il mercato continuerà ad essere indirizzato da questioni di carattere macro-economico, con gli occhi degli investitori che saranno tutti puntati su Fed e sull’andamento dell’economia in generale. Il tutto mentre delle manovre di BCE i mercati sembrerebbero essere più che decisi ad infischiarsene.

Non è detto che il trend sia stato invertito

La corsa che è stata inaugurata nella serata di ieri, benché più che benvenuta dagli investitori su Bitcoin e sugli asset del comparto è ancora lungi da essere il segnale di ripresa certa che in molti aspettano. E le valutazioni che si dovranno fare, nei prossimi giorni, saranno altre, con i mercati che sembrano aver messo un po’ da parte il nervosismo delle ultime settimane, sebbene in realtà non è detto che lo abbiano fatto in modo definitivo.

Quanti rialzi da qui a fine anno?

Parliamo ovviamente di rialzo dei tassi di interesse più importanti del mondo, quelli fissati da Washington, gli stessi che da un lato hanno massacrato i mercati delle azioni e delle cripto, e dall’altro gli stessi che sono troppo bassi dato gli altri fattori macro. I rialzi sono stati già scontati ampiamente dai mercati, e questa potrebbe essere una buona notizia per i mercati stessi.

Gli occhi rimarranno puntati sui dati di giugno, tanto per quanto riguarda l’inflazione tanto per quanto riguarda i tassi di interesse. E questi due fattori macro rimarranno quelli che continueranno ad indirizzare i mercati per le prossime settimane e i prossimi mesi.

Decoupling in vista? Probabilmente sì

Nel frattempo si è anche affievolita la correlazione tra mercato delle criptovalute e mercato delle azioni tech negli USA, o più in generale con il NASDAQ. Qualche segno di scricchiolio di questa correlazione lo stiamo già vedendo. Se dovesse continuare aumenterebbe anche l’incertezza nella lettura della situazione, che però potrebbe andare a vantaggio assoluto ed esclusivo proprio del settore cripto.

Anche questa sarà una situazione da monitorare attentamente, almeno da chi guarda all’analisi fondamentale e vorrebbe prendere posizione sul medio e sul lungo periodo, all’interno di quella che è una delle fasi di mercato più particolari dalla crisi del 2009.

Il rimbalzo potrebbe anche essere dovuto a…

C’è anche da tenere conto del fatto che parte del crollo al quale abbiamo assistito durante le ultime 2 settimane è stato peggiorato dal crack di Terra Luna, con la conseguente liquidazione di uno dei bottini più importanti al mondo in $BTC.

Un crollo dunque eccessivo, ceteris paribus, che è anche motivazione di un rimbalzo di questo tipo non appena i mercati hanno ritrovato un po’ di tranquillità. Quello che in molti chiamerebbero un rimbalzo tecnico, all’interno di un trend che però non è ancora cambiato nei fondamentali.

Cosa aspettarsi dai mercati nelle prossime ore e nei prossimi giorni?

Possiamo aspettarci sicuramente ancora incertezza, con la sessione americana del pomeriggio che potrebbe imprimere una decisione più netta all’andamento di Bitcoin e del mondo delle criptovalute.

Per altre cripto, come abbiamo visto poco fa per Cardano, potrebbero esserci invece delle corse più importanti, dato anche il fatto che il settore altcoin ha accumulato delle perdite maggiori e si trova mediamente molto più lontano dai massimi storici. Con i rischi che però aumentano e con qualcuno del gruppo di testa che dovrà, come accade in ogni momento di crisi, lasciare inevitabilmente il passo.

Ci aspettano tempi dunque divertenti e speziati, che potrebbero essere quelli ideali per andare a fare un po’ di trading di breve periodo, almeno per chi sa sopportarne in rischi. Possiamo farlo con Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con CAPITALE DI PROVA ILLIMITATO – per operare con un broker che offre 476+ cripto a listino – sulle quali operare anche con i migliori strumenti di trading come MetaTrader 4 e il WebTrader con incluso il supporto in intelligenza artificiale per l’analisi del portafoglio.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

5 commenti

  1. Beh ragazzi sul grafico daily di BTC si sta formando una evening star, se dovesse chiudere così la giornata non promette nulla di buono.
    Anzi, crollo imminente.

    • eh sì, tirare delle righe su un grafico è da sempre un ottimo modo per prevedere il futuro. poi le formazioni tipo “shoulders and head”, “death cross”, “cup and boh”, “bear flag” et similia sono dei tell grandi come una casa; 100% “crollo imminente”.

      P.s. sono ironico

  2. La finanza non è una scienza, non lo è perché la finanza è gestita dall’uomo e l’uomo risponde alle proprie emozioni.
    Ma tu che sei un fisico sai che la scienza ha due modi di operare, o formuli una teoria, poi sperimenti e dimostri matematicamente, oppure sperimenti e poi formuli teorie e dimostri.
    Io sperimento, da buon chimico, formulo le mie ipotesi e non cerco di prevedere il futuro, ma capire dove sta la probabilità più alta che un fatto accada.
    Detto questo per fortuna il pattern non si è formato fortunatamente, pattern che conoscono tutti e che reagiscono alla vista dello stesso.
    Poi per quanto riguarda BTC poco importa perché tanto quello che abbiamo ce lo teniamo, ma tentare di vedere dove può andare è interessante, altrimenti non avrebbe nemmeno senso che esistessero queste testate dedicate alle crypto.
    Ciao Jacopo.

    • ciao Giorgio, ovviamente non ce l’avevo con te, la mia era più che altro una esternazione che da tempo covavo: col senno di poi è facile dire “quello era un bottom” oppure “quella era una evening star” o “head and shoulder”… il problema è che questi pattern sono assolutamente impossibili da riconoscere se non quando sono già avvenuti! Il che li rende assolutamente inutili in termini predittivi. Per esempio: per farmi due risate ho cercato questa fantomatica “evening star” e mi pare sia una piccola discesa dopo giorni di salita che è poi seguita da una forte discesa. Innanzitutto i giorni di salita per BTC non li vedo (purtroppo :P) ma anche ammesso venissimo da 10 giorni di salita e avessimo una piccola discesa potremmo dire che stiamo per avere una forte discesa? Assolutamente no, potrebbe essere un semplice take profit di alcuni e da domani si torna a salire! Certo, se guardiamo gli ATH spesso prima della discesa forte c’è una piccola discesa, ok; ma quante piccole discese esistono seguite da nuove salite? Altrettante. Morale: “questa potrebbe essere una evening star” come affermazione vale quanto “magari domani BTC scende” oppure “magari domani sale”, cioè niente 🙂
      Ciao!

  3. Non sono totalmente d’accordo con te, prima di tutto la letteratura è la letteratura la pratica poi è molto diversa.
    Il senso è che se asset sta facendo un pump e raggiunge un livello di resistenza già esistente come quello su cui ha impattato ieri bitcoin e forma una candela di quella forma, spinning top, una trottola, significa che il mercato non ce la fa ad andare oltre e quindi per chi fa trading è segnale per andare in short, e siccome la probabilità che molti ci vadano è alta bitcoin scenderà.
    In questo caso bitcoin è in barra di congestione e continua a rimbalzare tra due livelli, supporto e resistenza come un elettrone impazzito.
    Non so se tu fai trading sulle crypto, non su bitcoin, sulle crypto, io lo faccio e l’analisi tecnica funziona, ti da delle PROBABILITÀ di ingresso con profitto.
    Ciao e forza btc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *