Home / Ethereum: positività per passaggio indolore! | Merge attivo su Ropsten

merge completato su ropsten

Ethereum: positività per passaggio indolore! | Merge attivo su Ropsten

Quanto avevamo già raccontato qualche giorno fa, ovvero il passaggio previsto per una delle più importanti testnet di Ethereum al… merge è finalmente avvenuto. E almeno nel momento in cui scriviamo non sembrerebbero esserci problemi.

L’8 giugno 2022 si aggiunge dunque un altro tassello al percorso che dovrebbe portare Ethereum verso un sistema di validazione in PoS, percorso più volte rimandato e più volte rallentato, ma che oggi può aggiungere una pietra miliare al suo sviluppo.

Una buona notizia per Ethereum? Apparentemente sì, almeno per la sorta di sviluppo che è stata scelta per questo protocollo. Potremo investirci con Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito e illimitato anche nel capitale di prova – intermediario che offre accesso a 476+ cripto a listino, cosa che ci permette eventualmente anche di utilizzare un solo gateway per gli investimenti in questo comparto.

Al suo interno troviamo anche MetaTrader 4, la migliore piattaforma per chi fa trading di breve (anche su altre categorie di asset), così come abbiamo accesso a TradingView, che è integrato direttamente con il WebTrader interno. Completa il quadro di funzionalità l’intelligenza artificiale che ci permette di analizzare il nostro portafoglio in modo automatico. Con 20€ possiamo passare al conto reale.

Ethereum fa un altro passo verso PoS

Ropsten è la più anziana delle testnet in attività per Ethereum e quello di oggi può essere considerato come un passaggio importante nel cammino che dovrebbe portare, secondo molti entro agosto prossimo, il protocollo da PoW a PoS. Un passaggio atteso da molti, ma che come vedremo è anche fonte di (lecite) discussioni.

Ethereum - merge ok - ropsten
Le polemiche continueranno ad essere il sale del passaggio di Ethereum

Il passaggio è avvenuto in modo indolore senza che ci siano state interruzioni di servizio (per quanto comunque si tratti di una testnet), cosa che fa ben sperare sulla possibilità di replicare tale evento anche con la mainnet, quando sarà finalmente stabilita la data precisa.

I mercati non hanno reagito? Pazienza. Non sarà questo l’evento da seguire per le prossime settimane e i prossimi mesi per chi ha investito oppure continuerà ad investire in $ETH, criptovaluta che nonostante vicissitudini non proprio brillanti nel corso dell’ultimo anno si conferma comunque la seconda per capitalizzazione di mercato. Ora mancano all’appello altre due testnet, Görli e Sepolia, che avranno il merge, idealmente, tra qui ed agosto, permettendo così il passaggio finale, quello della rete principale.

Un passaggio atteso, ma molto criticato

Sebbene il consenso verso il passaggio a PoS sembri essere atteso dalla maggioranza di appassionati, sono nate anche polemiche a profusione riguardo un cambiamento epocale nel modo in cui funziona appunto Ethereum.

Critiche che continueranno a montare (ma è anche questo il sale del mondo cripto), dato che secondo molti il passaggio a PoS finirà per concentrare ulteriormente il potere che i più ricchi potranno esercitare sulla creazione di blocchi. Polemica che ha del concreto e sulla quale saremo in grado di tornare tra qualche giorno, lungo quello che dovrebbe essere il cammino di accompagnamento verso, appunto, la Proof of Stake anche per Ethereum.

Delle blockchain principali, almeno per rilevanza economica, rimarrà così soltanto Bitcoin ad essere in Proof of Work e in un certo senso a poterne fare vanto. Il trilemma, checché ne dicano progetti terzi, non è stato ancora risolto, e chi vuole più rapidità non potrà che compromettere decentralizzazione e sicurezza. Ma il mondo, almeno al di fuori di chi vede soltanto il bianco e il nero, è fatto anche di sfumature.

E fortunatamente tutti potranno scegliere la chain che preferiscono. Con una differenza ontologica rispetto a Bitcoin che però, ad onor del vero, va comunque sottolineata e che andrà ad allargarsi con questo passaggio.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *