Home / Leader Cardano shock: Ethereum 2.0? | Macchè… forse nel 2024!

Ethereum 2024 hoskinson

Leader Cardano shock: Ethereum 2.0? | Macchè… forse nel 2024!

Che tra Cardano ed Ethereum non corra buon sangue non dovrebbe essere una novità per nessuno. Siamo davanti infatti a due sistemi in forte competizione, con il primo che si è proposto per lungo tempo, neanche troppo tra le righe, come alternativa destinata a diventare dominante.

E Charles Hoskinson, che oltre che essere un fuoriuscito da Ethereum è anche il leader indiscusso di Cardano, coglie la palla al balzo per rintuzzare polemiche e sangue che corrono ormai da tempo tra i due protocolli, dicendo che la scadenza di agosto per Ethereum 2.0 non si potrà rispettare.

Cosa che andrebbe a vantaggio di Cardano e $ADA, sulla quale possiamo investire anche con eToroche su Cardano offre anche lo staking in automatico – intermediario che ci propone anche un conto demo gratuito con il quale fare trading con capitale di prova, senza rischiare nulla.

Sempre all’interno di questo broker troviamo anche strumenti come il CopyTrader, che ci permettono di avere una copia integrale delle posizioni dei migliori trader in un solo click, così come ci permette di spiare le loro posizioni. Abbiamo anche gli Smart Portfolios che ci permettono di investire in panieri diversificati in stile ETF, pur senza alcun tipo di commissione aggiuntiva. Con 50$ possiamo poi passare al conto reale di trading.

Per Charles Hoskinson impossibile il passaggio ad ETH 2.0 ad agosto

La data, che tra le altre cose non è ufficiale, è quella del prossimo agosto. Mancano poco più di due mesi, all’interno dei quali dovrebbero essere fatti altri 2 merge su altrettante testnet di Ethereum, per poi effettuare il passaggio, ammesso che tutto vada bene, sulla mainnet. Sarebbe questo il percorso al quale molti, ma non tutti, credono.

Ethereum 2024 2.0 oppure farsa?
Quanto c’è di vero?

E tra coloro che non credono troviamo anche Charles Hoskinson, che in molti conoscono come leader di Cardano, che ritiene invece come orizzonte più probabile il 2024, con la possibilità che ci se la faccia però entro il 2023. Un colpo duro alle speranze di molti o semplice pre-tattica per segnalare come in realtà il suo sistema sia superiore? Difficile a dirsi per adesso, ma la posizione di Hoskinson, che pur è un personaggio di rilievo all’interno dell’ecosistema cripto, ma sempre analizzata e presa sul serio. Il tutto all’interno di un’intervista con FireWorks, all’interno della quale ha anche tessuto le lodi di Polkadot e ha sottolineato come le tempistiche del passaggio dipenderanno dal duro lavoro degli sviluppatori.

Sviluppatori Ethereum però che in diverse occasioni hanno sottolineato come di problemi ce ne siano e che l’idea di continuare ad aggiungere nuove funzionalità potrebbe essere anche foriera di problemi.

Un attacco senza senso oppure outlook corretto?

Difficile a dirsi adesso. C’è anche da dire però che il fronte di chi ritiene agosto una scadenza impossibile si sta infoltendo. Di nostro non siamo certi né dell’una né dell’altra posizione, ma preferiremmo comunque un passaggio indolore, anche se dovesse essere ritardato ulteriormente.

La dominance di Ethereum in determinati settori, su tutti quello della finanza decentralizzata non sembrerebbe essere, almeno per il momento, fonte di preoccupazione per nessuno. E comunque, nel mondo del software, accelerare il rilascio per evitare che la competizione aggredisca non si è mai rivelato una nuova idea.

Se è vero che non aumenteremmo oggi il nostro equipaggiamento per il mining che teniamo in redazione a scopo di test, è altrettanto vero che probabilmente vedremo le nostre GPU lavorare ancora per un po’. Staremo a vedere.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

3 commenti

  1. invece lo sviluppo di cardano quello sì che procede a razzo XD

    p.s. dopo il merge di ethereum (se non ci sono intoppi ovviamente) la vedo grigia per il futuro di cardano… chissà perchè il leader del cardano semina fud su eth, il vero cardano-killer 🙂

  2. Intanto Ethereum ha un valore economico, Cardano a furia di frastullarsi farà stancare i suoi estimatori, come dire: chi ha tempo non perda tempo.

  3. cmq permettetemi lo sfogo: io mi sono anche un po’ rotto i cosiddetti degli spala-merda. Per carità, un conto sono le crypto-scam da influencer, e su quelle è giusto spalare merda; ma che ripple spali merda su bitcoin, cardano spali merda su ethereum, i massimalisti BTC spalino merda su tutto e tutti… e bastaaaaaaa!

    -_-‘

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *