Home / Elrond per domini e marketplace NFT | Accordo istituzionale in Romania

accordo in romania per elrond

Elrond per domini e marketplace NFT | Accordo istituzionale in Romania

Si torna a parlare di Elrond, grazie a delle ottime notizie che arrivano dalla Romania, paese che tra le altre cose è quello di origine del CEO del gruppo che controlla il network.

Secondo quanto è stato riportato anche da diverse testate locali infatti, l’ICI di Bucarest vorrebbe lanciare un sistema di domini decentralizzati e anche un marketplace NFT istituzionale basandosi proprio sui servizi offerti da Elrond.

Una buona notizia dunque anche per il token che è collegato a questo sistema, ovvero Elrond Gold, che dopo aver fatto faville nel corso del 2021 è caduto vittima come un po’ tutti di quanto è avvenuto recentemente sul mercato. Possiamo trovare Elrond Gold anche su Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con capitale di prova illimitato – intermediario che ci permette di investire con gli strumenti più importanti per l’analisi e anche per l’operatività.

Abbiamo a disposizione infatti MetaTrader 4, insieme a TradingView, tanto per l’analisi quanto per l’organizzazione degli ordini in senso professionale, tramite le due piattaforme più utilizzate dai professionisti. E abbiamo anche il WebTrader interno che ci permette di operare via web anche con l’aiuto dell’intelligenza artificiale. Con 20€ possiamo passare ad un conto reale.

Elrond pronta a collaborare con ICI

Sul piatto della collaborazione ci sarebbero sia domini decentralizzati in stile Ethereum Name Service, sia, a quanto ci è dato sapere, un marketplace per token non fungibili di carattere istituzionale, che punterebbe così a diventare il collettore di tutto il traffico o quasi che arriva dalla Romania su questo mercato.

Elrond scalabilità ed ecologia
Elrond scelta per le sue caratteristiche ambientali e di scalabilità

A cercare la collaborazione è l’ICI di Bucarest, che ha guardato ad Elrond sia in quanto carbon negative, ovvero ad impatto meno di zero in termini di emissioni, sia per le caratteristiche note di scalabilità del network. Secondo quanto riportato dall’azienda si tratterebbe di una prima volta in Europa per un progetto del genere, che è appunto di carattere istituzionale.

L’obiettivo è di migliorare la collaborazione tra istituzioni e cittadini, utilizzando un framework digitale e moderno. Le tecnologie Web3 possono trasformare la pubblica amministrazione ed aiutare le istituzioni a fare un balzo in avanti in termini di velocità ed efficienza, abbassando i costi e le attività burocratiche inutili.

Questo è il commento di ICI Bucharest sulla collaborazione, che sarebbe stata già definita e che contribuirà a dare lustro anche ad Elrond, che con la Romania, come è noto, ha un rapporto decisamente diretto e speciale.

Mentre il mercato rischia, c’è chi costruisce

È forse questa la differenza maggiore con la crisi tra 2017 e 2018. Mentre il mercato continua ad accusare il colpo, diversi protocolli continuano a costruire e a chiudere collaborazioni di un certo spessore. Il tutto con la speranza di ritrovarsi poi, quando i mercati avranno recuperato o comunque invertito trend, con asset spendibili e in grado di attirare gli investitori.

Buone notizie dunque in un periodo che per molti è di magra assoluta, compreso Elrond, che ha una quotazione che è lontanissima parente dei massimi che sono stati raggiunti nel corso degli scorsi mesi. Una notizia di questo tipo non può sicuramente invertire il trend da sola, ma è comunque ottima per tutti coloro i quali vogliono vedere una luce in fondo al tunnel.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

One comment

  1. EGLD tra le top se non la top…..mia personalissima opinione, non lo dico per interesse perché al momento non sono esposto con EGLD, l’anno scorso grandi soddisfazioni e sto attendendo il momento giusto per risalire in sella, d’altronde i cavalli di razza si vedono sulle lunghe distanze…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *