Home / FTX vuole comprare Robinhood | O forse no! Smentita che non lo è

FTX ROBINHOOD

FTX vuole comprare Robinhood | O forse no! Smentita che non lo è

Secondo quanto riportato da Bloomberg, che cita fonti che preferisce mantenere segrete in quanto il deal non sarebbe ancora pubblico, FTX starebbe valutando la possibilità di acquisire Robinhood, retailer di titoli finanziari per piccoli investitori.

Una notizia che arriva in una fase molto particolare per entrambe le aziende e che potrebbe cambiare non solo il panorama cripto, ma quello più generale dell’accesso ai mercati per i piccoli investitori.

Una notizia interessante anche per valutare la sostanza di FTX e del suo token $FTT, sul quale possiamo investire con eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il TOP dei SERVIZI DI TRADING – intermediario che ci permette di investire su panieri cripto e anche su cripto asset singoli, scegliendo tra i 75+ presenti a listino.

Un intermediario unico anche per la sua offerta di servizi fintech. Abbiamo infatti il CopyTrader che ci permette di copiare le posizioni dei migliori investitori, oppure di spiare cosa stanno facendo sul mercato. Abbiamo poi strumenti di investimento diversificato negli Smart Portfolios, che ci permettono di investire in panieri di cripto asset già diversificati. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

FTX vuole comprare Robinhood? Bloomberg dice di sì, il gruppo offre…

La notizia ha iniziato a circolare da Bloomberg, che ha citato fonti informate dei fatti, che non possono essere però esplicitate in quanto l’offerta non sarebbe ancora pubblica. In soldoni FTX, uno degli exchange più importanti per volumi e anche, parrebbe, con la liquidità più importante.

Robinhood smentita FTX
La smentita di FTX non sembra essere definitiva

Destinatario dell’offerta che non sarebbe però stata ancora formulata è Robinhood, società che ha avuto una grande fortuna negli ultimi anni e che offre contratti derivati e accesso ai mercati al pubblico retail, ovvero al pubblico dei piccoli investitori. Gruppo in relativa difficoltà durante quello che è un bear market anche per il mondo delle azioni e che in molti vedono in ulteriore difficoltà se dovesse passare la nuova dottrina SEC sull’inoltro degli ordini a borsa.

Quale boccone più ghiotto per FTX, che nel frattempo si sta muovendo come una vera banca centrale anche per contenere il contagio all’interno del mondo cripto dovuto al fallimento di diversi fondi e società che offrivano servizi di landing.

FTX smentisce… di aver formulato un’offerta

A poche ore dall’annuncio di Bloomberg è arrivata una sorta di smentita, che però ha aperto a diverse dietrologie tra chi ama leggere tra le righe. Perché effettivamente di vera e propria smentita non si può parlare.

Non ci sono conversazioni attive sulla possibilità di acquisizione. Siamo entusiasti dei prospetti di business di Robinhood e sulle potenzialità di collaborazione con loro e io sono sempre rimasto impressionato dal business che Vlad [il CEO di Robinhood, NDR] e il suo team hanno costruito.

Questo il testo della smentita, che si riferisce per l’appunto al fatto che non ci siano ancora trattative avviate, senza smentire che a livello interno questa idea stia circolando da tempo, come riportato da Bloomberg.

Ora sarà da vedere se il leak, per vero o meno che sia, abbia ostacolato l’avanzata del piano oppure se tra qualche settimana ci troveremo qui a discutere dell’ennesimo acquisto targato FTX. Certo è che da questo bear market, come da tutti i bear market, usciranno in modo vittorioso coloro i quali hanno maggiore liquidità a disposizione. Come ripete un vecchio adagio di Wall Street, Cash is King!.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *