Home / NFT: secondo round per Gucci! | E per SuperRare è ora di…

GUCCI NFT VOLA

NFT: secondo round per Gucci! | E per SuperRare è ora di…

Secondo round di NFT per Gucci, che conferma SuperRare come partner per traghettare la sua immagine nel metaverso. Round che rientra nel progetto The Next 100 Years of Gucci, fedele al DNA fortemente innovativo della storica maison.

Innovazione in chiave blockchain al servizio dell’alta moda, con 29 artisti che hanno prestato la loro opera per celebrare i primi 100 anni di attività dell’azienda. Un segnale di fiducia verso l’intero comparto cripto, con i big della moda che tengono dritto il timone e non si preoccupano dei mercati ribassisti.

Ottimo anche per $RARE, che possiamo trovare anche sulla piattaforma sicura Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con CAPITALE DI PROVA INFINITO – intermediario che ci permette di investire su 476+ cripto a listino, con un’ottima scelta anche per quanto riguarda il mondo delle cripto emergenti.

Abbiamo a disposizione strumenti molto avanzati come MetaTrader 4, così come abbiamo a disposizione anche TradingView, da integrare nella piattaforma interna WebTrader, accessibile via web. Il tutto condito con l’intelligenza artificiale che ci permette di analizzare il nostro portafoglio e individuare errori. Con 20€ possiamo passare ad un conto reale.

Gucci: cent’anni di NFT

Cent’anni e non sentirli. Anzi, 101, visto che Gucci ha raggiunto lo storico traguardo nel 2021. Per celebrare i fasti passati, o più probabilmente per augurarsi una carriera altrettanto longeva e ricca di soddisfazioni, la maison italiana ha messo in piedi un progetto on chain in collaborazione con SuperRare. The Next 100 Years of Gucci è una collezione di 45 NFT presentata su Vault, spazio virtuale della maison in chiave blockchain. Collezione che ospita le opere di 29 artisti quali Drew Young, Tim Maxwell, Alanna Vanacore e altri.

Le opere digitali sono interpretazioni di icone e momenti chiave dell’ormai centenaria storia di Gucci, e come si intuisce dal tweet di SuperRare rappresentano l’ennesima incursione nel metaverso per la storica firma italiana.

Il lusso vero ama i NFT

Già diverso tempo fa vi avevamo raccontato di Vault, metaverso firmato da Gucci in collaborazione con The Sandbox. La collezione di cui vi parliamo oggi rappresenta è il secondo atto di una collaborazione con SuperRare che a quanto pare risulta essere nata sotto una buona stella, segnale del grande, anzi enorme interesse del settore per il mondo NFT.

Gucci: cripto forza nove, andare sì, ma dove?

Nella prima occasione Gucci avrebbe acquistato 25.000 dollari di token $RARE per dare il via all’operazione che fa il paio con la notizia di oggi: ve ne abbiamo parlato di recente, introducendo nella stessa occasione il progetto Vault Art Space.

Notizia che semmai ce ne fosse bisogno, ci conferma l’impegno della maison in chiave blockchain: sappiamo ormai da tempo che Gucci ha iniziato ad accettare pagamenti in Bitcoin e altre criptovalute in alcuni suoi negozi fisici americani.

Se torniamo indietro di qualche altra settimana troviamo Tommy Hilfiger alle prese con la Fashion Week di Decentraland e Boson nel metaverso, ma i casi di brand del lusso alle prese con Web3 e criptovalute ormai non si contano più. Segnali di fiducia verso un mercato che nonostante la burrasca in corso, continua ad attirare l’attenzione dei big del lusso. Big del lusso che, anche nel mondo virtuale delle cripto, non potranno che trovare in Gucci una guida di prima fascia, un esempio da seguire senza pensarci troppo su.

Info su Paolo Sorgi

Appassionato di NFT, metaverse e cripto legate ai motori, Paolo segue per criptovaluta.it anche il settore del gaming e della musica legata alla blockchain.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *