Home / Poste Svizzere: arrivano Bitcoin e criptovalute! | Piano per 2024 – E in Italia?

POSTE SVIZZERE CRIPTO

Poste Svizzere: arrivano Bitcoin e criptovalute! | Piano per 2024 – E in Italia?

In campo finanziario la Svizzera ha sempre lasciato indietro ogni altro paese competitor. E questo è il caso anche per le criptovalute e per Bitcoin, con la Confederazione che lancerà servizi di custodia e di scambio attraverso le Poste locali.

Se dalle nostre parti siamo ancora a parlare di libretti e di carte bancomat, i cugini elvetici rilanciano con servizi avanzati, che aprono al mondo delle criptovalute per un pubblico enorme e soprattutto non esattamente specializzato in questo tipo di comparto. Un’ottima notizia per il comparto, nonché segnale del fatto che non ci sono limiti alla diffusione che, anche a stretto giro di posta, questo comparto può raggiungere.

Ottima notizia sulla quale poter anche investire con la piattaforma sicura Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale e gratuito con il TOP degli STRUMENTI di TRADING – per un intermediario che ci offre la possibilità di investire su 476+ cripto, scelte tutte tra le migliori per prospettiva anche finanziaria di breve e lungo periodo.

All’interno di quanto viene offerto da questo intermediario troviamo TradingView insieme a MetaTrader 4, entrambi servizi molto avanzati e apprezzati anche dai professionisti. Chi vuole qualcosa di più diretto ha comunque a disposizione il WebTrader che ci permette di investire via browser, utilizzando anche l’intelligenza artificiale che ci aiuta a correggere il nostro portafoglio. Ci bastano poi 20€ per passare ad un conto reale.

Le Poste Svizzere aprono al mondo cripto e Bitcoin

Qualcosa che forse in pochi avrebbero avuto l’ardore anche soltanto di immaginare. Sì, le Poste Svizzere permetteranno ai loro clienti di comprare Bitcoin e criptovalute. Ci sarà da aspettare, perché il servizio non sarà attivo prima del 2024, ma forse questo orizzonte temporale ci restituisce un quadro ancora più ottimistico, perché per un ente importante come le Poste Svizzere Bitcoin e cripto sono qui per rimanere.

Preistorica Italia
Nella preistorica Italia tutto questo è fantascienza

Cosa verrà offerto nel dettaglio? La possibilità di acquistare le principali criptovalute (non è ancora dato sapere quali, ma tutto lascia pensare alle prime per capitalizzazione di mercato) e anche la possibilità di custodirle sempre presso le infrastrutture delle Poste Svizzere.

I nostri clienti vogliono accesso diretto a questo mercato tramite la loro banca classica. Data la grande istituzionalizzazione delle criptovalute negli ultimi 18 mesi, questo è il momento ideale per entrare nel mercato.

Questo è quanto è stato dichiarato da parte di Sandra Lienhart, che è responsabile della divisione retail banking del gruppo. Un passo in avanti importante che segnala ancora una volta come la Svizzera sia storicamente e anche attualmente molto attenta alle evoluzioni del mercato e ai servizi richiesti da parte della propria clientela.

Qualcosa di, non ce ne vogliano i quadri, impossibile anche soltanto da pensare dalle parti di Poste Italiane, dove i prodotti finanziari han pure fatto il loro debutto, ma seguendo dei binari classici e legati al mondo del risparmio e dei fondi. Talvolta con rischi comparabili, aggiungiamo noi, a quelli del mondo delle criptovalute.

Svizzera terra d’elezione del mondo cripto

Dal Plan B di Lugano, passando per la presenza di diversi gestori di fondi che operano proprio nel mondo cripto, la Svizzera si conferma terra perfetta per chi vuole muoversi nel mondo cripto, sia in senso professionale sia invece per chi vuole operare sul piano personale.

Un esempio che purtroppo difficilmente verrà seguito non solo in Italia, ma anche negli altri paesi limitrofi. Una torta, una cultura e un’apertura che purtroppo in pochi sono in grado di mettere sul tavolo. Riuscireste mai ad immaginare di comprare Bitcoin da uno sportello postale? Noi francamente no, e crediamo che difficilmente questa situazione andrà a cambiare.

Con la magra consolazione di avere la Svizzera a pochi chilometri da casa, pronta ad aspettarci quando vogliamo annusare un po’ del profumo della libertà finanziaria, anche tramite istituzioni “regolari” come le Poste.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *