Home / L’università si paga in Bitcoin e cripto | L’iniziativa incredibile in…

BITCOIN CRIPTO UNIVERSITA

L’università si paga in Bitcoin e cripto | L’iniziativa incredibile in…

Sì, con Bitcoin e criptovalute si può andare anche all’università. E lo si può fare da remoto presso un gruppo educational in Messico, che grazie ad una partnership con Bitso, popolare exchange in Latam, inizierà ad accettare oltre 30 criptovalute tra le più popolari.

Una mossa che forse interesserà, in senso diretto, poco gli studenti europei, ma che al tempo stesso segnala quello che è e che sarà l’effettivo percorso di adozione del comparto, che passerà anche da questo tipo di iniziative.

Nel complesso un’ottima notizia per tutto il comparto, sul quale potremo investire anche con la piattaforma sicura eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito e con il TOP degli STRUMENTI per il TRADING – intermediario che ci permette di investire su 75+ cripto già inserite a listino, criptovalute tra le quali troviamo anche quelle che saranno accettate da UTEL.

In aggiunta, tramite questo intermediario, abbiamo anche accesso a strumenti per il trading automatico, come ad esempio il CopyTrader, che permette la copia dei migliori in un solo click, così come accesso ai loro portafogli. Con gli Smart Portfolios invece possiamo investire in portafogli diversificati in stile ETF, senza però che ci siano costi aggiuntivi. Con 50$ possiamo poi passare ad un conto reale di trading.

All’università con Bitcoin e cripto: ecco cosa c’è in ballo

L’iniziativa è di UTEL, che ha collaborato con Bitso, importantissimo exchange di criptovalute che opera principalmente in America del Sud. Grazie a questa iniziativa potremo utilizzare Bitcoin per pagare la retta di questa università online, oppure scegliere di utilizzare anche altre 33 cripto, tra le quali le più popolari per capitalizzazione.

Bitcoin e cripto per pagare università
Una straordinaria iniziativa

Con un’attenzione anche per $SHIB, che rimane uno dei cavalli di battaglia di questo tipo di iniziative, dato che è comunque in grado di attirare sempre attenzioni importanti, grazie alla forza e alla diffusione della propria community.

Dove potremo iscriverci? Si tratta di UTEL, un’università telematica che è attiva nei paesi del centro e del Sud America di lingua spagnola. Che tipo di importanza ha? I numeri possono aiutarci a comprenderla: 115.000 studenti già iscritti da più di 60 paesi, con un focus specifico per quanto riguarda l’America Latina.

Vengono offerti non solo programmi di lauree brevi, ma anche istruzione superiore, come master e dottorati, che vengono proposti in collaborazione con i migliori atenei del mondo. Un player, per intenderci, che seppur sia poco conosciuto in Europa, in realtà ha un reach importante e può fare da ottima vetrina per il mondo cripto e Bitcoin.

Sì, è un ottimo segnale per il mondo cripto e Bitcoin

Anche se i volumi che una questione del genere potrà spostare difficilmente avranno un impatto importante in termini di prezzo, si tratta comunque di iniziative molto importanti, dato che permetteranno ad un pubblico vasto e magari non ancora appassionato di iniziare ad incontrare questo tipo di settore.

Tutto questo nella speranza che qualcosa inizi a muoversi anche dalle nostre parti, dove le università che potrebbero essere protagoniste di un’apertura in questo senso sono diverse. È pubblicità per gli istituti? Poco male: lo è anche per le possibilità di spesa delle criptovalute, uno dei punti sui quali si discute più alacremente praticamente da sempre.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *