Home / Ripple: accordo con FOMO PAY! | Presenza importante anche a Singapore

SINGAPORE FOMO PAY RIPPLE

Ripple: accordo con FOMO PAY! | Presenza importante anche a Singapore

Altro colpaccio per Ripple, che si conferma uno dei network più forti economicamente e commercialmente, chiudendo un’altra collaborazione di enorme importanza nel Lontano Oriente, area geografica dove il gruppo continua ad espandersi, in particolare per le rimesse transfrontaliere.

L’ultimo degli accordi, che analizzeremo all’interno del nostro approfondimento, è con il fornitore di strumenti di pagamento FOMO pay, attivo a Singapore che utilizzerà le tecnologie che vengono offerte appunto da Ripple.

Qualcosa che contribuirà all’espansione di Ripple su scala mondiale e che potrebbe avere anche delle ripercussioni sul medio e lungo periodo, sulle quali potremo investire con eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratis con il TOP degli STRUMENTI per fare TRADING – intermediario che ci permette di investire su 75+ cripto, scelte tutte tra le migliori che abbiamo a disposizione sul mercato, sulle quali poter operare con il meglio degli strumenti di analisi ed immediatamente operativi.

È grazie a questo intermediario che possiamo infatti investire copiando i migliori con il CopyTrader. Ed è sempre grazie a questo intermediario che possiamo operare con gli Smart Portfolios, portafogli ben diversificati che ci permettono di investire in staile ETF ma senza alcun tipo di costo aggiuntivo. Con 50$ possiamo investire con il conto reale.

Ripple: altro accordo a Singapore

Un altro accordo, dato che i servizi offerti da Ripple fanno molto gola a chi offre pagamenti ai propri clienti a basso costo e magari tra diverse nazioni. L’ultimo degli accordi siglato per accedere a ODL è infatti Fomo Pay, gruppo che opera già a Singapore e che utilizzerà la rete di Ripple per migliorare il servizio di rimesse.

FOMO Pay che è un servizio di pagamento con regolare licenza a Singapore e che opera anche nel mondo dei trasferimenti di denaro digitalizzato e che è perfettamente integrato con mastercard, WeChat Pay e con molti altri servizi diffusi in tutto il continente asiatico. Un colpo niente male, per una ragnatela di Ripple nel lontano e lontanissimo oriente che si fa sempre più articolata.

Accordo Ripple Singapore
Un altro importante accordo per Ripple in Lontano Oriente

Tutto questo nonostante la causa negli Stati Uniti continui a procedere piuttosto a rilento e non se ne veda la fine, anche a causa di un ostruzionismo sempre più forte da parte di SEC, che trovandosi in una pessima posizione all’interno del processo che essa stessa ha avviato, non ha ora alcun vantaggio a chiuderlo in tempi brevi.

Ripple sarà uno dei big player del settore anche per il futuro

E su questo abbiamo pochissimi dubbi. Dei protocolli se vogliamo storici del comparto Ripple sarà uno di quelli che sopravviverà anche a questo bear market. Per quanto sia comprensibile che alcuni comportamenti della società che lo controlla suscitino l’antipatia degli appassionati del mondo cripto, è con occhi il più possibile freddi che dobbiamo guardare a questo protocollo.

Protocollo che continua ad avere alle spalle una delle società commercialmente più forti del mondo, che continua a chiudere accordi ad un ritmo importante e soprattutto in aree del mondo che sono quelle a più alto tasso di crescita previsto per il futuro.

Cosa che potrebbe ovviamente ripercuotersi anche sul valore di $XRP in futuro, una volta passato il bear market che continua ad angosciare gli investitori e a comprimere il valore dei principali coin e token.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *