mercoledì , 28 Settembre 2022

Home / In Sudafrica nuove regole per Bitcoin e cripto | Aperture della banca centrale

SUDAFRICA CRIPTO

In Sudafrica nuove regole per Bitcoin e cripto | Aperture della banca centrale

Svolta in Sud Africa, dove è intervenuta la principale istituzione di controllo del settore bancario del Paese a confermare la possibilità, per le banche private, di offrire ai propri clienti servizi legati al mondo cripto, che si tratti di Bitcoin oppure ancora di altri tipi di criptovalute.

Una scelta, quella della South African Reserve Bank, una sorta di banca centrale per il paese, che conferma un’apertura da parte dei paesi emergenti molto più importante di quanto vediamo invece nelle cosiddette economie sviluppate, sviluppate sì, ma molto poco attente a quanto potrebbe effettivamente cambiare il mondo bancario e finanziario anche nel futuro.

Un’ottima notizia per tutto il comparto, sulla quale possiamo investire anche con eTorovai qui per ottenere un conto gratuito di prova con il meglio degli strumenti di TRADING PREMIUM – intermediario che ci garantisce accesso a 75+ cripto scelte tra tutte le migliori presenti sul mercato.

Cripto alle quali potremo accedere con servizi unici come il CopyTrader, per la copia dei migliori con un solo click e anche per spiare nei loro portafogli. E abbiamo l’alternativa degli Smart Portfolios, per investire in panieri cripto con all’interno i migliori token e coin. Bastano 50$ di investimento minimo per passare ad un conto reale.

Sud Africa vuole guidare la rivoluzione cripto

Il tutto in un continente che è già molto aperto alle novità anche finanziarie introdotte da Bitcoin e dal resto del mondo cripto. SARB, ovvero la massima autorità bancaria di Johannesburg, ha pubblicato infatti delle linee guida per permettere agli istituti bancari classici di offrire servizi e transazioni cripto senza che ci siano problemi. Confermando inoltre che non ci saranno ban nel paese ma soltanto la spinta gentile all’implementazione di due diligence per questo tipo di rapporti.

Regole Sudafrica cripto
Regole aperte

Una scelta, quella dell’autorità bancaria centrale del Sud Africa, che arriva anche a fare chiarezza in un paese che aveva sofferto problemi “molto italiani” soltanto fino a qualche giorno fa, con la chiusura contestuale dei conti bancari di alcuni clienti proprio perché colpevoli di aver utilizzato i conti in banca per transazioni da e verso gli exchange.

Le banche possono agire come canale per i fondi collegati agli asset cripto e a chi offre questo tipo di servizi e possono giocare un ruolo per i clienti che vogliono acquistare tali asset o ricevere i pagamenti dalle vendite di questo tipo di asset in fiat currency sul loro conto. Le banche dovranno assicurarsi di mantenere registri adeguati in relazione a tutte le transazioni dei clienti, includendo quelle da fiat a fiat, da fiat a cripto e da cripto a fiat.

Questa la generalità delle linee guida che apre così ad una nuova fase per il settore bancario sudafricano, mentre in Europa (e in particolare in Italia) tanti istituti di vecchio stampo continuano ad ostacolare quelle che sono, fino a prova contraria, operazioni libere e legittime.

L’Europa guardi qui

Sì, è anche un messaggio per BCE, che invece ha deciso di seguire una strada completamente diversa, fatta di mezze frasi, di tentativi di terrorizzare il pubblico e di descrivere il mondo Bitcoin e Cripto come terreno perfetto per truffe e furti.

Non è evidentemente così: peccato se ne siano accorti prima i paesi emergenti e quelli che da un miglioramento del sistema monetario anche su scala globale hanno, probabilmente, molto da guadagnarci.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.
Criptovaluta.it è su Google News !
Resta aggiornato sulle ultime news elaborate dal centro studi di Criptovaluta.it per Google News - clicca su questo link e poi sulla stellina ⭐ in alto a destra.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *