Home / FTX punta anche Celsius? | La rivelazione di Bloomberg dice che…

FTX CELSIUS

FTX punta anche Celsius? | La rivelazione di Bloomberg dice che…

Ieri è stato il turno dell’acquisizione di Voyager. Oggi potrebbe aprirsi la nuova fase per FTX che punterebbe, secondo Bloomberg, ad acquisire un altro importante soggetto in difficoltà nel mondo del crypto-lending. Sì, perché secondo quanto è stato riportato dalla testata, SBF, leader del gruppo, starebbe valutando la possibilità di investire in Celsius.

O meglio, di rilevarne gli asset, in una mossa che confermerebbe lo status di FTX come banca centrale, anche se privata, del comparto. Una banca centrale che è entrata in quasi tutte le situazioni di difficoltà e sofferenza che si sono innescate in seguito al crollo delle quotazioni del mondo cripto e che hanno poi finito per amplificare lo stesso crollo, in una spirale che ha portato diversi soggetti, anche di rilevanza mondiale, alla bancarotta.

Un altro segnale di assoluta forza per FTXvai qui per ottenere un conto gratuito per investire tramite questo exchange con sconto del 5% lifetime sulle commissioni – intermediario che ci permette di investire su centinaia di cripto con strumenti di analisi e immediatamente operativi molto all’avanguardia.

Un intermediario che offre servizi completi e anche approcci ad altri mercati e che è regolarmente dotato di licenza per operare in Europa nell’intermediazione e che può così offrire tutto quello di cui abbiamo bisogno per operare in sicurezza e tranquillità.

FTX con gli occhi su Celsius? Mancano le conferme, anche se…

Non è la prima volta che iniziano a circolare delle notizie di questo tipo, ovvero di un interesse del’exchange FTX nei confronti degli asset di Celsius, il cripto lender che è stato tra i primi a dare segni di scricchiolii e a dover portare i libri in tribunale aprendo alle procedure fallimentari. Questa volta a tornare sull’argomento con nuovi elementi è Bloomberg, che racconta di come SBF, il leader del gruppo, starebbe valutando un ritorno sulle sue precedenti posizioni, dopo che soltanto qualche settimana fa aveva negato qualunque tipo di interesse nella vicenda.

FTX Celsius acquisizione
FTX vuole anche Celsius?

Il tutto mentre soltanto ieri il CEO del gruppo, Alex Mashinsky ha annunciato le sue dimissioni da CEO, notizia che ha portato un certo sconquasso tra i detentori del token $CEL, prima tra i peggiori poi invece in ripresa dopo che sono prese a circolare le notizie riguardo un potenziale interessamento di FTX.

Il tutto passerebbe dal solito meccanismo di asta che abbiamo visto anche per Voyager e che vedrà con ogni probabilità partecipare anche altri operatori del settore, con cifre che potrebbero farsi relativamente alte – anche se troppo basse per pensare di ristorare tutti gli aventi diritto che si sono purtroppo scottati con il fallimento del gruppo.

Dove si fermerà FTX?

Difficile a dirsi per ora, dato che il gruppo sta anche raccogliendo un miliardo di dollari tra gli investitori proprio per operazioni di questo genere. Operazioni che potrebbero riguardare pertanto non solo Celsius, ma anche qualche altra realtà in difficoltà della quale si parla meno anche sui giornali e sulle pubblicazioni specializzate.

Segnali di forza importante per FTX, che conferma la nostra previsione di un mercato cripto che sarebbe uscito in modo molto diverso da questa crisi, ovvero con un aumento della concentrazione dei volumi e degli asset presso pochi grandi player. Per ora sta andando così e non escludiamo che continuerà a farlo. Soprattutto se FTX dovesse confermare la sua volontà di continuare ad operare come una sorta di asso pigliatutto dei soggetti in crisi.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *