Home / NFT: Arriva il distributore automatico | L’iniziativa parte da Londra

DISTRIBUTORE NFT CRIPTO

NFT: Arriva il distributore automatico | L’iniziativa parte da Londra

Prima c’erano gli ATM di Bitcoin, che hanno preso piede in Europa, in particolare in Spagna che detiene il record nel continente. Ma il prossimo primato sarà detenuto dal Regno Unito. Londra sarà infatti la destinazione per la prima cabina “distributore” di NFT. Il passo avveniristico arriva dalla start-up myNFT che aspira a ridurre le barriere nell’ottenimento e nell’utilizzo degli NFT.

La macchina da NFT di myNFT è progettata per ridurre le barriere d’accesso al mondo del web3 e del collezionismo digitale. Sarà presentata alla conferenza NFT London che si terrà al Queen Elizabeth II Centre e sarà possibile utilizzarla per acquistare opere d’arte da autori come Dr. Who Worlds Apart, Thunderbirds e Delft Blue Night Watch. Il costo di questi NFT si aggirerà tra le 10 e le 100 sterline, sempre per rendere il servizio più accessibile in contrasto alle aste milionarie o alle centinaia di migliaia di dollari in Ether.

Un altro segnale dell’importanza di questo settore anche in termini di… cultura popolare, con un mix tra le celebri cabine di Londra e la tecnologia del momento. Tecnologia del momento sulla quale possiamo investire con eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il meglio dei token e degli strumenti – intermediario che ci permette di investire nel complesso su 78+ cripto asset, tutti scelti tra i migliori che abbiamo a disposizione per il mondo cripto e anche legato al mondo NFT.

Sempre da eToro troviamo anche strumenti per fare trading di livello professionale e anche automatico con il CopyTrader. Abbiamo poi anche gli Smart Portfolios tematici per chi vuole

Il primo venditore automatico di NFT in Europa

In un clima di rinnovata fiducia per il mondo cripto nel Regno Unito, ecco che la start-up myNFT decide di presentare il primo venditore automatico di NFT in Europa per assicurare al Regno Unito questo primato. La cabina NFT sarà presentata al Queen Elizabeth II Centre in occasione del NFT London il 3 e 4 novembre, uno dei maggiori punti di incontro sul continente per i fan dei token non fungibili. Hugo McDonaugh, CEO della start-up, vuole mostrare quante potenzialità si nascondano nel mercato NFT e con questa cabina punta a creare un esperienza fisica e collegata alla realtà materiale per esorcizzare l’aria di mistero che circonda il web3.

Distributori NFT Londra
Una buona idea? Fateci sapere la vostra

Gli utenti che vorranno acquistare un NFT attraverso il venditore automatico di myNFT sceglieranno tra le confezioni in mostra, digiteranno il codice corrispondente e dopo aver pagato riceveranno un codice QR. Il codice QR porterà gli acquirenti dell’NFT prescelto sul marketplace di myNFT dove potranno creare un proprio account completo di wallet dove riceveranno il token.

Blockchain, crypto e NFT in UK

Il Regno Unito non è nuovo alla sperimentazione con la blockchain, è stato infatti il primo paese in cui una notifica giudiziaria è stata trasmessa attraverso l’invio di un NFT. L’Alta Corte di Giustizia di Inghilterra e Galles ha infatti stabilito in occasione di tale processo che una notifica giudiziaria si possa trasmettere sotto forma di NFT. La decisione è stata presa in un contesto in cui ignoti truffatori non potessero essere identificati se non tramite l’indirizzo del loro wallet.

Del resto, la legge deve tenere il passo con i cambiamenti della società, considerando che a giugno del 2022 le statistiche segnalavano che più di un terzo dei cittadini britannici erano in possesso di criptovalute e più della metà di loro era interessata ad ampliare il proprio portfolio con monete emergenti.

Il Regno Unito sta quindi cercando di imporsi come Crypto Hub sul continente Europeo? Recenti notizie confermano che la blockchain sta per trovare utilizzo nel settore commerciale in UK per snellire la burocrazia e ridurre l’uso del cartaceo. L’Electronic Trade Documents Bill potrebbe quindi rivoluzionare la burocrazia inglese e stando alle stime della Digital Container Association (DCSA) la digitalizzazione dei documenti cartacei utilizzati dal settore di trasporti su nave potrebbe far risparmiare più di 3 miliardi di sterline, oltre a velocizzare i tempi di trasferimenti dei documenti: da 10 giorni di spostamento per un documento fisico, a 20 secondi di trasferimento per uno digitale.

Info su Alessio Sibiriu

Scrittore freelance appassionato di crypto, da aprile 2021 dedicato interamente al Web3 e attivamente occupato nella ricerca e divulgazione degli sviluppi del settore DeFi.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *