Home / Bitcoin: Il white paper compie 14 anni | Tutto ebbe inizio il…

BITCOIN WHITE PAPER

Bitcoin: Il white paper compie 14 anni | Tutto ebbe inizio il…

Quattordicesimo compleanno per il documento più importante di sempre della storia di Bitcoin, ovvero per il suo white paper, che è stato rilasciato per la prima volta da Satoshi Nakamoto il 31 ottobre 2008. Ne è passata tanta, anzi tantissima di acqua sotto i ponti – con Bitcoin che è diventato una realtà forse più importante si sarebbe potuto immaginare ai tempi.

White paper dal quale appunto scaturirà, relativamente a stretto giro di posta, l’ecosistema Bitcoin nel suo complesso a pochi mesi di distanza, ovvero il 3 gennaio 2009, che è invece la data ufficiale di avvio del Bitcoin network con il mining del primo blocco, il genesis block. Una data solo per nostalgici? Assolutamente no: il white paper di Bitcoin rimane un documento importantissimo sul piano non solo tecnico, ma anche politico.

Chi vuole comprare Bitcoin può trovare il coin anche sulla popolare piattaforma eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito per testarne le funzioni – intermediario che ci offre la possibilità di approcciarci a $BTC anche dal lato speculativo, con strumenti avanzati tanto per l’analisi del prezzo quanto invece per fare trading.

Abbiamo infatti il CopyTrader, sistema per copiare i più bravi tra gli investitori con un solo click e anche per spiare come stanno comprando e vendendo, e abbiamo poi anche gli Smart Portfolios che invece ci permettono di investire in panieri in stile ETF che integrano Bitcoin con altri tipi di strumenti cripto e non. Con 50$ possiamo poi investire con il conto reale.

14 anni di white paper di Bitcoin: tutto nacque il 31 ottobre 2008

Una data che forse in pochi ricordano ma che per Bitcoin è comunque importante. Il 31 ottobre 2008 veniva infatti pubblicato per la prima volta il white paper di Bitcoin, il documento di 9 pagine rilasciato da Satoshi Nakamoto, creatore o creatori del protocollo la cui identità è ancora motivo di dibattito e parte di un mistero che non è stato risolto e che forse non lo sarà mai.

Il white paper di Bitcoin compie 14 anni
Bitcoin white paper: il 14esimo compleanno

Una rivoluzione in sole 9 pagine, che racconta di un Bitcoin P2P e-cash, in un documento anche tecnico all’interno del quale, valga come curiosità, non viene mai utilizzata né la parola blockchain né tanto meno la parola mining.

Un documento storico – che invitiamo tutti a leggere e a comprendere e che è stata la base scientifica e operativa, filosofica e morale, per l’unica grande rivoluzione nel mondo monetario partita dal basso, davvero decentralizzata e unica, almeno ad avviso di chi vi scrive, in grado di poter tentare di cambiare il mondo per come lo conosciamo.

Auguri white paper: 100 di questi giorni

E forse anche di più, se il cammino di Bitcoin dovesse procedere con la stessa forza degli ultimi 13 anni. Un cammino che lo ha portato a diventare molto che forse in pochi avrebbero immaginato subito dopo aver letto per la prima volta il white paper.

Sì, è diventato coin da spendere e utilizzare su un network decentralizzato e al riparto dalla censura, ma anche tanto altro, come asset d’investimento per grandi gruppi e per soggetti istituzionali, nonché anche per piccoli risparmiatori.

Bitcoin è anche diventato un simbolo, tante volte anche oggetto di pessimi tentativi di imitazione. Un simbolo che tutti dovremo contribuire a proteggere e diffondere, non avendo paura di chi vuole farlo solo proprio e vuole rivendicarne una sorta di paternità posticcia. Perché Bitcoin può essere davvero di tutti, anche di chi dovesse avanzare volontà di utilizzo meno ortodosse di quelle professate dai chierici che puntualmente cercano di occupare lo spazio di una rivoluzione, per morale e tecnologica che sia.

Buon compleanno del white paper a tutti i nostri lettori, nella speranza di festeggiare anche il prossimo con il dovuto e meritato entusiasmo.

Gianluca Grossi

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

7 commenti

  1. Spazio! Ultima frontiera! Questi sono i viaggi nella nave enterprice alla scoperta di nuove civiltà, nuovi mondi e giungere là, dove nessun uomo è mai giunto prima.
    Cominciano così gli episodi di star trek e secondo me Satoshi avrebbe dovuto metterlo come introduzione.
    Perché 14 anni fa è iniziato il futuro, è iniziata la riscossa dei nerd, dei sognatori, quelli che hanno la testa fra le nuvole e vedono il mondo pieno di particelle, elettroni e protoni, vedono l’eleganza dell’universo, la riscossa degli sfigatelli, che si sono fatto prestare la super fionda del coyote Willy per spararci nel futuro.
    So che Gianluca la pensa come me, anzi Pozzetto direbbe a Celentano, lui è peggio di me……😀
    Volevo fare una battuta da super nerd sfigatissimo a Jacopo e a chiunque la capisce.
    Sapete che rumore fanno due atomi che si scontrano?………PLANCK 😂😂😂😂😂😂

  2. Pffff… alla festa delle funzioni si divertono tutte. Ma proprio tutte: Polinomiali, logaritmi, irrazionali… ce n’è solo una che rimane in disparte: l’esponenziale. Ad un certo punto un coseno le si avvicina e gli fa: “ma che c’è? perchè non ti diverti con noi?!?” e l’esponenziale risponde: “Io ci provo anche a integrarmi, ma non succede nulla… rimango sempre la stessa!”
    Qui bisogna sapere un po’ di matematica per capirla – almeno aver finito le superiori 😛

  3. ma, come sempre, Daisy va off topic (e io finisco per cascarci)
    Tanti auguri bitcoin, 100 di questi giorni!

    • Secondo me Bitcoin apprezza una festicciola nerd 🤓
      Dovrebbe far ridere perché se non sbaglio la funzione esponenziale tende sempre a infinito o roba simile, boh, io sono arrivato fino agli integrali ma chi si ricorda…..comunque ti faccio contento, 🤣🤣🤣🤣🤣rido 😉

      • y=e^x è l’unica funzione il cui integrale rimane uguale: y’=e^x
        Ci sarebbe da aggiungere una costante, altrimenti non parleremmo di integrale bensì di primitiva, e in realtà esisterebbe una seconda funzione dotata di tale proprietà, la funzione nulla y=0, ma direi che possiamo soprassedere per questa volta 😛

  4. E’ vero come dice Giorgio, 14 anni fa è iniziato qualcosa di straordinario ma sono convinto che non abbiamo ancora visto niente. Tanti auguri Bitcoin e tanta felicità a tutti. Buona giornata

    • Grazie Klaus! Tanta felicità anche a te…..e grazie per darmi man forte con quel cattivone di J…
      Sei l’unico che mi capisce qui😃😉😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *