Home / Crollo Bitcoin e Criptovalute | Pesa questa INCREDIBILE situazione!

BITCOIN CRIPTO SOFFRONO

Crollo Bitcoin e Criptovalute | Pesa questa INCREDIBILE situazione!

Tutto il mercato delle criptovalute giù a seguito delle tensioni che stanno riguardando principalmente la tenuta di $FTT, alla quale è legata a filo diretto (e a quanto parrebbe a costo della propria vita) Alameda. Dopo aver visto il token perdere le barricate intorno a quota 22$, per una correzione rapida del 30%, tutto il mercato ha seguito, innescando durante la sessione asiatica una serie di vendite a catena.

Situazione che, almeno per il momento, sembrerebbe essersi calmata, anche in termini di volumi sui principali exchange – e che apre ad un Election Day negli USA ad alta tensione almeno per il mercato cripto.

Tracollo comunque che ha incontrato dei solidi supporti e sul quale in molti stanno facendo trading di breve. Chi volesse avventurarsi in un mercato comunque molto turbolento e che richiede se vogliamo ancora più attenzione del solito (e un certo appetito per il rischio), può farlo con l’affidabile piattaforma Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il meglio del mercato e degli STRUMENTI DI TRADING – per un intermediario che ci permette di investire su 476+ cripto e su strumenti di grande qualità.

Abbiamo qui infatti sia MetaTrader 4 sia TradingView da poter integrare liberamente nelle nostre operazioni, così come abbiamo anche il WebTrader che include anche intelligenza artificiale che analizza il nostro portafoglio. Con 20€ possiamo passare al conto reale.

Crollo del mercato sull’onda della paura per $FTT, FTX e Alameda

La storia dovrebbero ormai conoscerla tutti i nostri lettori. FTX e Alameda sono impegnate nella difesa di posizioni sul token $FTT, il cui crollo potrebbe voler dire grossi guai quantomeno per la seconda di queste compagini. Il tutto all’interno di quella che è una guerra aperta nel settore exchange, con vendite importanti da parte anche di intermediari direttamente rivali.

Mercato soffre cripto Bitcoin
La situazione Alameda/FTX/Binance pesa sul mercato

Una situazione che, seppur con tensione montante, sembrava essere relativamente sotto controllo fino al cuore della notte, quando $FTT ha perso la soglia, tanto simbolica quanto tecnica, dei 22$. IN pochi minuti è stato tracollo, poi rimbalzato, poi di nuovo proseguito in vendite a catena fino ai 15$. Cifra che poi ha fatto da supporto per una ripartenza breve ma intensa nelle prime ore del mattino.

Qualcosa che ha portato diversi asset del comparto, a partire da Bitcoin e a seguire le altre maggiormente capitalizzate a perdere cifre importanti in termini di capitalizzazione. Una situazione di alta, anzi altissima tensione, che probabilmente ci accompagnerà nel corso della giornata, fino a quando arriveranno notizie dal fronte di FTX nella sua resistenza a Binance, in quella che i protagonisti non vogliono definire guerra ma che al tempo stesso sta lasciando distruzione dietro di sé come se lo fosse.

Massima attenzione: le tensioni sono alle stelle

In quello che sarà ricordata agli annali come l’Election Day 2022, si apre con livelli di tensione decisamente importanti e che non stanno facendo bene ad un comparto che pur aveva ben performato nel corso della scorsa settimana. Tensioni esacerbate da uno scontro tra titani che lascerà in braghe di tela molti piccoli investitori che non hanno operato in modo accorto, pagando così carissima l’ennesima lezione sulla spietatezza dei mercati e di chi ha maggior potere per governarli.

Con una certezza: se chi ha contribuito ad innescare questo lo ha fatto come ritorsione verso certe idee di regolamentazione, potrà star pur certo del fatto che in caso di crollo di queste proporzioni i regolatori arriveranno con una scure ben più affilata. Nel frattempo la giornata continuerà ad essere dominata da una guerra che avrà, come campo di battaglia, proprio il prezzo di $FTT.

Le altre criptovalute: gli osservati speciali

Ci sono diverse criptovalute alle quali guardare. In primo luogo sicuramente Solana, che sta soffrendo a causa del suo legame a doppio filo proprio con Alameda. In secondo luogo Aptos, che sembrerebbe dover seguire la stessa sorte di $SOL.

Per quanto riguarda il resto del comparto buone nuove praticamente soltanto da Vechain e Chainlink, con tutto il resto del mercato che si sta muovendo all’unisono e che continuerà a risentire di questa situazione, nel bene e nel male. Particolare attenzione anche alle cripto che sono cresciute maggiormente negli ultimi giorni, come Dogecoin, Loporing e The Graph, che sembrano avere tutte già avviato una correzione per il ritorno su livelli di prezzo più “contenuti”.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

4 commenti

  1. Adesso qualcuno capirà perché sono mesi che dico di stare molto attenti alle crypto che sono in gran parte nelle mani di grandi gruppi privati (stoppana)… se per qualche ragione quel gruppo decide di liberarsene, siete carne da macello
    Poi vabbè stoppana ha anche altri problemi, tipo che si pianta una volta al mese pur essendo un database centralizzato, ma vabbè

    • perche credi che siano solo le crypto cosi? che sia nelle mani di grandi gruppi che possono dumparti in faccia? guarda l’azionario poi ne riparliamo.. come sempre quel che conta e’ gestirsi bene e sapere che si sta facendo

      • su questo non ci piove: ma è bastato che girassero rumors su una crisi di liquidità che due coin (o token), stoppana e ftt, hanno perso il 25/30% in 24 ore. Btc e eth invece sono sotto “solo” del 5%.
        Per far fare un salto simile a btc non basta qualche notiziaccia o qualcuno che dumpa: serve molto di più. Non impossibile, certo, ma difficile che avvenga così dal nulla.
        Più i proprietari sono pochi, più il dump è veloce&pesante; più l’asset è distribuito, più il dump è debole&lento

  2. Buongiorno a tutto il gruppo. Jacopo ha ragione, il fatto che pochi gruppi detengono la maggior parte dei token è un problema non indifferente, alla fine sono loro che comandano e fanno il bello e cattivo tempo. Il mercato però dopo i drammatici eventi legati a Terra/Luna, Three Arrows Cap, Voyager, Celsius, ecc..ecc.. resta molto sensibile alle notizie di altri fallimenti o problemi anche meno gravi legati alle più grandi criptovalute. Gli investitori istruiti sanno che il crollo di grandi entità, nonostante la stampa o la popolarità favorevoli, è possibile. FTX che è uno degli scambi di cripto più in rapida crescita fino ad oggi parrebbe essere vittima di speculazione da parte di Binance volto a rallentarne la crescita. FTX è un’azienda sana ma se il panico continua potrebbe finire con un aumento dei prelievi da parte degli utenti e un ulteriore sell-off del token. Questo dimostra che nei periodi di panico la folla tende ad abbandonare comportamenti e scelte razionali e questa sembra essere la principale minaccia per FTX e ha il potenziale di generare rischio sistemico su tutto il resto del mercato cripto. Il fatto che Binance abbia rifiutato l’offerta di Alameda di riacquisto dei token per liquidarli sul mercato aperto impedisce ad Alamede di migliorare la sua immagine e di conseguenza crea panico sui mercati. Come dice BUFFETT, possiamo insegnare di tutto agli investitori, mandarli a corsi specializzati, fagli leggere i libri di Graham, istruirli presso i migliori formatori ma le persone quando hanno paura hanno veramente paura. Dopo queste ulteriori notizie sul comparto sono andato a vedere la quotazione del titolo Bakkt Holdings 1,89USD e penso che a questi prezzi si può iniziare a comprare e attendere tempi migliori per poi vendere. Buona giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *