Home / Elon Musk ritratta su crypto e Bitcoin | “Ci penso poco, quasi mai”

ELON MUSK ABIURA

Elon Musk ritratta su crypto e Bitcoin | “Ci penso poco, quasi mai”

Dallo space tra Cathie Wood e Elon Musk esce poco o nulla a tema Bitcoin e crypto.

Chi si aspettava frizzi e lazzi dallo space X tra Cathie Wood* e Elon Musk** è rimasto deluso. Poche menzioni per il mondo Bitcoin e crypto, cosa che invece sarebbe stata più che logica dato che di fronte, virtualmente, al capo di X, Space X, Tesla c’era la figura più rappresentativa di ARK, gestore che punta molto su questo tipo di tecnologie e che ha già investimenti importanti nel comparto. E invece si è sorvolato, in larga parte, sull’argomento.

Elon Musk ha ammesso di aver perso interesse per il mondo delle crypto e di ritenere il sistema fiat più che ok, a patto che ovviamente ci siano dei vincoli alla libertà di chi lo gestisce.

Delusione dunque per chi si aspettava una corsa di Bitcoin, oppure di Dogecoin, uno dei vecchi pallini del magnate delle auto elettriche. Poco male, aggiungiamo noi. È forse uno dei segni di maturità più importanti vedere il mondo crypto finalmente affrancato da quanto affermano i personaggi più in vista.

Nessun boom, nessun crollo: l’effetto Musk è sparito

Sembrano lontani anni luce i tempi in cui una sola frase di Elon Musk era in grado di spostare il mercato crypto e in particolare il valore di Dogecoin. Ieri Elon Musk si è detto molto poco attivo nel mondo crypto e né le criptovalute di seconda fascia, né Bitcoin ne hanno risentit.

Non impiego molto tempo pensando alle criptovalute, anzi, non impiego affatto. […] Ho pensato per un lungo periodo alla moneta e alla sua natura. Che cos’è la moneta? È un database per l’allocazione di risorse. […] [Il sistema fiat] è attualmente ok come database per l’allocazione di risorse.

Aggiungendo che ci sarà però bisogno di essere certi del fatto che ci siano limitazioni importanti alla libertà di azione di chi gestisce tali sistemi. Finita la luna di miele con $DOGE oppure ancora con Bitcoin? Chissà. Tesla conserva ancora una quantità importante di Bitcoin, che almeno per il momento non sembrerebbe avere intenzione di vendere.

Per il resto, almeno secondo chi vi scrive, è un buon segno: affrancarsi dalle dichiarazioni di questo o quel personaggio famoso è un segno di maturità per il mercato, per gli asset coinvolti e anche per il futuro di Bitcoin in quanto tale.

Sì, possiamo fare a meno di Elon Musk

Sei preoccupato per questa sorta di addio di Elon Musk? Vieni a discutere questa notizia sul nostro Canale Telegram. Nessuno è infallibile, tanto meno chi vi sta proponendo questa analisi. Per il resto il messaggio che si vorrebbe far passare è che la maturazione di Bitcoin e del resto del comparto non potrà che passare dai titoli di coda di certe liason, che nel tempo e a conti fatti hanno fatto più male che bene al mondo che seguiamo qui ogni giorno.

È Elon Musk ad avere bisogno di Bitcoin e non il contrario.

Iscriviti
Notificami
guest

1 Comment
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
massimo
massimo
6 mesi fa

Per doge game over, e per tutto il comparto un grosso sponsor che se ne va.