Home / Primo scandalo ETF Bitcoin Spot: gestori rifiutano trading

Primo scandalo ETF Bitcoin Spot: gestori rifiutano trading

C'è già un primo scandalo post prima giornata di trading per l'ETF Bitcoin Spot. Barricate da Vanguard contro il trading.

Incredibile. O forse no. Alcuni dei grandi gestori che offrono accesso ai mercati finanziari non starebbero permettendo ai propri clienti di comprare gli ETF Bitcoin Spot che sono stati quotati oggi sulle borse USA. Tra questi ci sarebbero Vanguard (notizia già confermata) e anche altri gestori come Merril Lynch e UBS. Non è chiaro per il momento se si tratti, per questi ultimi, di una situazione temporanea oppure permanente.

Vanguard ha affermato che tali prodotti non sono in linea con l’offerta di investimento per i propri clienti, che sarebbe mirata a ritorni reali nel tempo. Non è chiaro neanche a noi in che modo Bitcoin non rispetterebbe tali requisiti, tenendo anche conto del fatto che il gruppo nella sua storia ha offerto diversi prodotti con sottostante BTC, anche spot.

Una situazione che forse era il caso di aspettarsi: la questione Bitcoin è diventata estremamente divisiva anche nel mondo della finanza. Quel che ci saremmo però aspettati da gruppi di questo prestigio è quantomeno un avviso preventivo ai clienti.

Ostracismo Bitcoin

Bitcoin non piace a tutti. Anzi, a certi livelli piace davvero a pochi. Qualcuno però ha deciso comunque di farci soldi, come BlackRock, offrendo dei prodotti di investimento che hanno come sottostante proprio BTC. Altri invece, almeno a guardare quanto sta avvenendo oggi, stanno facendo le proverbiali barricate.

Vanguard ha infatti affermato che:

“Vanguard non ha nei suoi piani l’offerta di ETF Bitcoin. L’alta volatilità è contraria al nostro obiettivo di aiutare gi investitori a generare ritorni reali sul lungo termine”.

Questo il messaggio che uno dei portavoce di Vanguard ha affidato a The Block. Sembrerebbe pertanto un blocco permanente. I clienti che vorranno accedere a questo tipo di investimenti dovranno rivolgersi altrove.

Ciò che troviamo più curioso – e ci scusiamo per esprimere un’opinione assai personale – è che Vanguard offriva fino a ieri $GBTC. E quindi a quanto pare fino a ieri la questione “instabilità” di Bitcoin era inesistente.

Sarà comunque record

La prima giornata di trading degli ETF Bitcoin Spot rimarrà comunque nella storia. I volumi si apprestano a infrangere tutti i record delle borse americane per il primo giorno di lancio.

E questo contribuirà a restituire un giudizio forse non troppo edificante sui gestori che non solo non hanno partecipato alla corsa, ma che stanno impedendo ai propri clienti di fare scelte libere con il proprio denaro.

Sarà, aggiungiamo, un’altra lezione sull’importanza di Bitcoin. Libertà assoluta di fare quel che si vuole con il proprio denaro. E sì, possiamo anche parlarne sul nostro canale Telegram.

Iscriviti
Notificami
guest

12 Commenti
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Davide
Davide
3 mesi fa

Aspettano, non lo vietano aspettano , che gli exchange finiscano questa bull run per entrare a 32/35 mila o forse meno e poi ripartirà ad aprile o verso fine anno .
Aspettiamoci un 2025 con il botto ??

Davide
Davide
3 mesi fa

L’accesso ai clienti che fino ad un anno fa lo vedevano a 28/29 mila ??
mha la mia analisi è un po’ più profonda

Davide
Davide
3 mesi fa

Per me gli exchange hanno pompato pensando di speculare , nella finanza c’è anche na buona parte di psicologia e faranno carte false per far scendere prima di far entrare i clienti o chi per essi , poi rastrellamento up , ma si bruceranno , in circolazione quanto btc ci sono ? Una minima parte . Non c’è la faranno si bruceranno . Storie già viste con btc

francesco
francesco
3 mesi fa

complimenti. sediamoci sulla riva ed attendiamo qualche mese. non vedo l’ora di leggere che questi idioti avranno perso decine di migliaia di clienti…

Federico
Federico
3 mesi fa

Sarei curioso di conoscere questo (ipocrita)di Vanguard, cioè offriva GBTC e ora non vuole L’ETF.
Ora io mi chiedo non sono la stessa cosa GBTC e ETF BITCOIN?a me sembra di sì.

Nicola
Nicola
3 mesi fa

Bitcon, più di altri è un mercato fortemente manipolati e manipolabili. Basta un tweet o un video di un influencer per muovere il mercato in un senso o nell’altro. Sono prodotti ad altissimo rischio, non in linea con un investimento a lungo termine.

Nicola
Nicola
3 mesi fa

Non di investimento, ma di speculazione e manipolazione. Questo calo è esattamente quello che è successo a mio parere in questi giorni

Ettore
Ettore
3 mesi fa
Reply to  Nicola

Se un investitore va dietro ad un influencer/wanna marchi del web, vuol dire che se non perde i soldi con BTC li perde comunque in altri prodotti.

Le criptovalute rappresentano il modo per i cittadini di liberarsi di esosi intermediari (vuoi le banche, con le loro commissioni, vuoi i governi, con le loro inflazioni)’ L’alta fluttuazione, che é nulla per chi, come me, ricorda la bolla della new economy di inzio secolo, delle criptovalute é nel gioco delle parti del lancio di una novitá (é salito troppo subito). Ma dire che é “solo speculativ” vuol dire non aver capito che potenziali offre per il futuro (in particolare quando sempre piú stati faranno bancarotta e la loro valuta locale sará cartastraccia)

Mario
Mario
3 mesi fa

Ciao Gianluca è complimenti sempre per l’analisi tecnica precisa e perfetta, sempre sul pezzo…..per quanto riguarda questa banca americana che nega ai suoi clienti l’acquisto di quote bitcoin la dice lunga sul fatto che i soldi detenuti dalle banche tradizionali non sono dei risparmiatori ma di questi grandi gruppi che fanno dei nostri soldi quello che vogliono, a parte che non hanno capito la tecnologia blockchain che cosa significa e che strumento è stato creato nel 2008 da satoshi nakamoto, ora possiamo davvero gridare che i risparmi o investimenti detenuti in bitcoin sono nostri e non delle istituzioni, questa è la vera libertà 🗽 finanziaria, grazie a queste situazioni che capitano gli investitori avranno l’opportunità di aprire gli occhi e avremmo un afflusso impensabile…..evviva Bitcoin il vero oro digitale