Home / GBTC ETF Bitcoin: altre vendite per 1,4 miliardi? | Il caso

Altre vendite GBTC

GBTC ETF Bitcoin: altre vendite per 1,4 miliardi? | Il caso

Ancora vendite per Grayscale? 1,4 miliardi di ETF Bitcoin potrebbero essere sbloccati presto dai giudici.

Ci sono altri 1,4 miliardi di dollari in quote Grayscale che presto potrebbero essere vendute a mercato. Sono quote che sono in possesso di Genesis, società controllata da DCG, che è la stessa holding che controlla anche Grayscale, all’interno di un procedimento fallimentare che i nostri lettori dovrebbero ormai conoscere bene.

Il gruppo ha chiesto l’ok dal giudice che sta guidando appunto il Chapter 11 (una delle procedure di tentativo di recupero presenti negli USA) affinché siano vendute quote consistenti, che rappresentano l’interezza delle dotazioni di Genesis stessa. Questo all’interno di una richiesta di cessione di asset – al fine di soddisfare i creditori – più ampia, che riguarda anche altri prodotti, in particolare quelli su Ethereum.

Non ci sono motivi per i quali i giudici non dovrebbero accordare tale vendita, che però richiederà del tempo e che con ogni probabilità non avverrà in un’unica soluzione. Sono però questioni di cui tenere conto in particolare nell’economia complessiva degli ETF, con Grayscale che cederà probabilmente sul lungo periodo il terreno a BlackRock e Fidelity. Qui sul nostro canale Telegram puoi venire a parlare di questo e di tutte le altre news, insieme alla nostra redazione e ai nostri lettori.

Genesis si prepara a vendere 1,4 miliardi in quote di GBTC

L’ETF è quello di Grayscale, ticker $GBTC, che ha già visto consistenti outflow nel corso delle prime tre settimane di scambi come fondo quotato in borsa. E che ne vedrà altri, come prevedibile, dato che le quote di questo ETF sono almeno in parte nelle mani di entità che stanno affrontando delle procedure fallimentari. Prima è stato il turno di FTX, ora tocca a un’altra società in difficoltà, che con Grayscale condivide, tra le altre cose, la società di controllo.

Genesis, che si trova in Chapter 11 ormai da mesi, dovrà appunto liquidare circa 1,4 miliardi di dollari, ai valori attuali, di quote dell’ETF, e ha chiesto in tal senso ok al giudice che segue la procedura fallimentare.

Nel complesso si tratta di 1,6 miliardi di dollari di asset, con 200 milioni che riguardano anche trust su Ethereum e Ethereum Classic.

Come indica The Block, si tratta di quote che sono state offerte a Gemini Earn come collaterale e che almeno in parte arrivano da un altro fallimento eccellente, quello di Three Arrows. Almeno su quel fronte, dunque, sarebbe la fine di una storia che ha tenuto in molti con il fiato sospeso.

C’è da preoccuparsi?

Che il fondo di Grayscale continui a ridurre progressivamente le proprie dotazioni è qualcosa che si aspettano tutti, o meglio, che si aspettano coloro i quali stanno guardando con un minimo di raziocinio a questa vicenda.

Per il resto, saranno da valutare le tempistiche di queste operazioni, tanto in termini di approvazione da parte dei giudici quanto in termini di operazioni dirette di vendita.

Iscriviti
Notificami
guest

1 Comment
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Klaus Marvin
Klaus Marvin
2 mesi fa

Non mi preoccuperei tanto di questo evento, piuttosto è meglio che cominciamo a riflettere tutti che i banchieri di Wall Street con il capo della SEC e con il benestare dei vari politici di turno inizino a rubare i soldi dei risparmiatori attraverso l’inflazione pilotata, la tassazione e la manipolazione dei prezzi delle azioni per cui aspettiamoci anche manipolazioni all’interno del mercato cripto per cui se siete in gain e investite long, portate a casa almeno i guadagni rimanendo piazzati.