Home / Bomba ETF Bitcoin: 1,3 miliardi di vendite su GBTC | Giudice dà ok

VENDITE MILIARDARIE

Bomba ETF Bitcoin: 1,3 miliardi di vendite su GBTC | Giudice dà ok

Ok dal giudice: saranno vendute quote di GBTC per 1,3 miliardi. È l'ETF Bitcoin di Grayscale.

Genesis potrà iniziare a vendere le proprie azioni di GBTC, l’ETF di Grayscale che è controllato da Digital Currency Group, che è al tempo stesso società che controlla Genesis stessa.

Arriva l’ok del giudice, con Genesis che si trova in Chapter 11 e dunque in una sorta di amministrazione giudiziaria e che potrà così iniziare a convertire le proprie azioni o in dollari o in Bitcoin direttamente. Si è trattata di una decisione che in realtà era contrastata dalla controllante Digital Currency Group, che la riteneva prematura mancando ancora accordo completo con i creditori per altre questioni.

La notizia ha avuto un impatto in realtà minimo sul prezzo di Bitcoin, che nel momento in cui scriviamo ha ampiamente recuperato i livelli di prezzo ai quali viaggiava prima che fosse diffusa la notizia. Segno forse anche questo di un momento di grazia importante per BTC.

Cosa è successo e perché

Un breve riassunto per capire come siamo arrivati a questo punto. Genesis è nei guai da qualche mese, e da altrettanto tempo affronta il Chapter 11, procedura tramite la quale si cercano di liquidare gli asset di una società per restituire il dovuto ai creditori. Una procedura che prevede anche la gestione degli asset da parte di terzi.

Terzi che hanno deciso di chiedere ok per la liquidazione di quanto detenuto nel trust su Ethereum e nel più importante ETF su Bitcoin sempre di Grayscale.

La cosa aveva incontrato la ferma opposizione di DCG, la società che controlla sia Grayscale sia Genesis pre-fallimento, dato che manca ancora ok per piano di pagamento verso i creditori, che se a fine mese venisse rigettato renderebbe tale vendita… non perfetta in termini di tempistiche.

Al tempo stesso DCG aveva avanzato opposizione affermando che una vendita di queste dimensioni potrebbe avere un impatto importante sul valore delle quote dell’ETF.

A tal proposito il giudice a stabilito pertanto che delle vendite si dovrà occupare un broker, che dovranno essere graduali e tese a massimizzare il prezzo di realizzo. Qualcosa che dunque dovrebbe diluire almeno in parte la pressione negativa tanto su GBTC quanto potenzialmente sul prezzo di Bitcoin. Si tratterà comunque di conversione in dollari o di versamento direttamente in Bitcoin, che saranno poi eventualmente liquidati.

È un problema?

Di questa enorme quantità di azioni di Grayscale in realtà si sapeva già. Quello che non era certo era il piano di rientro che il giudice avrebbe approvato.

Ora ci siamo e – passateci il gergo – il mondo degli ETF Bitcoin si toglierà anche questo dente. Da valutare poi impatto eventuale sul trust Ethereum di Grayscale, che è in via di conversione.

Iscriviti
Notificami
guest

1 Comment
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Klaus Marvin
Klaus Marvin
2 mesi fa

Ora Bitcoin sta viaggiando verso nuovi massimi e tutti tornano a saltare sul treno in corsa comprese le balene e i v.c. non so fino a dove arriverà, può darsi che questa volta supererà di molto i 100.000 USD, intanto stanno preparando il terreno per creare nuovi scandali e far crollare nuovamente il prezzo. La bontà dei progetti che stanno dietro a ogni cripto non verrà attaccata se non per favorire l’una rispetto all’altra. Ogni scandalo verrà amplificato dalla stampa per screditare Bitcoin e preparare l’ennesimo funerale. Aspettiamoci altri tre anni bui per il mercato mentre nuovi progetti importanti vedranno la luce ma il mercato ne beneficerà quando l’ennesima tempesta finirà e ritornerà il sereno come quello che stiamo vivendo ora.