Home / ETF Ethereum: Coinbase pressa SEC | Lettera della svolta?

ETF ETHEREUM COINBASE

ETF Ethereum: Coinbase pressa SEC | Lettera della svolta?

ETF Ethereum: Coinbase invia una lunga lettera a sostegno dell'approvazione. SEC alle corde?

Coinbase prende carta e penna e scrive a SEC, l’agenzia governativa degli Stati Uniti d’America che governa i mercati finanziari e che avrà potere di approvazione o meno degli ETF Ethereum. Potere che ha esercitato già, in senso positivo, per gli ETF Bitcoin.

E Coinbase scrive a SEC proprio in relazione agli ETF Ethereum: sono diverse le società che ne hanno chiesto l’approvazione e SEC dovrà decidere entro il prossimo 23 maggio la sorte di questi prodotti finanziari che avranno in portafoglio appunto $ETH. Un lettera lunga 27 pagine, che include diverse affermazioni degne di nota e che andremo ad analizzare nel corso di questo approfondimento.

La lotta per gli ETF Ethereum spot entra, con questo documento, nel vivo. E con le argomentazioni che Coinbase mette sul tavolo, sarà difficile per SEC addurre delle motivazioni plausibili per un eventuale e ulteriore diniego.

La lunga lettera di Coinbase, firmata da Paul Grewal

A firmare la lunga lettera di Coinbase è Paul Grewal, a capo della divisione legale dell’exchange. Si tratta di una lettera che è stata inviata all’interno del sistema di commenti che arrivano dal pubblico che SEC apre in concomitanza di ogni approvazione di nuovi prodotti che dovrebbero essere approvati sul mercato.

VIENI QUI A DISCUTERNE SUL NOSTRO CANALE TELEGRAM: news in anteprima, chat di redazione e novità in tempo reale!

Nelle 27 pagine di commento offerte da Coinbase ci sono alcuni punti salienti che sono poi sono le questioni centrali che faranno optare SEC per l’approvazione o meno di questi prodotti.

[…] ETF è una commodity, non una security. Lo status di ETH come commodity è stato riconosciuto in una serie di circostanze, inclusa la regolamentazione di CFTC [altra agenzia governativa, che si occupa di commodities, NDR] dei futures su Ethereum, da dichiarazioni pubbliche di membri di SEC e anche da giudizi delle corti federali. In aggiunta, la Commissione [SEC, NDR] non ha mai affermato pubblicamente di ritenere ETH una security, e non ha mai obiettato pubblicamente alla decisione di CFTC di permettere contratti futures su ETH al Chicago Mercantile Exchange e su altri mercati designati.

La prima delle questioni più importanti affrontate riguarda la differenza tra commodity e security. È noto che SEC ritiene un grande numero di crypto dei titoli di investimento / security non registrate. Cosa che renderebbe l’approvazione di questi prodotti assolutamente impossibile. Coinbase ritiene però che Ethereum non possa appunto considerarsi come security, opinione in realtà condivisa dal grosso degli specialisti.

Secondo: la decisione di SEC di approvare ETF Bitcoin si applica con forza uguale e forse superiore al listing degli ETF su Ethereum.

Abbiamo parafrasato la traduzione per rendere chiaro, senza eccessivi riferimenti a termini legali, il punto di Coinbase. Se sono stati approvati gli ETF Bitcoin, allora sarà il caso di approvare anche quelli Ethereum, perché in termini di legge ci sono gli stessi presupposti.

Terzo: il meccanismo operativo e di sicurezza della blockchain di Ethereum limita la possibilità di frodi e manipolazioni.

E ha poi aggiunto:

La liquidità e gli spread ridotti sul mercato di Ethereum e la correlazione tra i diversi market spot indicano un mercato altamente resiliente alla manipolazione e alle frodi. I volumi di scambio di Ethereum sono significativamente maggiori di quelli della maggioranza delle azioni che sono nell’indice S&P 500.

Chiudendo dunque qui la questione che riguarda le preoccupazioni che SEC aveva indicato anche per gli ETF Bitcoin, ovvero che si tratti di un mercato manipolabile.

Quinto: abbiamo degli accordi completi di condivisione sulla sorveglianza [di cosa accade sui mercati, NDR] con CME […]

E questo chiude la vicenda, dato che è uno dei motivi che in passato SEC ha utilizzato per rigettare ETF basati sulle crypto, sia su Bitcoin che su Ethereum.

Leggi qui la lettera completa in inglese

Si scaldano i motori

Il commento di Coinbase inviato a SEC è sul piano legale ineccepibile e sarà difficile da contrastare da parte dell’Agenzia, dato che anche i tribunali si sono espressi in passato, per quanto su quelli su Bitcoin, nello stesso senso.

La sensazione è che sugli ETF Ethereum si stiano finalmente scaldando i motori e che nelle prossime settimane avremo delle novità importanti da parte degli Sponsor, ovvero i gestori di questi prodotti. Nel frattempo Ethereum vola intorno ai 3.000$, recuperando le perdite di ieri e confermando uno straordinario stato di forza.

Iscriviti
Notificami
guest

3 Commenti
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Klaus Marvin
Klaus Marvin
1 mese fa

Fino a che potrà allungare i tempi per l’approvazione degli ETF su ETH SEC lo farà ma alla fine dovrà cedere. Un tempo considerava ETH una merce digitale ma comunque sia non è una security.

Ruggero
Ruggero
1 mese fa

Buon giorno sono un signore che ha comprato tre cripovalute,mi e successo un imprevisto mia moglie si è ammalata e a bisogno di cure, ho chiesto di cambiare le cripovalute da ottobre 2023 ma tutt’ora non riesco avere i miei soldi, vi chiedo ho urgenza, aiutatemi grazie

Alessio Ippolito
Admin
Alessio Ippolito
1 mese fa
Reply to  Ruggero

Salve, presso quale exchange li detiene?