Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Bitcoin è l’oro del futuro! Parola della Banca Centrale di Singapore

Bitcoin è l’oro del futuro! Parola della Banca Centrale di Singapore

La Banca Centrale di Singapore è soltanto l’ultima in ordine cronologico ad essersi espressa su Bitcoin, questa volta – in senso contrario agli avvisi di BCE – aprendo a nuove possibilità per la criptovaluta più famosa del mondo. 

“Bitcoin potrebbe sostituire l’oro come riserva di valore, a patto che siano superati alcuni problemi che riguardano transazioni e conservazione dei token.”

Bitcoin Oro Singapore - La banca centrale ci crede
Secondo la Banca Centrale di Singapore, Bitcoin potrebbe essere il prossimo bene rifugio al posto dell’oro

Così hanno tuonato da Singapore, confermando quella che era un’idea che avevamo già riportato, su Criptovaluta.it, nelle previsioni BTC a cura dei nostri analisti. Un segreto di Pulcinella, per molti degli addetti al settore, che ora inizia a farsi strada anche tra il cosiddetto banking ufficiale, quello delle banche centrali di paesi magari piccoli, ma economicamente molto rilevanti. 

Sarà prima necessario un assestamento

L’apertura della Banca Centrale di Singapore non arriva però senza ulteriori avvisi. Bitcoin, per trasformarsi a tutti gli effetti in una nuova riserva di valore sul lungo periodo dovrà superare alcuni dei problemi strutturali che la affliggono sin dal suo primo arrivo sui mercati. 

A partire dalla volatilità, che rimane troppo alta per un asset che vorrebbe giustamente attirare anche i risparmi di investitori con una propensione al rischio più basso. In secondo luogo sarà necessario, sempre secondo la banca di Singapore, avere degli intermediari affidabili, e più affidabili degli exchange, per detenere delle grosse somme di risparmio di privati. 

Sono delle conclusioni che condividiamo, per le quali però le banche centrali avranno un ruolo: perché saranno loro a dover normalizzare, soprattutto a livello di reputazione, Bitcoin come asset finanziario. 

La banca centrale di Singapore ha ragione: ecco come sfruttare questa intuizione

La Banca Centrale di Singapore ha, a nostro avviso, ragione da vendere e possiamo sfruttare la conferma di questa intuizione a nostro favore, prendendo posizione su Bitcoin, sia con degli investimenti in BTC, sia tramite del trading in Bitcoin sul breve periodo

Chi volesse cominciare a considerare da subito Bitcoin come una riserva di valore può acquistare direttamente BTC tramite eToro (qui la demo gratis), broker che consente di tenere Bitcoin anche per lunghi periodi a costi di commissione bassissimi. 

Chi vuole fare trading può affidarsi invece a chi offre i migliori strumenti e le commissioni più basse anche per la vendita allo scoperto. Su tutti potremo fare trading con Capital.com, che offre un conto demo gratuito, e che propone il meglio in termini di accesso al mercato di BTC, anche contro valute fiat diverse dal dollaro USA. 

Anche le altre criptovalute possono dire la loro come riserva di valore

Per chi volesse diversificare il proprio portafoglio anche in tema di criptovalute, ci sono diverse alternative oggi presenti sui mercati che ci permettono di investire sul lungo periodo, trattando le criptovalute come riserva di valore. 

Bitcoin Cash ha seguito per ampi tratti sia l’andamento di Bitcoin che dell’oro, così come lo ha fatto Ethereum, che poco fa ha raggiunto i suoi massimi storici. Potremo pertanto scegliere da una vasta gamma di criptovalute per un portafoglio che distribuisca i rischi su più asset, come d’altronde dimostrano le tante guide che abbiamo a disposizione sul nostro sito. 

Condividiamo anche noi quanto affermato dalla Banca Centrale di Singapore e riteniamo che il momento giusto di intervenire su questo asset sia proprio adesso, con Bitcoin che è tornato a veleggiare intorno a quota 35.000$.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *