Home / Greyscale in difficoltà: vale meno dei Bitcoin che possiede

Greyscale in difficoltà: vale meno dei Bitcoin che possiede

Primi problemi per il fondo Grayscale Bitcoin Trust, che come è facilmente desumibile dal nome, investe in collaterale Bitcoin.

Greyscale fondo BTC valore
Vale meno di quello che ha in cassa: ma è colpa della volatilità

Il fondo, che oggi vale circa 32 miliardi di dollari, secondo quanto riportato da Bloomberg ha chiuso al 20% in meno sulla settimana, con prezzi addirittura più bassi del sottostante che rappresenta, ovvero BTC. Nella giornata di giovedì il prezzo è rimasto di circa lo 0,7% inferiore rispetto al collaterale, cosa che potrebbe segnalare un problema, momentaneo ma importante, per uno dei fondi più rappresentatiti in criptovalute.

Stallo della corsa e prime chiusure

Il differenziale tra prezzo del fondo e del sottostante potrebbe essere spiegato da un gran numero di tentativi di uscita dall’investimento, da parte di chi era entrato recentemente, probabilmente sui picchi di prezzo raggiunti da BTC. Le alternative possibili, secondo gli analisti, sono due.

  • Panic selling

La forte correzione di Bitcoin avrebbe spinto soprattutto i meno esperti e più avventurosi su BTC a chiudere in fretta e furia le proprie posizioni, cercando di vendere prima che il trend negativo si esaurisse.

  • Profit Taking

Non essendo pubblici i dati su venditori e compratori, possiamo anche presumere che in molti abbiano chiuso dopo il retracing, cercando di incamerare i guadagni dell’ultimo mese, per poi probabilmente rientrare a trend negativo concluso.

Se questo è un Panic Selling…

Sarebbe un’ottima notizia per chi ha ancora posizioni long, ovvero rialziste, su Bitcoin. Sembrerà un controsenso, ma se l’effetto di un Panic Selling è il retracing di poco più del 12% del valore settimana su settimana, gli investitori possono iniziare a sentirsi in una vera botte di ferro.

Riteniamo più probabile che sia un momento di stanchezza del mercato, dove in molti hanno monetizzato parte dei loro guadagni, per dirigerli verso altre criptovalute – Cardano ad esempio continua a correre – o altri progetti.

Se questo dovesse essere il punto più basso di Bitcoin – potremmo rimandare a data da destinarsi i timori di bolla e di crollo totale del valore di questa criptovaluta.

Entrare adesso sul mercato di BTC: come, quando e perché

Come abbiamo già indicato nelle nostre previsioni su Bitcoin, sembrerebbero esserci un supporto forte in quota 45.000$, contro il quale BTC ha già rimbalzato diverse volte. Potrebbe essere questo il punto più basso per la criptovaluta, che potrebbe dare il via ad un nuovo trend positivo.

Investendo sul mercato con eToro (qui per il conto demo gratuito) avremo la possibilità sia di andare lunghi, ovvero di investire al rialzo, sia invece di operare al ribasso, andando a vendere allo scoperto, anche questa opzione che è disponibile sula piattaforma appena citata.

In aggiunta dobbiamo segnare che gli indicatori di breve periodo sembrano essere rialzisti, pur segnalando per i prossimi giorni una grande volatilità attesa sul mercato, con una resa dei conti tra fondi e investitori che potrebbe contribuire, ulteriormente, a muovere in alto e in basso Bitcoin.

Per quanto riguarda il fondo Grayscale, la discrepanza tra prezzi a mercato e del sottostante finiranno per ricombaciare a breve, non appena avremo superato la fase di turbolenza attuale. Il maggior fondo al mondo in BTC è, possiamo dirlo con certezza, salvo.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *