Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Cipher mina Bitcoin e si quota in Borsa… e non sarà l’ultima!

Cipher mina Bitcoin e si quota in Borsa… e non sarà l’ultima!

Altre notizie incredibili dai mercati finanziari che contano e che riguardano Bitcoin. È notizia di poche ore fa il tentativo di quotazione in borsa per Cipher Mining, che avverrà tramite un merger. La valutazione preliminare che si è data al gruppo, attivo nel settore del mining Bitcoin è di circa 2 miliardi di dollari. Secondo Reuters un ulteriore ampio segnale dell’enorme interesse anche da parte dei risparmiatori classici per Bitcoin.

Cipher Wall Street
Cipher va a Wall Street e si quota: la storia d’amore tra borsa e BTC è appena all’inizio

La quotazione avverrà tramite merger con Good Works Acquisition Corp, che nel frattempo sta guadagnando in borsa più del 10%.

Chi vuole cavalcare l’interesse per Bitcoin da parte, adesso, anche delle borse può iniziare ad investire tramite eToro (qui la prova con il conto gratuito), broker che offre investimenti con minimo molto basso e tutti gli strumenti giusto per gestirlo come un vero asset finanziario.

La febbre Bitcoin arriva in borsa

Bitcoin non è sicuramente un novellino, quando si parla di attenzione delle piazze finanziarie. Fino a qualche settimana fa però, il massimo dell’attenzione era su prodotti che lo avevano come collaterale. Parliamo ad esempio dei fondi di Greyscale, oppure dei tanti futures che ormai sono quotati sugli scambi internazionali.

La nuova quadra oggi per le criptovalute come Bitcoin arriva però dalle borse azioni, che ovviamente non possono trattare token, ma che stanno vedendo l’arrivo, massiccio, di società che se ne occupano. Coinbase ha già dato il via alla due diligence che è dovuta per quotarsi al NASDAQ e ora, poche ore fa, la notizia di Cipher Mining, con una quotazione sicuramente importante, ma lontana da quella immaginata per il più grande exchange al mondo.

Secondo i bene informati, potrebbero esserci nuovi ingressi per il 2021, con tutti gli occhi che puntano verso un altro grandissimo exchange (con una news che potremmo rivelarvi, in anteprima, nei prossimi giorni). E che dire di MicroStrategy? Quella che è era una normalissima software house, oggi è in realtà un enorme deposito di BTC e il suo valore continua a crescere in relazione a quello della criptovaluta più importante del mondo.

Senza poi citare Tesla, ha in pancia una quantità molto rilevante di Bitcoin e che potrebbe fare, come abbiamo già ricordato diverse volte, da apripista ad altre aziende della stessa caratura, che potrebbero accaparrarsi un pezzetto della next big thing, ovvero le criptovalute. Bitcoin è la diva di WallStreet oggi – e tutto fa pensare che il corteggiamento continuerà ad intensificarsi nelle prossime settimane, soprattutto se dovesse arrivare il trend rialzista che tutti si aspettano.

Leggi anche: come minare Bitcoin

La performance degli ultimi giorni? Colpa dei fondi

Dato che stiamo parlando di Bitcoin e del suo rapporto con la finanza, condividiamo con voi l’interessantissima analisi di Willy Woo, che ritiene che le vendite delle ultime ore siano state da parte dei fondi, che in vista della prossima trimestrale dovranno ribilanciare il portafoglio.

Un meccanismo relativamente perverso, che in un certo senso punisce Bitcoin per aver overperformato, ovvero per aver battuto tutti gli altri asset finanziari ed essere diventato troppo preponderante all’interno dei fondi. Quindi nulla di preoccupante, con le previsioni Bitcoin che sono più che confermate, anche quando molto ottimistiche come le nostre.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *