Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Paid Network: il boom dei servizi blockchain per le imprese

Paid Network: il boom dei servizi blockchain per le imprese

Il mondo della DeFi oggi offre diverse soluzioni interessanti, non solo per gli appassionati di criptovalute, ma anche per chi ha determinate necessità in termini di business. PAID Network, che ad oggi è scambiabile principalmente in termini di token su UniSwap, è uno dei progetti più interessanti del momento. Cresce di valore e – cosa più importante per il medio e lungo periodo – cresce in termini di penetrazione commerciale.

Paid Network approf
Paid Network: servizi per imprese… tutto su blockchain

Un network che offre servizi integrati avanzati per piccole, medie e grandi imprese e che è la sintesi di tutte le novità del settore blockchain, coniugate in termini utili per le necessità dei business che operano sia in ambito nazionale che transnazionale. Smart contract ma non solo, perché sono disponibili anche servizi di escrow, di arbitraggio e anche assicurativi. Per ora non si può scambiare sui principali broker o exchange, ma chi volesse potrà comunque utilizzare UniSwap, collegandoci il proprio wallet. E per approvvigionarsi di token da scambiare contro PAID (questo il nome della criptovaluta del network) è sempre possibile affidarsi a Coinbase (qui per aprire il conto gratuito) o agli altri exchange che consigliamo su Criptovaluta.it.

Cosa offre il network di PAID?

Come abbiamo detto nella fase introduttiva, Paid Network mette a disposizione dei business tutta una serie di servizi che sono utili per il commercio, per la regolazione dei contratti e di altri tipi di evenienze. Vediamo nel dettaglio cosa ha da offrire:

  • Escrow

Ovvero un servizio che trattiene i fondi fino alla prestazione del servizio o alla consegna del bene. Il tutto su blockchain e con arbitri che vengono scelti randomicamente – ricorrendo al generatore di numeri casuali di Chainlink – e in relazione alla quantità di valute in staking da parte di ogni nodo.

  • Arbitraggio

Importantissimo, perché in grado di risolvere controversie tra chi partecipa al network e ha stretto contratti. Anche qui la scelta dell’arbitro avviene tramite un sistema random (sempre basato su Chainlink) e in relazione ai nodi che hanno accumulato maggiori token in staking.

  • Contratti

Più degli smart contract, perché vengono offerti determinati layout da poter utilizzare – per ricorrere ad accordi che siano più semplici, di facile comprensione e soprattutto anche – volendo – all’esecuzione automatica. Un layer aggiuntivo rispetto agli smart contract classici, che li rende utilizzabili anche da sistemi che sono al di fuori della blockchain.

  • DeFi

Per quanto riguarda gli assetti più strettamente DeFi, Paid Network offre servizi anche di prestito e di assicurazione, integrando anche un sistema di reward per lo staking, ovvero per chi mette a disposizione liquidità per il network.

Conviene adesso investire su Paid Network?

Nell’ultima settimana PAID NETWORK ha guadagnato oltre il 400% settimana su settimana. I presupposti ci sono tutti e siamo davanti ad un progetto sicuramente di valore e che con il tempo, se riuscirà ad attrarre clienti a sufficienza e ad ottenere ulteriore penetrazione commerciale.

Per noi siamo sulla strada giusta e il servizio andrà monitorato – e considerato una delle criptovalute emergenti e di frontiera che sarebbe il caso di continuare a monitorare, soprattutto se vogliamo inserire in portafoglio cripto alternative rispetto alle principali.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *